Vai al contenuto

Il ritorno di “Ciao Darwin”

18 marzo 2019

Paolo-Bonolis_-Ciao-Darwin-1030x615

 

 

 

Permettetemi un post “leggero”

D’altronde  mi sono avvicinato a  certe  tematiche  seguendo questa  via

Puntuale  come  un orologio svizzero o come  le tasse,  quando inizia  “Ciao Darwin” c’è un post di indignazione  della  Zanardo

100 e passa commenti di quanto la  trasmissione  faccia  schifo e su quanto sia  sessista, qualcuna  ha  scritto di “Masturbazione maschile”

Capito? Per  le  femministe  non possiamo più nemmeno masturbarci e poi adesso ,con internet  in giro ,non c’è bisogno sicuramente di questi programmi per fare certe  pratiche, altro che il sottoscritto, a  18 anni dovevo aspettare “colpo grosso” 🙂

Che  poi, tra l’altro, le  stesse  femministe  dicono che  la  masturbazione  è una  via  da  seguire, valle  a  capire

Il programma  è quello che è, trash puro e francamente  3  ore  alla  settimana  dove  uno si rilassa ci possono anche  stare ,d’altronde  non è una  televisione  pubblica  ,ma  privata, non capiranno mai che, una  televisione  del genere, si basa  sull’odiens, quindi basta  fare  una  cosa, cambiare canale , a  me  sembra  molto semplice

Se una  cosa  non mi piace  non la  guardo,e  su questo (ho dovuto rileggerlo 3 volte) devo dare  ragione  al nostro Paolo che  ha  scritto

ciao darwin è trash dichiarato e non ci piove, mediaset è tv commerciale che non ha nessuna mission educativa. Poi non voglio considerare queste ballerine delle poverette inconsapevoli vittime del sistema, sono persone adulte, consapevoli e professioniste

Avete il telecomando ,e  cambiate  canale

 

84 commenti leave one →
  1. Sandro D. permalink
    19 marzo 2019 19:31

    >>>>
    Puntuale come un orologio svizzero o come le tasse, quando inizia “Ciao Darwin” c’è un post di indignazione della Zanardo

    100 e passa commenti di quanto la trasmissione faccia schifo e su quanto sia sessista, qualcuna ha scritto di “Masturbazione maschile”
    >>>>

    Sì, Mauro, ogni volta è la stessa storia.
    Del resto, come avrà potuto notare qualsiasi italiano impegnato a seguire la succitata trasmissione, le delicatissime e sfruttatissime femminucce in questione avevano tutte una pistola puntata alla tempia e per giunta si esibivano gratis, “madre natura” compresa, arrivata dalla vicina Croazia senza chiedere alcun compenso.
    Così, tanto per deliziare i “sessisti” maschi italici.

    Seriamente: questa storia della “donna oggetto” ha veramente rotto, non fosse altro per il fatto che si tratta di un rovesciamento della realtà.

    In merito faccio notare che anche la propaganda nazista usava battere in maniera pressante sull’immagine stereotipata del corpo ariano, delle sue forme e della sua estetica.
    Nessuno, però, si è mai sognato di dire o di scrivere che così facendo il nazismo riducesse l’ariano ad oggetto.
    E’ ben chiaro a chiunque sia in possesso di un cervello pensante, che lo scopo di tale propaganda fosse di trasformare il semplice corpo di una persona bionda in un valore assoluto, in un modello di riferimento.
    Perciò…

  2. Paolo permalink
    20 marzo 2019 01:16

    a onor del vero la Zanardo dice che il problema non è il corpo femminile nuo; lei insiste molto sul fatto che in queste trasmissioni si vedono sempre donne giovani seminude e spesso mute messe vicino a conduttori maschi, vecchiotti, vestiti di tutto punto e ovviamente parlanti. Secondo lei la disparità starebbe in questo. Io mi sono limitato a difendere le ballerine che non considero donne oggetto, ma donne che lavorano
    La cosa non esalta neanche me ma come ho detto nel commento si tratta di trash dichiarato senza alcun intento edicativo. oltretutto mi pare che in pasate edizioni per riequilibrare abbiano messo pure un “Padre Natura” (ma non sono uno spettatore assiduo di questo programma)

    • Paolo permalink
      20 marzo 2019 01:17

      nuo = nudo

    • Simo permalink
      23 marzo 2019 03:45

      mettilo privato il tuo profilo facebook o togli la tua foto

      lo dico per te, perché rischi di essere preso di mira dalla gente che frequenta i siti maschilisti e ti detestano. Hanno fatto azioni di cyberbullismo contro tante femministe o donne famose (o anche semplici blogger), commentando le loro foto con termini mostruosi, se non sei emotivamente preparato per sopportare gli insulti è meglio che lo chiudi o lo metti privato.

      Te lo dico perché penso che prevenire sia meglio che curare e mi dispiacerebbe molto che tu venissi cyberbullizzato da certa gente che scrive su certi siti. (che ovviamente non mette la foto in pubblico).

      • Andrea permalink
        23 marzo 2019 08:33

        Tranquilla, “avvocatessa” delle cause perse, che nessuno “cyberbullizzerà” Paolo.
        Tantomeno io.

      • 23 marzo 2019 18:45

        Non so gli altri spazi come si comportano con il buon Paolo ,ma credo che qui non corra quel pericolo ,tanto che anch’io ho messo la foto e mai mi permetterei di denigrare gli altri sotto quel profilo ,anzi a proposito di foto ,avevo scritto un piccolo post ormai tanto tempo fa https://femdominismo.wordpress.com/2014/06/02/mettete-sto-cazzo-di-foto/ come vedi ,non sono solo i maschilisti a fare certe cose

  3. Paolo permalink
    20 marzo 2019 01:18

    nuo = nudo

  4. Andrea permalink
    23 marzo 2019 18:55

    Personalmente non guardo quasi più la tv, tranne che in occasione delle Olimpiadi o di qualche altro evento sportivo (relativo anzitutto alle arti lottatorie), oppure quando trasmettono qualche vecchio film.
    Ma in passato guardavo anche Ciao Darwin, soprattutto all’inizio, quando “madre natura” era l’australiana Vanessa Kelly (quindi vent’anni fa).

    Resta il fatto che certi “problemi” esistono solo nelle teste bacate di povere complessate come la Zanardo, perché non mi risulta che ballerine e modelle siano così oppresse e sofferenti a causa degli “orrendi maschilisti” che le guardano e che le “costringono” a spogliarsi…

    https://www.mediasetplay.mediaset.it/article/ciaodarwin8/intervista-ema-kovac-prima-madre-natura-ciao-darwin-8_b100001063_a1016

    • 24 marzo 2019 11:37

      Infatti Andrea credo che ormai ci creda solo lei e poche altre invasate

    • Paolo permalink
      24 marzo 2019 20:33

      devo dire che vanessa kelly è oggettivamente bellissima. Andrea, magari non condivido le tue idee ma hai ottimi gusti

      • Andrea permalink
        24 marzo 2019 23:32

        Be’, Paolo, credo sia difficile trovare un uomo al quale non piace una gran fica come Vanessa Kelly…
        Peraltro, quand’ero più giovane, per un certo periodo frequentai una tipa proveniente dalla lontana Focsani che le somigliava non poco, soprattutto fisicamente.
        Oggi, al’alba dei cinquanta, mi restano i ricordi; ma questa è un’altra storia.

  5. Simo permalink
    24 marzo 2019 03:10

    Ma non mi riferivo a te, Mauro, o a certi tuoi lettori moderati (qui e lì ospiti alcuni estremisti)

    ci sono altri siti, più violenti, e quei personaggi di tanto in tanto ti leggono. Quindi possono risalire al link del profilo facebook di Paolo che è stato piazzato qui, pubblicamente, a sua insaputa, da un commentatore. Già dire “sei come ti avevo immaginato”, con quel tono un po’ da sfottò, usato, la dice lunga.

    Per cui, visto che in generale io non mi fido dei mascolinisti, mi dispiacerebbe molto sapere che qualcuno tra voi ha la pensata di andare a cyberbullizzare Paolo, come, mesi fa, hanno fatto per alcune donne o blogger varie. è un fatto, mica una maldicenza inventata così tanto per fare.
    Già lo prendete in giro più o meno pesantemente, senza conoscerne l’aspetto fisico. Qualcuno tra voi potrebbe andare oltre e mettersi a bullizzarlo anche per l’aspetto estetico. considerato poi come vengono considerate le donne su certi siti di “mascolinisti”…

    Per cui, e spero che Paolo mi legga, riconfermo: metti il profilo privato o togli la foto, perché fossi in te non mi fiderei a gettarmi nella “fossa dei leoni”.
    Tutto qui, ho trovato giusto avvisarti.

    o comunque, tu, Mauro, magari cancella il link che è stato messo a sua insaputa; non puoi essere certo che Paolo voglia apparire, con i suoi dati anagrafici, qui (il link non l’ha postato lui).
    Per me è una violazione della privacy, anche se quel profilo è pubblico, quindi in teoria Paolo dovrebbe essere consapevole di poter essere linkato altrove… anche senza saperlo direttamente. Ma intendiamoci: se il profilo di Paolo fosse stato messo su qualche sito di giardinaggio, scacchisti, tennisti o altro, non avrei gridato al pericolo; ma siccome so che su certi siti mascolinisti si è già caduti nel reato penale, e mi dispiacerebbe molto che certi MRA\Incel potenzialmente pericolosi, oltre che bullizzare donne, si mettessero a farlo anche contro Paolo, ho pensato di avvisarlo. Tutto qui.

    • Andrea permalink
      24 marzo 2019 10:04

      Ma basta con le sciocchezze…

    • 24 marzo 2019 11:35

      Si capisco ,comunque credo che ,per evitare questi pericoli ,sempre se paolo ottiene opportuno, la soluzione migliore sia di rendere il profilo privato, perchè ,come lo ha trovato Andrea ,credo che non sia difficile per gli altri trovarlo (basta fare una piccola ricerca con facebook, visto che il buon Paolo ormai è noto a tutti ) .Comunque sempre per essere chiari ,non ti fidi degli MRA o incel ,beh non è che in certe pagine femministe il pericolo sia minore, anzi

    • Paolo permalink
      24 marzo 2019 20:08

      ti ringrazio, simo. Ma agli insulti e agli sfottò dei mascolinisti (e non solo di loro), sono abituato, per me essere disprezzato e deriso da certe persone è un onore

      • Andrea permalink
        24 marzo 2019 23:41

        No, non è un onore.
        Queste sono solo frasi fatte e “consolatorie”, ma resta il fatto che a nessuno piace esser preso per il culo, tantomeno disprezzato.
        Quindi nemmeno a te.

    • Paolo permalink
      24 marzo 2019 20:15

      i mascolinisti, anni fa, sui loro forum mi hanno già dedicato un topic in cui peraltro riprendevano un poist di sfottò fatto contro di me sul sito “femminismo a sud”.

      sono ormai abituato a stare sulle scatole ad ambo gli schieramenti

      https://www.questionemaschile.org/forum/index.php?topic=6505.0

      • Andrea permalink
        24 marzo 2019 23:47

        Ascolta, al di là delle varie opinioni in merito, non ti viene mai il dubbio che tu, effettivamente, hai un atteggiamento, un modo di porti e di parlare, da autentico zerbino ?
        Questo non significa che tu abbia sempre torto (a volte scrivi anche qualcosa di relativamente sensato), ma essere “contro” gli uomini a prescindere, credi sia un comportamento intelligente ?
        Perciò come puoi pensare che altri non ti diano addosso ?

      • Paolo permalink
        25 marzo 2019 00:47

        io non sono “contro gli uomini”, io sono contro l’anti-femminismo in quanto ritengo che il femminismo (al netto di errori, estremismi, radicalismi criticabili che ci sono comunque in tutti i movimenti di liberazione) abbia contribuito al progresso dell’umanità, sono contro gli anti-femministi che davanti a una donna uccisa dal marito dicono ” poverino, l’ex moglie lo ha esasperato!” (non parlo di mauro), sono contro coloro che rimpiangono il doiitto di amoglia pre-riforma del ’75 (e di nuovo non parlo di mauro, ma ci sono nell’anti-femminismo)

        questo non significa che non critichi il femminismo su alcuni punti specifici (non concordo col body positive, ritengo un idiozia il bechdel test, non ritengo che una donna adulta e sexy si stia “auto-oggettificando” ma la considero una persona libera, non credo che chin si depila sia vittima del patriarcato) ma resta il fatto che il femminismo è progressista nella sua sostanza, l’anti-femminismo nella sostanza è reazionario e io coi reazionari non ci sto anche se a volte possono incindentalmente avere ragione su alcune cose, i reazionari hanno torto nella sostanza. Mentre i progressusti, pur con errori ed estremismi e sbagli su alcune cose, hanno ragione nella sostanza

      • Andrea permalink
        25 marzo 2019 00:50

        Senza il progresso tecnologico e medico portato avanti dagli uomini, il femminismo sarebbe rimasto un ininfluente movimento di nicchia, questo è il punto.

      • Paolo permalink
        25 marzo 2019 01:03

        X Andrea

        si può anche dire che senza la rivoluzione industriale e lo sviluppo economico portato dai capitalisti, il movimento operaio non sarebbe mai nato. E con questo?

        le donne che trovano divertentissimo l’omicidio di un uomo sbagliano pure loro

      • Andrea permalink
        25 marzo 2019 00:57

        @@
        sono contro gli anti-femministi che davanti a una donna uccisa dal marito dicono ” poverino, l’ex moglie lo ha esasperato!
        @@

        E di tutte quelle donne che trovano “divertentissimo” l’omicidio di un uomo, cosa mi dici ?
        Che mi dici del fatto che le donne non si assumono mai la responsabilità di nulla ?
        Anzi, le suddette tendono regolarmente a colpevolizzare la controparte maschile.

      • Paolo permalink
        25 marzo 2019 00:57

        non credo che chin si depila sia vittima del patriarcato) = non credo che chi si depila sia vittima del patriarcato ma è libera scelta

        progressusti = progressisti

      • Paolo permalink
        25 marzo 2019 01:12

        sono contro coloro che rimpiangono il doiitto di amoglia pre-riforma del ’75 = il diritto di famiglia

      • Andrea permalink
        25 marzo 2019 01:22

        @@
        si può anche dire che senza la rivoluzione industriale e lo sviluppo economico portato dai capitalisti, il movimento operaio non sarebbe mai nato. E con questo?
        @@

        Sì, buonanotte ai suonatori…
        Come al solito sei tornato ad aggrapparti agli specchi, pur di non ammettere che è grazie all’opera maschile che il femminismo è potuto esistere…

      • Paolo permalink
        25 marzo 2019 02:02

        Come dire che è grazie all’opera dei capitalisti che il socialismo è potuto esistere; e in effetti senza capitalismo Karl Marx non avrebbe avuto niente da scrivere.

        Ma nessuno si aspetta che gli operai ringrazino gli industriali per questo..oppure sì?

      • plarchitetto permalink
        25 marzo 2019 12:08

        Naturalmente Paol* dell’antifemminismo non ha capito un accidente (strano vero?).
        Ne da una rappresentazione da macchietta perché sostanzialmente è l’unica che è in grado di esprimere.
        Però bisogna ammettere che è superpartes: al femminismo riserva la micidiale stoccata su patriarcato e pelo rasato.
        E altre terribili critiche…(gli assorbenti?)
        Insomma un perfetto idiota (in senso etimologico)* sostanzialmente incapace d’una disamina fuori dai banali schemi del politicamente corretto progressivo/reazionario (bene/male).
        S’è sorbito la minestra del femminismo motore del cambiamento planetario e tanto basta.
        Un dogma incontestabile.
        Tra l’altro essendo l’unica “verità” finora in circolazione era difficile che non la facesse propria.
        E guarda caso, ora che se n’è affacciata “un’altra”, ancora prima di capire di cosa si tratti, di comprenderne i presupposti e le basi teoriche…applica la bolla: retrogradi e reazionari.
        Ma è il timore ciò che lo muove.
        E lo dimostra lo l’approccio utilizzato che è quello del canone femminista: la delegittimazione (è qui per questo, non certo per dialogare).
        La tecnica è quella della provocazione.
        Ma stavolta, a differenza del passato sarà dura per personaggi come lui.
        E siccome l’ultimo dei nostri obiettivi e convincere gli zeloti…noi si prosegue per la nostra strada.

        * Dal lat. idiota ‘ignorante’, dal gr. idiṓtēs ‘individuo privato, senza cariche pubbliche’ • nel sign. di ‘privo di istruzione

      • Paolo permalink
        25 marzo 2019 12:33

        non solo su pelo rasato. dissento anche da carla lonzi e dalle riflessioni siu onna clitorida e donna vaginale, anche la penetrazione può dare orgasmi a una donna

      • Paolo permalink
        25 marzo 2019 13:06

        siu onna clitorida = donna clitorodea

      • Simo permalink
        30 marzo 2019 05:58

        Immaginavo che quel sito ti avesse insultato… mi dispiace molto… lo vedo come ti trattano. Con termini come “pirla” e simili e tu che rispondi sempre educatamente… su quel sito che hai linkato ci sono discussioni abominevoli.

        Va bhè, io ho voluto avvisarti… mi dispiacerebbe molto se tu dovessi essere pesantemente offeso e minacciato da certi terroristi virtuali maschilisti Incel\MRA già noti per aver fatto stragi, altrove e che odiano le donne, ma anche gli uomini che rispettano le donne… Quindi solo per questo ho voluto darti questo consiglio. Perché con questi estremisti non c’è da scherzare, se vengono a sapere dove vivi o altri dati personali… non si sa mai… Meglio essere prudenti.

      • Simo permalink
        30 marzo 2019 06:17

        Tremende le cose che ti hanno scritto:
        “bisognerebbe organizzare una buttata di caccia per abbatterlo.”
        minacce, insulti, calunnie… cyberbullismo, in una parola.
        Non so come fai a sopportarlo.

        Mettono i brividi. Davvero, fai attenzione a non mettere in pubblico tuoi dati sensibili… sia mai che ci siano estremisti violenti similmente ai vari Minassian\Rodger che potrebbero prenderti di mira nella realtà.

        Meglio essere prudenti.

      • Andrea permalink
        30 marzo 2019 14:49

        Avvocatessa delle cause perse, ma non credi sarebbe l’ora di finirla con questa farsa ?
        Non ci vuole molto a capire che tu e Paolo vi conoscete.
        Inoltre sarebbe anche il caso di piantarla con la scemata del “cyberbullismo”, considerando che l’unico “cyberbullo” di sesso maschile che si aggira da queste parti è proprio Paolo, per non parlare di te, che peraltro, al pari del suddetto, scrivi negli orari più impensabili.
        Fa ridere il fatto che Paolo dovrebbe “preoccuparsi” di qualcosa che fu scritto nel 2012, come fa ridere la tesi secondo cui cui certe parole sarebbero “da brividi”.
        Tu non hai la più pallida idea di cosa siano le situazioni realmente da brividi.

      • Paolo permalink
        30 marzo 2019 18:46

        io e Simo non ci conosciamo personalmente ma la ringrazio per ciò che ha detto.

        E contrariamente a quel che pensano gli anti-femministi, io dico quel che dico perchè lo penso e non per “rimediare scopate” (se fosse il mio obiettivo avrei da tempo cambiato strategia). Tra l’altro ci sono temi come il body positive e “l’oggettificazione sessuale”in cui quel che penso non coincide con ci che pensano molte femministe

      • Andrea permalink
        30 marzo 2019 14:57

        Ah, a proposito: sarebbe l’ora di finirla anche con quell’altra puttanata secondo la quale i tipi come Paolo “rispetterebbero” le donne, al contrario di certi sporchi maschilisti che scrivono in questo o quell’altro blog, bla bla bla, etc etc… perché se c’è qualcuno che rispetta il prossimo – quindi uomini e donne e non soltanto quest’ultime – è proprio chi parla chiaro e non chi lecca il culo a più non posso, nella speranza di raccattare qualche noiosa scopata.
        Chiaro?
        Al tempo stesso, però, chi dà rispetto lo pretende: chiaro anche questo ?

        Altro particolare da evidenziare: qui in Italia, la stragrande maggioranza di coloro che si occupano della QM, sono uomini come minimo ultra quarantenni, se non ultra 50enni o 60nni, perciò figurati se uomini di questa età si mettono a rompere i coglioni a un tizio che abita a centinaia di chilometri di distanza, così, tanto per fargli dei dispetti come farebbero dei ragazzini.

        Ripeto: basta puttanate.

      • 30 marzo 2019 17:27

        Concordo con Andrea , anch’io mi sto avvicinando al mezzo secolo e fare del cyberbullismo a Paolo non mi passa nemmeno nell’anticamera del cervello,ho altri problemi per la testa

  6. plarchitetto permalink
    24 marzo 2019 13:00

    Mah…mah…..una che viene periodicamente qui a bullizzare (controllare il post-Simo dell’otto marzo) e poi fa i pistolotti contro il cyberbullismo?
    Se non fosse una femminista si potrebbe sospettarla di schizofrenia (patologia meno grave ma pur sempre invalidante).
    Che poi, a prescindere dalle valutazioni d’ognuno, basterebbe che Paol* dismettesse la sua funzione di provocatore seriale che s’è costruito con tanta cura (modello Gabriele Paolini)…e la sua condizione in rete migliorerebbe seduta stante.
    E poi: siamo sicuri che a lui, questa condizione di “perseguitato” dispiaccia?
    Siamo sicuri che questi “cazzottoni digitali da ambo i lati” non li ricerchi?…che non gli siano utili?
    .
    dice il saggio: non tirare i baffi al gatto, potresti trovare i denti d’una tigre

  7. Paolo permalink
    25 marzo 2019 01:00

    X Andrea

    si può anche dire che senza la rivoluzione industriale e lo sviluppo economico portato dai capitalisti, il movimento operaio non sarebbe mai nato. E con questo?

  8. Simo permalink
    31 marzo 2019 05:55

    Andrea, sai com’è, di vari tipi che minacciano di essere “maestri di arti marziali”, che iniziano con la F, che probabilmente si firmano anche con nomi come A. e S. 😉 non è che mi fido molto, specialmente quando scrivono che “hanno prurito alle mani” a vedere le femministe, “farebbero volare giù dalla finestra certe avvocatesse ora parlamentari”, potrebbero gonfiare di botte tizio o caia, capiscono perché i mariti hanno ucciso le mogli e\o certi stragisti hanno fatto stragi… commenti che sono stati riportati anche su questo blog, in certi post…
    o rivolgono a Paolo offese che sono denunciabilissime.

    Il fatto che Paolo non abbia sporto denuncia contro chi lo ha calunniato e insultato a quel modo in certi vostri spazietti… bhè, dovreste ringraziarlo, tutto qui. Lo dico nel vostro interesse 😉 Perché Paolo è davvero “buono come il pane” e non reagisce alle vostre provocazioni e insulti vari, fosse stato un altro avrebbe avuto tutto il diritto di denunciare certi utenti dei vostri spazietti che hanno scritto certe cose che sono reato perché hanno leso la sua persona e la sua privacy facendo diffamazione e rivolgendogli offese pesanti.

    Punto. Non direi che sono “puttanate”, caro Andrea 😉 è REATO. fattene una ragione. Anche se Paolo, che ha veramente tanta pazienza con voialtri maschilisti, non ha denunciato chi sarebbe da denunciare. oh, e ce ne sono, di famosi maschilisti molto prolifici, nello scrivere commenti e nell’aprire discussioni su certi forum 😉 …

    e comunque no, non conosco Paolo. Mi limito a leggere i suoi commenti, come leggo anche i tuoi commenti e quelli dei tuoi amichetti.

    Ma semplicemente, ho trovato giusto avvisarlo. Visto che so benissimo cosa scrivete contro certe blogger. e anche contro certi uomini a favore del femminismo…

    • Andrea permalink
      31 marzo 2019 11:50

      Bambina, io mi chiamo Andrea Moretti, nato in Emilia nel 1971: e tu, invece, chi sei?

      • Simo permalink
        1 aprile 2019 02:16

        allora tiro un sospiro di sollievo, per fortuna non vivo nei tuoi dintorni ma molto lontano da te. Così non rischio di incontrarti in giro

    • Andrea permalink
      31 marzo 2019 11:55

      Avvocatessa delle cause perse
      @@
      e comunque no, non conosco Paolo. Mi limito a leggere i suoi commenti, come leggo anche i tuoi commenti e quelli dei tuoi amichetti.
      @@

      Ma sì, certo, “sicuramente” non vi conoscete…
      Ma fammi il piacere.

  9. Simo permalink
    31 marzo 2019 06:05

    Mauro Recher, ma scusa, ma ti risulta o no che certi utenti maschilisti hanno scritto le peggiori cose, minacce, diffamazioni, violazioni della privacy contro le femministe o contro certi uomini? Ti devo linkare certi post? No, tanto per sapere se sei consapevole di ciò…

    Guarda che io non esagero proprio per nulla. Vatti a leggere le cose che gli Incel scrivono sulle donne… da segregare nei lager, da ammazzare tutte (loro e anche gli uomini che gli Incel identificano come “chad” cioè quelli carini e che piacciono alle donne)

    non invento proprio nulla, basta andare sui siti incel e c’è roba che è già da denuncia.
    hanno fatto anche un video su youtube con tanta documentazione su questo vostro movimento, vattelo a vedere, e poi vienimi a dire che non è da denuncia un sito del genere, dove pubblicamente parlano di organizzare stragi e terrorismo ispirandosi all’Arabia Saudita.
    Guarda che non sono femministe a scrivere queste cose, sono proprio gli aderenti del vostro movimento.

    Lo stesso post che hanno aperto su Paolo è da denuncia. Lo hanno calunniato, violato nella sua privacy e nella sua persona, cyberbullizzato. Che poi lui sia buono come un pezzo di pane, e non agisca per vie legali… è un’altra cosa.

    • Andrea permalink
      31 marzo 2019 11:59

      Si vede chiaramente che sei una giovincella, che ancora vive con i genitori e che non ha niente da pensare tutto il giorno…

      • Simo permalink
        1 aprile 2019 02:14

        considerato che pure tu passi la tua vita su internet… a scrivere cose misogine…

      • Andrea permalink
        1 aprile 2019 18:43

        Sì, buonanotte ai suonatori.
        Ti faccio semplicemente notare che scrivi negli orari più assurdi, proprio perché non hai niente da fare tutto il giorno, cara misandrica.

    • 31 marzo 2019 14:33

      Simo… ma davvero credi che questo sia un blog del movimento incel ? No, tanto per capire, ognuno tesse le sue tele e le sue idee, se loro scrivono che bisogna uccidere le donne ,ci sono femministe che vogliono uccidere gli uomini con tanto “uomo morto non stupra” ,tanto che un gruppo femminista ha prodotto pure una canzone https://www.youtube.com/watch?v=qoHYvxPMmUE , solo che questa la chiamate goliardia, se lo fanno gli incel è da castrazione chimica … tanto per essere ancora più chiaro ,il mio blog non è certo nato perchè non me la danno, sarebbe anche un problema di poco conto (un motivo perchè non capisco gli incel) ,ma se mi dicono che un uomo operaio ,disoccupato ,precario è un privilegiato ,allora si, mi incavolo di brutto

      • Simo permalink
        1 aprile 2019 02:11

        ma che c’entra scusa? ci sono gruppi rock come i Motley Crue o i rappers che chiamano le donne “bitch” cioè troie o puttane. Vedi anche alcuni rapper italiani molto famosi.

        O anche gruppi ancora più violenti per vai dei testi horror splatter. e tu mi citi un gruppo punk femminile che nessuno conosce a parte te.

        Poi dov’è che io ho detto che gli operai sono privilegiati?? i maschi sono disoccupati e sfruttati tanto quanto le femmine, solo che dal punto di vista di gestione del potere. Stato ecc. alcuni maschi hanno più potere politico-economico delle femmine.

      • 1 aprile 2019 07:09

        Furba la Simo.
        E quella non la conosce nessuno.
        E quella è insignificante.
        E quella…cosa vuoi che sia! Pff!
        Minimizzare con la sinistra ed ingigantire con la destra.
        Nascondere ciò che è sgradito ed evidenziare ciò che è utile.
        Strategie ben note.
        Di cui femminismo è maestro.

    • 31 marzo 2019 16:17

      Simo guarda che se hai finito gli ansiolitici…anche se è domenica una farmacia di turno aperta la trovi sempre 😉

      • Simo permalink
        1 aprile 2019 02:13

        hai ragione Pierluigi, io infatti ho paura di voialtri. Per le cose che scrivete in giro sulle e contro le donne. Sul fatto che se aveste potere torneremmo al medioevo. Per fortuna, però, mi consolo che non vi conosco nella mia vita reale. Ma già sul virtuale vi trovo spaventosi per quello che scrivete. Siete pieni di odio e rancore contro le donne solo perché le donne non stanno con voi. considerato che siete maschilisti e ritenete che una donna debba farvi da schiava, è ovvio che vi si sta alla larga

      • 1 aprile 2019 06:18

        Ma lo vedi che sei un idiota?
        Io non odio le donne (le femministe si…in senso lato s’intende) e non ho mai avuto problemi di relazioni con le donne, che non mi sono mai mancate ed a cui ho sempre voluto un bene dell’anima.
        Quindi?
        Credo invece che sia tu ad odiare e disprezzare profondamente (e inconfessabilmente) gli uomini.
        Tutti i tuoi ragionamenti paranoici, il fatto che sei ancora inchiodata ai sumeri ed a Gengis Khan portano li.
        E non sei l’unica.
        Infatti il femminismo, tramite la sua narrazione (fasulla) non può che portare a quello.
        Può la bambina amare il lupo dopo avergli raccontato mille volte la favola di cappuccetto rosso?

  10. Andrea permalink
    31 marzo 2019 14:57

    Mauro, calcola che non c’è blog femminista in cui delle donnicciole complessate non inneggiano alla pena di morte ed alla castrazione fisica (non chimica, bensì fisica), oltre a trovare estremamente divertente la violenza femminile contro gli uomini.
    Anche questa storia degli “incel” è veramente ridicola, ed ha pure rotto i maroni.
    Tra l’altro io non lo sono nemmeno (un “incel”).

  11. 31 marzo 2019 17:56

    A questa pericolosità degli Incel nostrani (mai conosciuto uno in vita mia) non ci crede nemmeno questa rintronata di Simo…e nemmeno quell’altro fenomeno di Littleboxes.
    E’ solo la tecnica collaudata dello strillo isterico…”al lupo al lupo”.
    Raccontare paranoicamente un’inesistente realtà pervasiva, un concreto pericolo imminente…per cercare di far pressione verso tutti quelli che criticano il femminismo, zittendoli.
    Un trucchetto da quattro soldi.

    • Paolo permalink
      31 marzo 2019 18:39

      gli incel nostrani in effetti non hanno fatto nulla di violento (finora), ma negli Stati Uniti e in Canada hanno fatto attentati (vedi Rodger e Minassian), senza contare Marc Lepine, l’antesignano di questa feccia

      • 31 marzo 2019 19:46

        Un pugno di svitati su 180 milioni di uomini (Canada+USA).
        Lo 0,00002%
        Un dato effettivamente preoccupante…
        Lepine tra l’altro uccise trent’anni fa (1989) e con tutt’altre motivazioni.
        Glia altri…hanno agito a distanza di un anno e più l’uno dall’altro, a testimonianza della “intensità” di questo fenomeno, di cui il copyright…è bene non dimenticarlo, appartiene ad una donna canadese.
        Che poi uno di loro…Sheldon Bentley (leggo) non uccise donne ma bensì un uomo, affermando che era arrabbiato per la sua condizione di celibe involontario.
        .
        In pratica un fenomeno criminale statisticamente insignificante, ma ingigantito ad arte dalla grancassa mediatica per essere utilizzato fuori dal suo contesto proprio.

      • Paolo permalink
        31 marzo 2019 20:53

        Lepine uccise delle studentesse di ingegneria perchè nel suo delirio le donne non dovevano studiare ingegneria; quelle che studiavano ingegneria erano, solo pr questo, “femministe” e identificava nelle femministe la causa di tutti i suoi problemi. No, tecnicamente non era un incel in quanto mancava tutta la storia del “sono vergine per colpa delle donne che la danno solo ai belli e ricchi”, ma la matrice vittimistica e misogina è quella. Sempre e comunque feccia

        Che Bentley abbia ucciso un uomo non mi stupisce, anche Rodger uccise più uomini che donne, infatti gli incel odiano notoriamente anche gli uomini che ritengono più “fortunati” di loro con l’altro sesso. Ciò non li rebde meno misogini (dato che per loro le donne non dovrebbero avere il diritto di scegliere con chi fare l’amore), dimostra solo che quando un incel decide, sciaguratamente, di passare dalle parole ai “fatti” nessuno è al sicuro

      • 31 marzo 2019 21:05

        Non scrivo per stupirti.
        Ma per mettere in chiaro che quel fenomeno li è lontano un miliardo d’anni luce dalla pericolosità che gente come te e l’altra carampana…volete attribuirgli per colpire, mettendolo surrettiziamente sotto scacco, l’intero genere maschile.
        Ripeto: un pugno di uomini su centinaia di milioni.

    • Simo permalink
      1 aprile 2019 02:55

      Qui lo dicono chiaramente che avevano pensate a fare attentati, anche se non seriamente

      vogliono anche togliere il diritto al lavoro per le donne, perché pensano che le donne “non stanno con loro” perché non dipendono più dai maschi per il loro sostentamento come avveniva nei secoli precedenti…
      in pratica, sono egoisti che vogliono la donna “loro schiava sessuale” e dipendente da loro anche economicamente di modo che possono segregarla in casa…

      fanno anche i video tributi ai loro stragisti. “è come me (Elliot Rodger) prova le stesse cose che provo io”
      vedi te se non c’è da preoccuparsi!

      Immagina poi, da parte di una donna, se c’è da fidarsi ad uscire da sole con uno che ti dica “eh, provo le stesse cose che provava l’assassino stragista Rodger…. ci vieni a letto con me? andiamo al cinema insieme?”

      Minuto 4.30 “Immaginavo di creare una specie di milizia, vestiti di nero, entrare nelle discoteche con i lanciafiamme … una milizia di gente come me, l’isis dei brutti”

      secondo te non c’è da preoccuparsi?! per te è una cosa normale?? al contrario, quei siti lì vanno controllati e devono passare leggi che permettono di chiudere certi siti che promuovono odio e violenza.

      • 1 aprile 2019 06:58

        Simo…te lo dico con affetto, curati.
        Sei entrata in un loop paranoico, che è proprio il risultato che questo sistema dei media ricerca in soggetti come te.
        Ci sono più probabilità statistiche che ti piombi in testa un vaso di gerani da un balcone.
        Spero tu non ne chieda l’abolizione.
        L’attenzione che ognuno di noi deve porre contro questi soggetti è ne più ne meno che quella che bisogna mettere in atto per un qualsiasi altro soggetto criminale.
        Ma i veri criminali sono loro (questi media) che speculano sulle paure attraverso questi allarmismi, ansia sociale per creare audience e vendere il loro prodotto.
        Feccia.

  12. Paolo permalink
    31 marzo 2019 18:43

    X Simo

    no, non ho querelato (e certo non lo farò dopo sette anni) per varie ragioni: per prima cosa, essere offeso da certe persone è quasi un titolo di merito per me. E in secondo luogo non ho soldi e tempo (e neanche voglia) per portare avanti una causa contro gente che non ho mai visto e che per me è solo un nickname. Che mi insultino pure se questo li fa sentire meglio. Mi fanno una gran pena

    • 31 marzo 2019 20:01

      Ecco…questo ti fa onore.
      Riconosco lo spirito prettamente maschile.
      Gli schiaffi si tirano e si prendono (e anche tu, a modo tuo, li tiri).
      Il ricorso all’autorità giudiziaria lasciamola alle cose serie.

      • Simo permalink
        1 aprile 2019 02:40

        quindi per te non è una cosa seria che Paolo sia stato cyberbullizzato su certi siti.
        Con insinuazioni, sfottò, insulti. Per te quelle cose scritte su di lui, contro di lui, da un gruppetto di maschi che lo ha voluto parodizzare e calunniare non sono cose gravi. per te non è violenza, quella.

        Guarda, io ti dico solo questo, a te e ai tuoi vari amici: io spero che passi presto una legge che punisca seriamente certi siti che inneggiano all’odio e che diffamano e rovinano la reputazione di una persona andando a postare a sua insaputa foto, video (soprattutto intimi) e che li offrono in pasto a degli utenti che sfogano sadismo e turpiloquio contro di loro.

        e adesso non tirarmi fuori che “le femministe vogliono mettervi a tacere”. Un conto è criticare un concetto o una persona in maniera rispettosa, un altro aprire un post contro un persona, mettendo la sua foto, scrivendo le peggiori cose tra insulti sessuali, insulti al suo aspetto fisico, calunnie, sfottò.
        Una cosa che fate molto voi maschilisti nei vostri spazi…la fate contro le donne, ma la fate anche contro quegli uomini che giudicate “traditori” solo perché sono uomini a favore dei diritti delle donne e non sono trogloditi maschilisti.

        E comunque non mi pare che Paolo si rivoga a voialtri con i termini che usate voi nei suoi confronti. Infatti ora ti sfido a trovarmi un suo commento dove vi offende al modo che voi fate con lui. Non è mai lui ad offendere (anzi, argomenta e porta prove) siete voi che lo insultate con termini volgari, mettendo in dubbio la sua virilità, dandogli dello sfigato, dello zerbino, del “leccavulva delle femministe”, del castrato e cose del genere. Vi date manforte l’un con l’altro in un clima da caserma, perché questi sono vostri spazi e siete tutti uniti e compatti, qui.

        Sono tutte cose che trovi scritte sui siti maschilisti degli utenti che gli hanno risposto. e che trovi anche scritte in maniera ancora più pesante su quel link che lui stesso ha messo nell’altro commento.

        Lui però queste cose su di voi non le dice. e non apre un post su di te, prendendoti in giro per il tuo aspetto estetico o per i tuoi rapporti con le donne. Se la subissi anche te come cosa, vedi che ci ripensi al tuo non considerarlo “cosa seria”, se dall’oggi al domani su un qualche sito ti trovi insultato, con cose tue private diffuse a ricevere insulti e sfottò.
        Vedi anche la vicenda di Tiziana Cantone. Immaginala di subirla tu, ovviamente con altro tipo di insulti e di modalità, andando a colpirti personalmente

        E il problema della violenza misogina che nasce anche dal web su certi siti che vi piace frequentare non è “una percentuale bassissima, irrilevante”. Sta crescendo sempre di più, si allea a partiti di estrema destra, che poi portano ad atti di violenza vera nella realtà contro le donne, ma anche contro immigrati, omosessuali e altre categorie di persone che odiate.

        e certo che ho paura di questo! e faccio bene! perché almeno mi tengo alla larga da certi uomini. cosa che dovrebbero fare anche tutte le altre donne.

      • 1 aprile 2019 06:36

        Lo vedi che sei un idiota? (2).
        Qui nessuno ha mai usato quel trattamento con Paolo e nemmeno altrove…che al contrario di come lo dipingi tu…è un provocatore patentato.
        Nulla di male. E’ nel suo pieno diritto.
        Allora però se ne assume le conseguenze.
        E credo che lo faccia…e pure egregiamente.
        Perché lui (a differenza tua) sa bene come stanno le cose.
        Conosce bene il portato delle sue provocazioni.
        Vero Paolo?

        *se le cose stessero come dici tu…Paoletto non frequenterebbe di certo siti a lui sgraditi.
        Che può abbandonare anche seduta stante.
        Se solo lo volesse.

      • plarchitetto permalink
        1 aprile 2019 10:55

        Cara Simo ti faccio notare che Paol* le bordate peggiori le ha prese nei siti femministi.
        Le umiliazioni più profonde gliele hanno inflitte quelle che tra le cosce hanno la tua stessa dotazione.
        Fuoco amico…
        Naturalmente il tuo ipocrita strabismo, il tuo perbenismo da quattro soldi, il tuo bon-ton da compito in classe t’impedisce di farlo presente.
        Perché sei una femminista.
        E come noto mangi pane e ipocrisia a colazione, pranzo e cena.
        Ma il sermone di pace in tempo di guerra (scatenata da gente come te…non dimentichiamolo) lo vai a fare in parrocchia.
        Qui se vuoi rispetto devi darlo.
        Quello vero però. Non quello della forma
        Vale per te e vale per…”l’altro”

    • Simo permalink
      1 aprile 2019 02:25

      Va bene Paolo, comunque stai attento in ugual modo, perché ti esponi su certi siti gestiti e scritti da maschi potenzialmente violenti e frustrati, tipo Incel e simili, che altrove hanno commesso reati uccidendo uomini e donne. Tutto qui. Meglio essere prudenti anche virtualmente oltre che nella vita reale. Io comunque spero che passi presto una legge contro il Revenge porn e le altre forme di cyberbullismo e diffamazioni che succedono sul web e hanno già portato al suicidio alcune persone, che si sono trovate diffamate in maniera atroce per colpa di certi utenti dei social network.

      E comunque, mi dispiace molto per le offese che ti rivolgono. Certa gente è proprio orrida dentro, brutta dentro (e non fuori, come credono loro)

      se non trovano donne è proprio per questo motivo qui, perché sono pessime persone dentro. anche se non lo sanno o non vogliono ammetterlo e quindi danno la colpa della loro solitudine alle “femministe”. Invece se le donne li schivano è proprio per questo motivo.

      che siano brutte persone, egoiste, meschine, arroganti, presuntuosi, retrogradi, questi Incel e simili del movimento maschile lo dimostrano anche nel modo in cui ti trattano.
      Vedi le offese gravi e scurrili che rivolgono anche a te che sei maschio come loro, ma non ragioni come loro. e per questo motivo ti detestano. come anche detestano le donne.

      Mi spiace, io comunque ti trovo simpatico. 🙂

      • Paolo permalink
        1 aprile 2019 03:03

        Ti ringrazio molto, Simo

      • 1 aprile 2019 06:38

        Anche tu sei simpatica Simo…sembri la sorella cattiva di Heidi.

      • 1 aprile 2019 12:46

        Pier Luigi ahahahahahah 😀

      • Andrea permalink
        1 aprile 2019 18:47

        Ma che bel siparietto tra Simo e Paolo…
        Non è da escludere che prima o poi nascerà una storia d’amore tra i due.

  13. 1 aprile 2019 09:15

    Al netto di tutto…esagerazioni, errori, scivoloni ecc…c’è un dato di fatto.
    La questione maschile pone argomenti seri, e serie sono le argomentazioni poste a supporto.
    Questo da fastidio.
    Ecco spiegati i Paol*…le Simo…le Lucy e tutta la mandria muggente che come in altri lidi transita anche di qui.
    Sanno che quegli argomenti e quelle argomentazioni non si scansano facilmente attraverso la dialettica ed il ragionamento.
    E allora non gli rimane che la provocazione, che è l’arma principale della delegittimazione.
    Aizzano il passo falso per poi puntare il ditino e fare il pianto greco.
    Dialogare, significa considerare degno l’interlocutore, a prescindere dal fatto che si converga sulle sue posizioni (come fece ad esempio Roberta Tatafiore).
    E questo è da evitare ad ogni costo.
    In quest’ottica quindi si antepongono gli schiamazzi di quattro rintronati a coprire il ragionamento.
    L’intento è chiaro. Si vuole far credere che tutto si riduca a quella roba li.
    Una forma subdola e ben celata di violenza anche questa.

    • 1 aprile 2019 12:51

      Infatti, come ha detto anche Simo ,scrivono cosi perchè non trovano donne, praticamente una provocazione, e se scrivessi che, le donne sono l’ultimo dei miei pensieri ? La questione maschile è ben altro , come ripeto spesso io combatto il femminismo(cioè una ideologia) e non le donne … torno a ripetermi, un uomo operaio non è privilegiato perchè è maschio ,se morire in una vasca di alluminio è un privilegio

      • Paolo permalink
        1 aprile 2019 13:25

        le persone che obbligano gli operai a lavorare in condizioni di insicurezza che ne mettono a rischio la vita non sono femministe nella maggior parte dei casi.

        il femminismo, almeno nelle sue branche più vicine al marxismo, è dalla parte degli operai e delle operaie che lottano per avere condizioni migliori, poi certo se l’operaio torna a casa e picchia la moglie in quella corcostanza il femminismo è contro di lui e schierato con la moglie ma ogni persona civile dovrebbe esserlo. (parola di figlio di un operaio che si farebbe amputare una mano piuttosto che malrattare una donna o chiunque altro)

    • 1 aprile 2019 19:58

      Paol* la questione della mortalità maschile sui luoghi di lavoro non c’entra una mazza con quello che affermi.
      Siccome non è la prima volta che te lo si dice…ritorna nuovamente la questione del tuo fare provocatorio.
      Quel tema è in relazione alla tesi sostenuta da te e dagli accoliti del femminismo, che il maschile in quanto tale goda di una condizione di privilegio.
      Quel dato invece…assieme a tanti altri smentisce radicalmente quell’assunto.
      Non c’è nessuno che obbliga il proletario a lavorare in condizioni d’insicurezza, proprio per il semplice fatto che l’insicurezza è insita ed ineliminabile in quelle mansioni.
      Quei lavori sono pericolosi per la loro intrinseca natura.
      E in quanto pericolosi, vengo svolti da uomini.
      Solo i babbei che non li hanno mai fatti possono pensare (a che titolo poi?) che bastino gli approntamenti, i presidi di sicurezza, le precauzioni…per farle diventare d’incanto mansioni “sicure”.
      Ti è chiaro ora?…o bisogna urlartelo nelle orecchie?
      .
      p.s. – svolgo l’attività di coordinatore della sicurezza nei cantieri: ci vieni a lavorare quindici giorni per tastare quello di cui parlo?
      Un carico sospeso che scende…un giramento di testa sul ponteggio…un filo scoperto nell’utensile…un camion in manovra…una protezione che cede…un disco diamantato che parte…un distacco d’intonaco in demolizione…una bombola d’acetilene che salta.
      Ogni momento è buono per crepare, per questi uomini.

      • Paolo permalink
        2 aprile 2019 00:54

        il rischio zero non esiste, i presidi e le precauzioniservono comunque a rendere il lavoro no “sicuro” ma meno insicuro

      • plarchitetto permalink
        2 aprile 2019 02:02

        Ecco vedi Paol*…questo sei te.
        Risposte provocatorie…tanto per dire qualcosa, invece di restare nel merito di quello che l’altro afferma.
        Io espongo un tema e tu contrapponi una banalità senza alcun costrutto e senso logico rispetto alla sostanza.
        Una provocatoria minimizzazione che fa trasparire il tuo assoluto disinteresse per questa tragedia maschile, animato da un calcolo e un interesse ideologico.
        Questo è il tuo modo “rispettoso” di discutere e dialogare.
        Far confusione con lo scopo di innervosire l’interlocutore.
        Questo sei te.
        Questa risposta fa capire chi sei e cosa ti muove.
        Poi la “badessa” qui presente si stupisce del fatto che sulla rete vieni preso letteralmente a male parole e sbertucciato.
        Si scandalizza se uno afferma che sei un sobillatore, un fomentatore travestito da mansueto.
        E solidarizza con te: il pezzo…….di pane.

      • Paolo permalink
        2 aprile 2019 03:26

        io sono figlio di un operaio tessile, che non mi importi delle misure do sicurezza sul lavoro per diminuire i rischi non è affatto vero

      • plarchitetto permalink
        2 aprile 2019 11:11

        Dato la sostanziale ininfluenza del tema “attenuazione del rischio sui luoghi di lavoro” rispetto alla questione di “genere” posta da Mauro e da me (e tu lo hai capito benissimo) il tuo commento non è di nessun interesse e valore.
        E dimostra ancora una volta e sempre di più…chi veramente tu sia.
        Uno squallido e cinico depistatore.

  14. Simo permalink
    1 aprile 2019 17:52

    @ Pierluigi: intanto piantala col turpiloquio, darmi dell’ idiota e termini volgari, che dimostrano quanto tu sia cafone e misogino. Difatti mi insulti e mi aggredisci. onde poi spacciarti per “amico delle donne”, quando è vero il contrario.

    e come mi tratti, quando io non ti ho insultato, lo dimostra. lo dimostra, cosa pensi delle donne… non mi stupisce che sei affiliato ai movimenti maschilisti.

    Non minimizzo niente, ho solo dimostrato che se Mauro Recher mi cita un gruppo punk che nessuno conosce (guarda anche le visualizzazioni…) ormai morto e defunto, io posso citare gruppi rock e rap, con moltissime visualizzazioni, che fanno concerti con migliaia di spettatori, che hanno fatto tantissimi cd e canzoni famosissime, che chiamano le donne “bitch, whores” e cose del genere, o dicono che è giusto ammazzarle, che sono troie, pompinare ecc.

    voglio vedere poi se tu o Mauro riuscite a trovarmi gruppi rock o rap fatti da donne che hanno lo stesso successo e visibilità dei gruppi maschilisti del rap (anche di casa nostra) che vendono la stessa quantità di cd, che scrivono cose misandriche.

    avete trovato un gruppetto di tre donne che nessuno conosce, defunto da decenni che ha pochissime visualizzazioni e commenti e lo fate passare come “violenza contro il maschio” quando è vero il contrario, nessuno le conosce, le conoscete solo voi. vi siete impegnati per andare a cercare un gruppetto di tre sconosciute ormai defunte che hanno fatto una canzone che nessuno ha considerato nella storia della musica o comunque della musica famosa, commerciale, che vende molto su larga scala.

    Io però posso citarti dozzine di gruppi rap o rock che parlano di donne e le chiamano troie, puttane, fanno canzoni pro-femminicidio e altre cose violente, o considerano la donna solo come un paio di tette e un culo e una fica (usando parole volgari, per scendere al vostro livello) nei loro video. Cose tipo Eminem, Fabri Fibra e molti altri. Ti ho citato i Motley Crue, famosissimi, che hanno sempre considerato la donna “una fica” e basta. Tommy Lee poi era anche violento, picchiò Pamela Anderson. Potrei citarti anche il compagno rapper di Rihanna.

    Certo che considero pericolosi personaggi che aprono siti maschilisti e inneggiano a fare attentati, al burqa per le donne, al picchiare le donne, ad uccidere le ex mogli, (o ad uccidere gli uomini carini o uomini che hanno la fidanzata o uomini più ricchi di loro) tutte cose che trovi scritti sui siti maschilisti degli incel e anche in siti tipo a voice for men e altri puoi trovare commenti di gente che scrive certe cose e non viene neanche moderata.

    Considero VIOLENZA (seppur “virtuale”) quanto quel sito ha fatto contro Paolo e anche se ci sono stati siti femministi che lo hanno criticato, non hanno scritto le cose infami che avete scritto voi maschilisti. o linkami pure qualche femminista abbia scritto “andrebbe abbattuto” o “leccavulve” o “castrato”. queste cose gliele dite voi , non le dicono le femministe che magari non sono d’accordo con lui.
    e anche qui, ho ragione io, altrimenti se ne sei capace, dimostra che ho torto.

    Dovete solo ringraziare che Paolo non abbia denunciato certi siti, ne avrebbe avuto (anzi, ne ha ancora) tutto il diritto. Fattene una ragione, che quello che è stato scritto su di lui è VIOLENZA ed è REATO. E non avete diffamato solo lui, ci sono state tante donne famose e meno che hanno subito lo stesso trattamento. su certi siti facebook ecc. sono state diffuse foto di donne (senza il loro consenso) intime o meno, e ci sono stati moltissimi uomini che hanno scritto le peggiori bestialità, simulando uno stupro virtuale. Una cosa del genere distruggerebbe l’autostima di qualsiasi donna, e infatti non sono poche le donne che ne hanno un danno psicologico, da cose come il Revenge porn e siti maschilisti, che tu stesso leggi e frequenti… e commenti…

    Non sono mistificazioni ed esagerazioni. e ti ripeto, spero davvero che si facciano leggi per limitare lo schifo dei siti maschilisti che fanno del cyberbullismo infame contro questa o quella donna (e anche uomini che considerate “zerbini”, perché di cose violente i maschilisti ne scrivono anche contro di loro)

    Non ho bisogno del femminismo per stare alla larga da voialtri e avere paura. Lo so benissimo, anche senza leggere siti femministi, cosa albergate nel profondo di voi stessi.

    e ti svelo un segreto: io, neanche le leggo più di tanto, le femministe più famose. Leggo praticamente solo i vostri siti, e quello che scrivete quando pensate di non essere letti dalle donne 😀 svelate il vostro animo putrido, rancoroso, maschilista all’ennesima potenza.
    Volete la donna sottomessa, oggetto, per le vostre voglie. ritenete che debba essere un vostro diritto “poter scopare donne” (le più belle, ovviamente) o avere il possesso della donna, se vi lascia è degna di essere uccisa.

    Basta poi vedere quel video sugli Incel per averne la conferma. Gente che ritiene che debba essere lo Stato a fornire “fica gratis” per le loro voglie sessuali da cavernicoli.

    Quando e se la smetteranno di trattare le donne come se fossero oggetti e bestie da riproduzione, allora di donne ne troveranno. Non vengono schifati perché “brutti fuori” ma perché sono brutti dentro e hanno una visione perversa e distorta della realtà e delle donne. che poi hanno già fatto stragi, è solo la logica conseguenza dei loro deliri e a cosa porta quell’ideologia lì.

    che ti piaccia o no, non ci sono femministe che fanno le stragi sparando per strada gridando “lo faccio per il femminismo! a morte i maschi!”

    queste cose le hanno fatte incel e mra americani, da cui voi vi ispirate per certe tematiche e dai quali prendete le idee contro le donne.

    Solidarietà a Paolo per le cose infami e da bulli che i maschilisti gli hanno riservato (non tanto qui, magari, ma altrove). Già il fatto che tu ridimensioni quanto ha subito lui la dice lunga, su come consideri la violenza e la maleducazione contro il prossimo.
    Per me quanto subisce Paolo è violenza. punto.
    Per te non lo è, non è una cosa grave.

    Se penso questo di lui, che è un maschio come te, figurati cosa puoi pensare dello stesso trattamento subito da una donna, con cose ancora più pesanti come la diffusione delle sue foto.

    • 1 aprile 2019 19:17

      Simo…tu continua a venire a provocare qua dentro con queste insulse lenzuolate e il minimo che riceverai da me sarà l’epiteto di idiota (sempre in senso etimologico).
      Te l’ho già detto una volta: a brigante brigante e mezzo.
      Quindi porta rispetto (concreto) e verrai rispettata.
      Abbassa i toni e tutti li abbasseremo.
      O pensi che il tuo apparato riproduttivo ti consenta di fare la strafottente e rimanere impunita?
      A me poi i tuoi toni ultimativi non m’intimoriscono, come non mi condizionano le tue paternali da catechista.
      E’ tutto in mano tua…

    • Andrea permalink
      1 aprile 2019 19:50

      Questo passaggio è troppo divertente…
      @@
      … queste cose le hanno fatte incel e mra americani, da cui voi vi ispirate per certe tematiche e dai quali prendete le idee contro le donne.
      @@

      ahahahah!… proprio vero che il c.d. “sesto senso” femminile è una boiata pazzesca.
      Per quanto mi riguarda, dico solo che fino a pochi anni fa non sapevo nemmeno cosa fossero gli “incel” e gli mra statunitensi…

    • plarchitetto permalink
      2 aprile 2019 02:35

      Simo…questo è una cartolina dalla Spagna per te.
      Sono le Simo spagnole…in attesa che le seguano le Simo italiane.
      Lentamente, ma inesorabilmente si comincia a capire le “reali” intenzioni delle Simo…
      .
      https://okdiario.com/espana/instituto-huelva-castiga-sin-recreo-ninos-8m-que-comprendan-mujer-3788038

      «Dopo aver consegnato i segnalibri, le alunne potranno iniziare la ricreazione. Previamente, i docenti avranno spiegato (mentre consegnano i segnalibri) il motivo per il quale le alunne possono uscire nel cortile e gli alunni no, per far capire agli alunni e alle alunne ciò che hanno provato le donne durante molto tempo nel corso della Storia, quando per la sola colpa del loro sesso venivano loro proibite certe attività, qualcosa di completamente ingiusto, ma che succedeva (e continua a succedere in certi paesi)»


      Bambini maschi di otto anni…

  15. Andrea permalink
    1 aprile 2019 20:14

    @@
    e ti svelo un segreto: io, neanche le leggo più di tanto, le femministe più famose. Leggo praticamente solo i vostri siti, e quello che scrivete quando pensate di non essere letti dalle donne 😀 svelate il vostro animo putrido, rancoroso, maschilista all’ennesima potenza.
    Volete la donna sottomessa, oggetto, per le vostre voglie. ritenete che debba essere un vostro diritto “poter scopare donne” (le più belle, ovviamente) o avere il possesso della donna, se vi lascia è degna di essere uccisa.
    @@

    Ma piantala con le stronzate, ché qualsiasi quemmista sa che sul web ci son femminucce che leggono, “vigilano” e rompono…
    E piantala anche con quell’altra scemata secondo cui “tutti quanti vorremmo la donna sottomessa”, bla bla bla, etc etc.
    Casomai siete voi femminucce/femministe a volere i cagnolini scodinzolanti, che ubbidiscono e dicon sempre sempre “sissignora!”…
    Rilassati giovanotta, ché tu campi veramente male.
    Sei giovane, fatti una vita, trovati un fidanzato e cerca di riposare la notte, anziché… “vigilare”, sennò, prima o poi, ti ricovereranno in qualche reparto psichiatrico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: