Skip to content

Il genere non violento

10 febbraio 2015

Come  ho scritto altre  volte , il politicamente corretto indica in questo teorema  ( molto semplice  tra l’altro) la verità assoluta ,cioè uomini =male  e donne= bene, questa “boutade” che  è facilmente smontabile  (come  vedremo dopo) vivono le  associazioni dei centri anti violenza che  ,chissà per quale motivo ,non amano che si parli di uomini che  subiscono violenza ,come  se  il genere femminile  non fosse capace di compiere nessun tipo di crimine  ,figurarsi se si macchiano di un assassinio …

Ne ho parlato tante volte di queste vicende e di come  sono smontabili facilmente ma se ne  occupa anche  il sito Adiatum del buon Fabio Nestola

http://www.adiantum.it/public/3617-violenza-domestica-subita-dagli-uomini—ai-centri-antiviolenza-proprio-non-piace—di-fabio-nestola.asp?nuovo=true#.VNkE2s-jlG8.facebook

In sostanza c’è una  specie di botta e risposta tra chi ha proposto con dati che  anche  gli uomini subiscono violenza e chi ,come  la signora in questione  invece praticamente nega  tutto questo dicendo che  solo e solamente la donna  subisce  ,questo è il passaggio chiave …

È una vecchia storia: appena le donne cercano di reagire allo stato millenario di oggetto di disprezzo, violenza e sottomissione, appena minaccia (ma non ci riesce) di ricambiare quello che subisce, viene tacciata di essere violenta anche lei. Perché la percezione che hanno gli uomini della presunta viokenza femminile ha una soglia vsssissima a differenza della percezione della violenza che hanno le donne storicamente ABITUATE a subirla in dimensioni abnormi. Basti soltanto pensare che nel 2013 gli uomini hanno ucciso 179 donne contro un solo uomo ucciso da una donna peraltro assolta x legittima difesa. È a dir poco drammatico che una psicologa (probabilmente a caccia di consenso e applausi maschili) si presti a fare queste ricerche davanti al macabro spettacolo di quotidiano massacro delle donne. Laddove ci aspettiamo la solidarietà femminile dobbiamo invece fare i conti con queste professioniste serve del potere maschile.

No ,avete letto bene  i numeri inchiodano a 179 a 1 e quell’unica donna  che  si è macchiata di un tale delitto è stato per legittima  difesa

Quindi ,inutile  nascondersi ,evidentemente tra i due  genere  c’è un “gene ” maschile che  induce alla violenza ,

Lo so che  i radical chic  a loro piace parlare di cultura da cambiare,che  è la società malata di patriarcato che  induce  gli uomini ad essere violenti ,al contrario delle donne , perchè parlare di geni,genere e razze fa sempre cosi tanto razzista che  poco hanno a che  fare con i salotti dei radical chic

La violenza  esercitata anche   da un sedere in bella mostra (che  io trovo demenziale) ,comunque  adiatum va anche  oltre e snocciola  un pochino di numeri

Per i femminicidi il discorso è lo stesso, i dati non combaciano: 179 dice lei, 141 dice Telefono Rosa, 133 dicono i parlamentari (Sen. Anna Serafini , relatrice del DDL 724), 65 dice l’analisi criminologica

L’analisi condotta sui 124 casi di omicidio (con 133 vittime), commessi in Italia nel 2013, – ed indicati nel ddl 724 come prova di “emergenza femminicidio in Italia” (uccisione di una donna in quanto donna, compiuta da un uomo con l’implicita volontà di riaffermare un potere storicamente ineguale fra i Generi) – ha portato ai seguenti risultati:

Io credo che , questi numeri ballerini indicano sempre che  non si sa di cosa si sta parlando ,come  gli juventini che  si mettono gli scudetti  a casaccio ( nota calcistica va beh 🙂 ) in sostanza  ancora non è chiaro cosa sia questo femminicidio perchè se no i numeri sarebbero almeno contenuti in una forbice molto più contenuta  qui si va da 179 a 65 ,peggio degli exit  poll

Lasciando stare i numeri sarebbe invece più interessante da dove viene tutta questa “paura e negazione”  che anche  gli uomini possono subire violenza , quasi da rendere inutile  un centro anti violenza per gli uomini. come  dice lo stesso articolo

Pertanto l’analisi criminologica certifica 65 donne uccise da un soggetto maschile con movente connesso alla prevaricazione di Genere

http://violenza-donne.blogspot.it/2014/09/quella-squallida-menzogna-del.html

Ma in fondo è un particolare trascurabile che i dati della Mauceri siano quantomeno fantasiosi, per non dire altro.

Anche se fossero reali sorprende l’indignazione della Prof., che va su tutte le furie perché la Pezzuolo ha osato prestarsi a studiare le vittime maschili nonostante il macabro massacro delle donne.

Eh già, non si deve dire che anche gli uomini possano subire percosse, lesioni, umiliazioni, minacce, violenze psicologiche …  figuriamoci se si può dire che anche gli uomini vengono uccisi; le vittime femminili devono monopolizzare i media, l’agenda politica ed anche gli studi di settore.

Io credo invece che  ,se i centri anti violenza fossero aperti a tutti , sarebbe un bene  per tutti ma , se cosi fosse , forse certe donne e certi uomini , perderebbero il loro “peso specifico”

Perderebbero visibilità ( anche  soldi ?) e sarebbero inutili.

Come si potrebbe spiegare che  il patriarcato non è che  una cosa astratta (come  la nebbia di Toto?) ,come  potrebbero spiegare le ricette  di cambiare gli uomini ,se anche  gli uomini subiscono violenza ?

Cadrebbe  il loro castello di carta ,  per quello la violenza sugli uomini deve rimanere nascosta

Eppure  ,dati alla mano e con i fatti ,quell’unico uomo ucciso è un dato più che  fantasioso

http://www.delittifamiliari.it/920/251-delittifamiliari-all11-novembre-2014/  al 31 dicembre le donne  erano 110 e gli uomini 79

Medicina, etologia, chimica, criminologia, politica, costume, diritti umani … ognuno è libero di studiare l’argomento che preferisce … a patto che non studi le vittime maschili, questo proprio non si deve fare.

Infatti la Prof. rimane delusa, si aspettava solidarietà femminile ed invece, pensa un po’, ‘sta sfacciata della Pezzuolo non è che una serva del potere maschile.

Solidarietà femminile non può essere sinonimo di aderenza acritica a qualsiasi delirio, basta che provenga da un’altra donna.

Vediamo come l’imparziale e democratica Mauceri appare in rete

Infatti ,si può parlare di tutto nei media , anche delle  banalità più assolute, ma  non della violenza subita dagli uomini  e che  volete far vedere  primo Carnera a terra ?

https://femdominismo.wordpress.com/2015/01/05/mai-far-vedere-primo-carnera-a-terra/

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: