Vai al contenuto

Rock and roll

27 aprile 2022

Sono appassionato di rock dall’età di 15 anni, la mia prima musicassetta (i vinili li ho ora) è stata “Back in Black” degli ac/dc, naturalmente poi sono venute altre, inutile che faccio la lista perché sarebbe tediosa e molto lunga

Ho sempre visto il genere rock come una cosa che rompeva gli schemi, qualcosa che dava energia e carica

In quel periodo c’era un canale che trasmetteva solo musica “videomusic” ma di heavy metal faceva poco o nulla, 30 minuti alla settimana, poi tolti pure quelli, (strano che, ha detta di molti, il programma piaceva pure)

Adesso il rock è questa roba qui

Pino Scotto (ex cantante dei vanadium) li chiama i codeghin, sarebbe il cotechino, ma anche di uomini abbastanza effeminati a cui piace un altro tipo di codeghin

Devo dire la verità, la canzone di Sanremo a me piaceva, certo meglio di molte altre, ma questo non è più rock, non è più rompere gli schemi questo e andare incontro alla massa e prendere facili applausi

Molto diverso da questo

In questa copertina “eddie” (la mascotte degli iron maiden), uccide l’allora primo ministro inglese Margareth Tatcher

Mi domando se una copertina del genere (Killer è uscito nel 1981) non sarebbe andato incontro a censure nei giorni d’oggi ,perché si intravede un famigerato femminicidio, invece voleva solo rompere gli schemi e andare contro il potente

Quello degli iron maiden è rock, quello dei maneskin? Propaganda politicamente corretta travestita da anticonformismo che di anticonformismo non ha proprio nulla

14 commenti leave one →
  1. 28 aprile 2022 13:14

    Se si ascoltano alcuni brani dei Maneskin al contrario si sentono distintamente le voci di Pupo, Wilma Goich e Fred Bongusto.
    .
    “gzalath al tzoccolat duolch e npo shalat”

  2. 28 aprile 2022 13:30

    Ah ah ah ah 🙂

  3. Tommaso permalink
    29 aprile 2022 23:35

    Va be’, ma anche David Bowie aveva il look effeminato. O i Kiss, Sweet o Europe o i Motley Crue, vedi l’Hair Metal. Sempre look effeminati, con il glitter e gli zatteroni. Non è che il make up e i vestiti con i lustrini o con le fantasie zebrate\leopardate li hanno inventati i Maneskin, è tutta roba che si usava già negli anni Settanta. vedi anche i Figli dei Fiori.

    • 30 aprile 2022 12:18

      Vero… a differenza che oggi, quei vestiti attilati, non sono per nienter contro il sistema, anzi è lo sistema che lo impone

      • Tommaso permalink
        1 Maggio 2022 21:22

        perdonami ma non capisco il senso della tua risposta… anche i Motley Crue, Kiss, Europe e similari mettevano trucco da donna, pure le capigliature cotonate da donna, e zatteroni, anzi, erano più simili alle drag queen certe volte, con vestiti pieni zeppi di paillettes, boa di struzzo, fantasie tigrate, zebrate, tu critichi i Maneskin che non inventano niente ma vanno proprio a riprendere quell’immagine lì, tra il glam e il rock (i completini di pelle nera e latex e borchie tipici di gruppi come i judas priest citati da pier luigi avevano un look poi ripreso da molti gay BDSM) e dici che “il sistema lo impone”.
        Il sistema non impone per niente quell’immagine, che infatti era già tipica di band degli anni ’70 e ’80.
        o, per coerenza, dici che anche David Bowie, Kiss, Judas Priest ecc. erano “per il sistema” visto che usavano quelle mise e quel make up, oppure non puoi sostenere che i Maneskin, che usano quel look, siano “per il sistema”.
        Una delle due, insomma.
        Se sostieni che “il sistema” adesso approva borchie e zatteroni anche per gli uomini, allora devi dire che il sistema approva anche Judas Priest, Iron Maiden e compagnia degli anni ’80
        A me, i Maneskin non sembrano per niente diversi da gruppi come Kiss, Alice Cooper (questo ha pure il nome d’arte preso da una donna, una che si dice sia stata bruciata come strega) Europe, Motley Crue e compagnia hard rock e metal che andava in quel periodo dove quasi tutti avevano il trucco e pure i capelli da donna.
        e visto che quei gruppi inneggiavano al sesso e alle droghe non puoi dire che erano del sistema.
        Tra l’altro non mi pare che David Bowie fosse “solo eterosessuale” e per il cantante dei Judas Priest sono più che certo che sia omosessuale dichiarato. ha fatto coming out qualche anno fa.
        Allora anche i Judas Priest sarebbero “del sistema” o della lobby femminista LGBTQ?! o questi no perché sono degli anni ’70 e ’80 e allora va tutto bene, i Maneskin hanno la colpa di essere “di questi anni” e allora non vanno più bene?
        c’è un palese controsenso in quello che hai scritto.

        e poi quale sarebbe la musica “virile per veri attivisti della QM”? il glam rock non va bene perché i gruppi si vestono da femmine e da drag queen e si parla di sesso libero, allora solo la classica va bene, perché Mozart e Bach e Beethoven si vestivano da veri maschi del loro tempo? il Jazz non va bene perché altrimenti è fare un favore alla lobby del Black Lives Matter? il punk non va bene perché sennò è da Pussy Riot e quindi lobby femminista?
        la musica lirica idem, perché ci sono tante soprano, quindi è musica femdominista?
        il country non va bene perché sennò è fare apologia al capitalismo americano? il pop non va bene perché è in mano agli Illuminati e si vedono i messaggi subliminali nei video, con le piramidi e l’occhio di Horus? (ho sentito anche corbellerie del genere…)
        Bah…

        per me sono ragionamenti assurdi.
        ma poi davvero qualcuno nell’androsfera è pure capace di ragionare così, perciò “Maneskin = gruppo della lobby femminista LGBTQ”, allora a questo punto ci dobbiamo mettere dentro, per coerenza, anche tutti i gruppi hard rock dagli anni Settanta ad oggi, che erano vestiti pure più effeminati dei Maneskin, no?, tipo i Kiss o David Bowie che era pure “alieno\androgino” (vedi nel film “Labyrinth”) Allora pure David Bowie, “prodotto della lobby LGBTQ”? e i gruppi beat anni ’60, pure quelli “lobby trans” perché avevano i pantaloni e i camicioni a fiori?

        ma siamo seri…

  4. 30 aprile 2022 15:56

    Judas Priest
    Quarantadue anni fà…
    – – – – – – – – – – – – – – – – –
    There I was completely wasting, out of work and down
    Ero completamente a pezzi, senza lavoro e giù
    .
    All inside it’s so frustrating as I drift from town to town
    Dentro me è così frustrante mentre vado alla deriva da una città all’altra
    .
    Feel as though nobody cares if I live or die
    Mi sento come se a nessuno importasse se vivo o muoio
    .
    So I might as well begin to put some action in my life
    Quindi potrei anche iniziare a mettere un po’ d’azione nella mia vita
    .
    You know what it’s called
    Tu sai come si dice…?
    .
    Breaking the law, breaking the law
    Infrangere la legge, infrangere la legge
    .
    Breaking the law, breaking the law
    Infrangere la legge, infrangere la legge

    • Tommaso permalink
      1 Maggio 2022 21:04

      evidentemente non sai che il loro cantante è gay. Si è citata la lobby LGBTQ gender e poi tiri fuori uno dei pochi gruppi heavy metal che ha il cantante gay

      • 1 Maggio 2022 23:16

        Tommaso…girami al largo per cortesia.

      • 2 Maggio 2022 20:45

        Si ,infatti si è sempre dichiarato gay e allora “sti cazzi”? I “quemmisti” di destra sono come le femministe, prima vedono l’orientamento sessuale o il sesso di appartenenza e poi giudicano, perchè ,prendiamo i juidas priest,non dico siccome ha il cantante gay non li seguo che è la stessa stronzata di dire “accidenti è gay che figo !!! ” lo seguo perchè mi piace ..un altro esempio sono le cosiddette boyband ,non hai idea di quanto mi da fastidio sentire orde di ragazzine dire “oh ,quanto sono fighi” al posto di “oh quanto sono bravi” ,il ragionamento è lo stesso

      • 3 Maggio 2022 10:25

        Guarda Mauro…io non ho più voglia di perdere tempo con disagiati di questo livello.
        Personaggi dotati solo di vis polemica da ragazzini di seconda media e la capacità dialettica di un tombino.
        Ad avvalorare la tua tesi, ho postato l’estratto del testo di “Breaking the Law” dei JP per mettere in risalto la carica eversiva di un brano di quarant’anni fa rispetto a quelli contemporanei.
        E questo co*****e, autocertificando la sua pochezza e malafede, se ne esce con argomentazioni di carattere sessuale-identitario.

        D’altronde sappiamo bene chi sia Tommy fluid.

  5. Tommaso permalink
    3 Maggio 2022 07:00

    pier luigi, se scrivi pubblicamente e ti esponi, devi anche accettare che pubblicamente qualcuno ti faccia notare che hai scritto una sciocchezza o un palese controsenso. “stammi alla larga”, quindi non si può replicare o commentare a quello che scrivi? è tutto oro colato, sempre corretto e veritiero a priori, va tutto letto con tanto di riverenza e inchino?

    Lo dico per voi, eh: con post del genere fate figuracce.

    si sono criticati tali Maneskin, gruppo rock di moda di questi nostri anni, che non inventano nulla, visto che vanno a riprendere gruppi degli anni ’80 molto più estrosi se non “gender” di loro (e ho fatto un mucchio di esempi) dicendo che propagano il gender, come se Kiss e compagnia varia degli anni ’70 e ’80, riconosciuti come mostri sacri dell’hard rock (e ascoltati pure da voi) non avessero gli stessi testi inneggianti a sesso libero, gender, droghe, zatteroni, glitter, fantasie leopardate, completini sadomaso.

    Lo stesso pierluigi cita un gruppo che ha codificato l’estetica sadomaso del “leather”, tutto borchie e cuoio, col cantante gay, e infatti quell’estetica è tipica anche di certi omosessuali sadomaso, tanto che è diventato persino un clichè (con la parodia dei Village People alla “YMCA”), ma pierluigi riporta proprio, forse senza saperlo, un leader gay in un post dove si critica un gruppo di eterosessuali che sono a favore dell’omosessualità, facendo ridere chiunque ascolti questa musica o conosca questi gruppi, visto che criticate i Maneskin che dovrebbero essere “un prodotto della lobby LGBTQ femminista” e tu mi tiri fuori un gruppo che ha proprio un leader gay, tra i pochi della scena metal, per giunta, scena musicale che non brilla per omosessuali coinvolti, esattamente come la scena rap… anzi, quest’ultima è “famigerata” per l’omofobia e le invettive contro donne e omosessuali e nelle sue forme estreme, con alcuni suoi esponenti coinvolti in droga e rapine, ha portato persino a omicidi.

    o le critiche che fate ai Maneskin le fate anche per i mostri sacri dell’hard rock (e invece non le avete fatte, per l’appunto, sapete bene anche voi che sono gruppi storici) oppure questo post non ha alcun senso, è una contraddizione, un ossimoro.

    I Maneskin sono un gruppo rock che riprende estetiche, concetti, provocazioni di gente (più famosa di loro e anche “più storici di loro” per qualità e quantità di album, ma solo il tempo potrà dirlo… chissà, tra vent’anni magari i Maneskin saranno ancora qui e messi sullo stesso piano dei Led Zeppelin, AC\DC, Whitesnake o dei Motorhead…) che già suonava negli anni ’70 e ’80, anche più estremi di loro, anche più “gender” di loro, anche più scandalosi di loro.
    Il rock, già con Presley e ancor prima con il Blues, è sempre stata una musica scandalosa, associata al diavolo (tutti i gruppi che ho citato si sono beccati le loro accuse di satanismo da parte dei benpensanti bigotti, vuoi per i testi, vuoi per i messaggi subliminali veri e presunti dei loro vinili o dei loro show), mai “per il sistema” (al massimo lo è il pop o la classica, musica “del sistema”, accettati e ascoltati dalla maggioranza e nel secondo caso pure da gente che poi si vanta di essere “d’elite”). Lo stesso Jazz agli inizi era osteggiato e considerato musica dei bassifondi e per neri poveracci, ha cominciato a diventare “di sistema” quando sono spuntati musicisti bianchi ed è stato sdoganato (specie con le big band dello swing) per un pubblico bianco, e suonato nei bei locali per i borghesi figli di papà.

    Perciò, o vi scandalizzate contro tutte queste band (come fanno sui siti bigotti che criticano tutto l’hard rock e metal, scrivendo che inneggiano a droghe e satanismo et similia, vedi tutti gli articoli scritti da vari esorcisti e giornalisti cattolici contro Marilyn Manson e similari) e quindi il vostro post sui Maneskin ha senso, oppure è un palese controsenso, perché non potete sostenere che i Maneskin siano “prodotto della lobby LGBTQ gender femminista” e quant’altro, se questa stessa accusa non la muovete anche verso David Bowie, Kiss, Europe, Motley Crue, Alice Cooper, Sex Pistols e compagnia, tutta gente che si truccava, spesso anche da effeminati, aveva i capelli lunghi e\o cotonati, zatteroni, completini leopardati\zebrati, bandane con i fiori, boa di struzzo, completini sadomaso.
    I gruppi dark si truccavano pure da vampiri, per dire, con uomini che si mettevano o mettono rossetti neri, eyeliner nero e smalti neri e camicie con le maniche a sbuffo stile “intervista col vampiro”.
    Che differenza c’è, allora, tra queste band, giudicate mostri sacri dell’hard rock e i Maneskin che tanto dileggiate con questo post? Bho.
    Il bello è che siete pure amanti dell’hard rock, a quanto scrivete qui.
    Bha. Siete proprio coerenti, eh

    Potevate dire “i Maneskin non sono ai livelli dei Kiss perché la qualità delle loro canzoni non è come quelle dei Kiss”, critiche del genere, argomentate, ma non spacciarli come band della lobby gender quando le stesse cose che fanno\mettono loro sono cose usate da sempre nella musica rock.

    Suvvia, siamo alle basi, all’ABC della musica rock, e se non si hanno certe competenze è meglio evitare di scrivere strafalcioni o rispondere piccati se si viene corretti.

    Tra l’altro ad essere molto più gay friendly sono musiche come la disco music o la musica elettronica “easy”, visto che sono spesso il sottofondo musicale delle serate nelle discoteche gay. O fenomeni come la Carrà, amatissima dal popolo LGBTQ che l’ha rivendicata come “suo simbolo”.
    Però a questo punto dovreste sostenere che “Village People, ABBA e Donna Summer sono prodotti della lobby LGBTQ per far diventare gay i nostri figli” (come si legge su certi siti…). Cadremo veramente nel ridicolo… al pari di chi vede il diavolo in qualsiasi cd rock o persino nei cartoni animati.
    ecco, considerare i Maneskin “parte del grande complotto dell’agenda gender” è qualcosa di simile… fa proprio quell’effetto, stile “rettiliani, illuminati e covid”, e ve lo dico proprio con simpatia.

    Quanto alla frecciatina del “quemmista di destra”, caro recher, criticare la sinistra di adesso e in particolar modo il tuo amato comunismo che ha portato a dittature ovunque, dalla Cambogia alla Cina, dalla Russia alla Romania, Albania (i “paradisi dell’Est”, secondo certuni della QM, esterofili di tali paesi…) non è “essere di destra”, non necessariamente.
    Si può essere di destra e criticare i regimi (dittature) comuniste, i loro orrori e massacri, e criticare pure la sinistra di adesso, ma si può anche essere apolitici o anarchici.
    O semplicemente onesti intellettualmente nel riconoscere che il tuo amato comunismo è un’ideologia utopistica e se applicato alla realtà, pure criminale.
    O adesso vienimi a dire che nella Cambogia di Pol Pot “era un paradiso per i lavoratori, come si viveva bene”.

    E sì che non sei un 14enne, dovresti avere memoria storica di realtà come la Romania comunista, di come si viveva in quel periodo in quelle zone… nei regimi comunisti gli operai non avevano alcun diritto, come ti piace sognare nella tua visione ideale di comunismo, crepavano di lavori usuranti per costruire scempiaggini e mostri architettonici inutili.
    E non farmi dire nulla sulla persecuzione contro i dissidenti (che fossero preti, cristiani, “borghesi”, intellettuali o gli stessi contadini che si rifiutavano di consegnare le derrate alimentari al Partito) e sul concetto comunista di “rieducazione”.

    Ma poi scusa… se si stava tanto bene nei paradisi terrestri comunisti… perché il popolo viveva in miseria e sono emigrati (scappati) in massa? come gli albanesi negli anni ’90? Avrai memoria almeno di questo, dell’esodo di massa di albanesi e romeni negli anni ’90, approdati qui da noi?

    vedo che è un ragionamento dualista dal quale non riesci ad evadere: ti si critica il tuo amato comunismo e subito pensi “è uno di destra”. Non riesci proprio a non cadere in questo dualismo del “se mi tocca il comunismo, allora è uno di destra\leghista”

    Bah.

  6. Tommaso permalink
    4 Maggio 2022 22:43

    sì, pierluigi “il diversamente lettore”, è paradossale che in un post dove si criticava un gruppo di eterosessuali che “lottano per i diritti LGBTQ” (vestiti pure più decentemente di chi, negli anni Ottanta, si metteva i completini sadomaso che attizzavano i gay o si faceva i capelli cotonati biondo platino vestendo zatteroni e lustrini) tu tiri fuori l’unico gruppo metal famoso con il cantante gay.
    Non un etero che “fa la battaglia per i gay” come i Maneskin, da voi dileggiati, ma un gay.

    Quindi sotto un post che “vuole criticare la lobby LGBTQ e la sua agenda”, tu tiri fuori l’unico gruppo metal con il leader gay.

    ahahahaha, non perdo di nuovo tempo a spiegarti il PARADOSSO e il COMICO INVOLONTARIO della cosa, del resto tu sei specialista in questi ambiti.

    E madamigella pierluigia si sente offesa se qualcuno “glielo fa notare” che ha scritto sciocchezze e controsensi. Eh, bisogna fare la riverenza prima di replicare (osare replicare) a sua maestà

    Ma non è che a forza di leggere siti da gattare femministe hai assorbito la loro acredine? dell’offendersi e battere i piedini stizzita e offesa se qualcuno ti fa notare che hai fatto un errore?

    il dubbio comincia a venirmi

    sì, dai, i Maneskin portano avanti l’agenda LGBTQ secondo il genio che ha creato il meme (e da voi approvato), i Kiss con i lustrini e gli zatteroni, David Bowie asessuato vestito da re dei goblin, Europe con i capelli più cotonati di Dolly Parton e Judas Priest vestiti in borchie e leather no, assolutamente, non portano avanti l’agenda LGBTQ.

    siamo al ridicolo.

    Ma lasciate stare la musica rock, invece di scrivere certe scempiaggini.
    ché bastano e avanzano i bigotti che dietro un cd rock e metal ci vedono Belzebù senza che si legga di complottismi in salsa gender pure sui siti della QM.
    (basta e avanza il complottismo da NWO\vaccini\covid)

  7. 8 Maggio 2022 20:20

    Lo avete chiamato?
    O perlomeno sussurrato?
    Bene, adesso arriva…

  8. 8 Maggio 2022 20:28

    I Maneskin non so, però una volta ho sentito una canzone di Achille Lauro: è roba per ragazzini commercialissima, decisamente sottotono, ma perlomeno non fa venire sonno quanto Sferaebbasta.
    A me tra i cantanti odierni piace lui:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: