Vai al contenuto

Ricordi di gioventù

11 agosto 2021

Torno a casa dopo una serata fuori e vedo due ragazzi sui 20 anni insieme a 2 tr0i0ne della madonna, mezze nude, da erezione immediata.

Ho qui assistito a un dialogo crudissimo che riporto qui sotto

:Np1: “Grazie per la cena ragazzi, adesso noi pensavamo di andare al Twiga”

Ragazzo1: “si ma con che macchina?”Np1: “Beh con la vostra, ovvio”

Ragazzo2: “ma noi non abbiamo la macchina”Np2: “Vabbè ragazzi allora state qua, noi andiamo e buonanotte

”Le np sono andate verso il parcheggio a cercare un passaggio mentre i 2 ragazzi sono rimasti lì umiliati e muti, sembravamo Teocoli e Di Francesco in abbronzatissimi

p:s np SAREBBERO LE DONNE che loro parafrasano come “non persone” (il che non mi trova per nulla d’accordo, ma non è questo il tema)

Questo scambio l’ho letto sulla pagina facebook del redpillatore (non faccio ora, perchè sarebbe troppo lungo, spiegare la teoria della red- pill, anche se credo ,chi segue queste tematiche , dovrebbe averne almeno una infarinatura)

Orbene, questo scambio di battute, mi ha fatto venire in mente, quando da giovane, per aiutare un amico che aveva una cotta da liceo,(infatti avevamo 18-19 anni) andavamo in montagna dalle parti di Asiago a trovare la tipa in villeggiatura (con tanto di amiche, che sono parte importanti della vicenda)

La ragazza (e le sue amiche) era la classica paninara di quel tempo, tutti vestiti firmati e poca sostanza, musica ovviamente paninara (se dico Eros Ramazzotti, credo che avete capito il senso) con tutto il contorno dietro

Poca speranza per il mio amico, oltre che ascoltava musica diversa (che, a quel tempo, era una stigmate, altro che green pass) e soprattutto il più grande dei peccati.. NON AVEVA LA MOTO ovviamente non il motorino (il ciao della piaggio per intenderci) ma almeno la tuareg (moto che andava per la maggiore) e pochi soldi (cavolo eravamo studenti )…

Lei … “Mi sembra interessante questo ragazzo”

La sua amica … “Si ,ma non ha la moto “, ed eri fregato

Sono passati 30 anni ed ,a scanso della grande emancipazione femminile, non è cambiato niente

6 commenti leave one →
  1. Zorash permalink
    11 agosto 2021 10:30

    Potrebbero passare altri 30.000 anni, ma le femmine rimangono quello che sono da sempre: PARASSITE. E l’emancipazione femminile è una cazzata femminista.

  2. alex1 permalink
    11 agosto 2021 11:16

    A me capitò di essere rimproverato, a 30 anni, da una mia collega di Padova perchè non avevo la macchina. Mi disse, “bisogna farsi la macchina, perchè non puoi pensare gli altri ti scarrozzino su e giù ogni volta (abitavo nella stessa sua città, peraltro). La stessa cosa mi disse un’altra donna di quella città, ed il buffo era questa qui non aveva la macchina neanche lei, però era brava ad organizzare gli inviti del gruppo e farsi accompagnare.

  3. vito permalink
    11 agosto 2021 11:19

    Un consiglio ai ragazzi : le dinamiche sessuali si delineano non in pochi giorni o in poche ore ma in pochi minuti quindi se dall’ altra parte non notate qualcosa per mille variabili lasciate perdere immediatamente senza sprecare tempo, energie e la paghetta ( intesa anche come stipendio da fame di questo periodo storico). Fatevi una passeggiata in mezzo alla natura, una chiacchierata con un buon amico, una pizza davanti a un cult movie o una grassa canna di erba, insomma tutto fuorché stare appresso a questa merce avariata. Auguri boys, io ho già dato, viva le mignotte !

  4. Lord Brett Sinclair permalink
    11 agosto 2021 12:18

    A forza di metterle su un piedistallo abbiamo creato dei mostri ripugnanti, un branco di arroganti serpi mangiasoldi che non hanno nessun rispetto non solo degli uomini, ma degli esseri umani.

    • Tommaso permalink
      26 settembre 2021 23:32

      purtroppo, già Dante aveva messo sul piedistallo una femmina… come tutta la poesia dell’Amor Cortese, con l’idea dell’uomo-cavaliere che si inzerbina per la dama…

  5. Andrea permalink
    13 agosto 2021 02:48

    @@
    Sono passati 30 anni ed ,a scanso della grande emancipazione femminile, non è cambiato niente
    @@

    No, Mauro, non è cambiato niente;
    Non c’è stata alcuna “inversione dei ruoli”, la solfa è sempre la stessa.
    Personalmente son del parere che, contrariamente a quanto si racconta sui media mainstream, la vita di milioni di uomini sia costellata di piccole e grandi umiliazioni nel rapporto con l’altro sesso.
    Molto ​di più di quando accade al contrario.
    Già il fatto cdi doversi esporre, di doverci provare, di dover fare sempre tutto, comporta per forza di cose il rischio di incorrere in qualche umiliazione.
    Poi, che tanti uomini non lo ammettano è storia vecchia, così come è storia che le femmine non siano in grado di capire i problemi della controparte maschile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: