Vai al contenuto

Maschi

16 agosto 2019

Non sapevo veramente  come  intitolare  questo post, devo ricaricare  le  pile, abbiate  pazienza

Comunque  sia,  ho letto questo post de ” Il maschio beta” (credo che  sia una  pagina  che  piacerebbe  a  jaro, a volte  credo che  sia proprio lui  l’admin di quella  pagina)

My two cents sul #DecretoSicurezzaBis (chiamiamolo così perché Decreto “non abbiamo mai negato di essere fascisti e ora non ci nascondiamo nemmeno più” era troppo lungo).
Io continuo a sperare che questa barbarie venga rigettata dalla Corte Costituzionale, perché viola i principi di solidarietà dell’art. 2 e pone seri limiti alla libertà di espressione sancita nell’art. 21.

Detto da  uno che  mi ha  bannato dalla  sua  pagina, la  cosa  fa  abbastanza  sorridere

Per quanto riguarda quest’ultimo, vengono posti dei vincoli alle tenute e ai comportamenti in caso di manifestazioni, ma vengono anche inasprite le pene per resistenza a pubblico ufficiale. Da più parti, da tempo, si chiede che i poliziotti indossino numeri identificativi, in modo da rendere chiaro chi picchia e chi fa solo il suo dovere; questo manca nella nuova legge e non occorre grande sforzo per vedere come tutto miri a scoraggiare le manifestazioni e a tollerare (se non a incoraggiare) gli abusi delle forze dell’ordine. È questo è l’elemento fascista di questa parte del decreto: uno sbilanciamento ancora più pronunciato fra i poliziotti e i manifestanti, in quanto quelli avranno licenza di manganellare senza subire conseguenze, mentre questi non potranno più indossare caschi o portarsi appresso nessun mezzo di difesa personale perché dovessero ribellarsi verrebbero accusati loro di resistenza a pubblico ufficiale. 

Se legge  Rino, mi ha  raccontato di quella  volta  che, alla  riunione  dei maschi selvatici (mi sembra), erano in 8 e  uno era  un agente  della  digos ,quindi “noi maschilisti” siamo già avvezzi  alle  retate  della  polizia (una  cosa  del genere era  avvenuta anche  in Svizzera(io non ero presente  in entrambi i casi) ma  mi è stato raccontato di questi episodi

Per quel che riguarda invece le disposizioni relative all’immigrazione via mare, molti altri si sono pronunciati molto meglio di me e non c’è niente di più significativo che potrei dire io. Dico solo che a prescindere dalle conseguenze pratiche di questa legge, quello che mi disturba profondamente è il clima in cui è stata concepita e varata. Che alla fine venga bocciata o meno dalla Consulta, essa segna comunque un punto di non ritorno: è stata votata con la fiducia solo per non far cadere il governo, e se i sondaggi tanto sbandierati sono realistici, come pare, è una legge che gode delle simpatie o dell’aperta approvazione di un italiano su due.

Un italiano su due che dovendo scegliere se salvare dei naufraghi che stanno annegando o brindare alla loro morte, sceglie di brindare e festeggiare.
Un italiano su due.

Chi e  causa  del suo mal pianga se stesso, vado a spiegarmi

La  sinistra  fucsia  e fighetta , tra  le  quali ha  simpatia  anche  l’admin della  pagina, invece  di dividere  la  gente  in buoni o cattivi in base o al sesso, o al colore della  pelle, ragionasse  in classe  sociale ,sarà anche  un discorso da  vecchio comunista, ma  le  cose  andrebbero diversamente, invece  gli esponenti di questa sinistra  dicono che  il male  della  terra  è il maschio bianco ed etero , succede  come  a  scuola  che  il bambino con gli occhiali, sempre  preso in giro, quando arriva  il compagno grasso, sarà (quasi certamente, il 100 % non c’è mai)  proprio il bambino con gli occhiali ad essere il più terribile  verso l’ultimo arrivato

Ma arriviamo al punto finale

Questa pagina vorrebbe contribuire a creare un maschio diverso, e se è innegabile l’elemento machista e violento nella persona dell’attuale ministro dell’Interno e di tantissimi simpatizzanti, è anche vero che qui si va al di là della pur importantissima questione di genere e occorre ribadire che basterebbe anche solo rimanere esseri umani

Ecco il punto, questa situazione  è dovuta  al maschio, come  se  non ci fossero donne che ragionano allo stesso modo,  e di quante  donne  adorano il ministro dell’Interno (basterebbe  poco, basterebbe  che  indossasse una  tuta da metalmeccanico e  vedrai quanti like  e cuoricini perde) ,infatti la  pagina  non vuole  creare  un essere  umano diverso, ma  un maschio diverso, le  donne  sono perfette

Sono discorsi fascisti ,ma  non ditelo all’admin della  pagina, che  poi ci resta  male  🙂

 

 

 

17 commenti leave one →
  1. Jaro permalink
    16 agosto 2019 15:55

    no Mauro, mi dispiace deluderti ma non sono io, e neanche lo seguo quel sito.
    di roba femminista leggo solo Ricciocorno.
    di roba maschilista leggo te e i post di andrea e amichetti altrove. 🙂
    il resto del tempo lo passo a cazzeggiare tra videogiochi e altro
    oltre che lavoro precario (così facciamo contento andrea)

    spero di non averti dato una delusione, ma davvero basta e avanzate voi, qui dentro 🙂

  2. Jaro permalink
    16 agosto 2019 16:01

    Comunque caro il mio Mauro per non sentirti più offeso da questi bloggher perché non ci ripensi e non ti definisci anche tu “gender fluid”? in questo modo non ti tocca più se qualcuno parla di “maschi cattivi” 😉

    ah ah aha aha ah ah

    dai, fallo il post su Ivana Trump. che così ridiamo un po’ in questo torrido post-ferragosto

    • 16 agosto 2019 17:44

      ignoro cosa abbia fatto Ivana Trump (evidentemente mi è sfuggito) hai qualche link ,cosi mi informo

      • Jaro permalink
        17 agosto 2019 09:23

        ma perché ti aveva bannato? 😦

      • 17 agosto 2019 11:58

        Devi chiederlo a lui, nei miei interventi non c’era mai qualcosa di offensivo

  3. 16 agosto 2019 18:29

    “This page isn’t available”

    • Jaro permalink
      17 agosto 2019 09:21

      appunto, l’hanno già cancellato 😦 così non saprò mai cosa c’era scritto per integrale… 😦

      • 17 agosto 2019 11:57

        grazie, non me ne ero accorto ,ora il link dovrebbe funzionare,

  4. Andrea permalink
    16 agosto 2019 20:39

    Ascolta, jaruccia, non avevo alcun dubbio in merito al fatto che non hai un cazzo da fare tutto il giorno.
    Ed è anche per questo che ti ho più volte consigliato di rivolgerti a qualche buon psichiatra, che potrebbe meglio centrare il motivo per cui un giorno ti senti femmina e l’altro maschio.
    Al riguardo te ne segnalo alcuni(e).

    https://www.miodottore.it/psichiatra/perugia

    • Jaro permalink
      17 agosto 2019 09:15

      sei proprio tardo di comprendonio (dai, pompati con meno steroidi… altrimenti il cervellino collassa e già ne hai poco e questi sono i risultati) la transessualità e l’omosessualità non sono più considerate malattie (e finalmente)

      dallo psichiatra ci devi andare tu, a raccontare che odi le donne e vuoi pestarle
      e che sei pure ossessionato da tua madre e da tua sorella 🙂

      poi oltre che maschilista sei pure razzista. insomma, il peggio del peggio 🙂

      • Andrea permalink
        18 agosto 2019 16:00

        Anche ‘sta storia che “odio” le donne e voglio “pestarle” ha proprio fracassato i coglioni, sottospecie di ritardata mentale, dotatA del QI di un moscerino.
        Ritardata, oltre a Mauro ringrazia tuo padre e tua madre che ti mantengono, permettendoti così di non fare un cazzo tutto il giorno e di venire qui a rompere i coglioni.

        —————–

        PS: comunque il prossimo mese tornerò ad allenarmi…
        Sei sempre invitata a venire ad allenarti con me…
        Dai, che lì è tutto legale.

  5. Er Bresaola permalink
    16 agosto 2019 21:35

    ahaha che cazzo di mezzeseghe ridicole. Mi piacerebbe vedere i porti spalancati e l’invasione musulmana che diventa realtà, così questi omuncoli verranno decapitati in piazza tra le risate della gente sana di mente.

  6. Enrico permalink
    17 agosto 2019 01:12

    Diventare quel “Maschio diverso” implica l’assunzione di comportamenti e attitudini darwinianamente svantaggiosi, ergo è un meme destinato a fallire.

  7. 17 agosto 2019 17:24

    aaaah.., ma l’autore è abbastanza rinomato… è un depresso post trauma (probabie il padre lo abbia maltrattato, forse anche abusato) che ha messo la sua sofferenza negli studi. il risultato è tutto un qualunquismo che si sposa perfettamente nel femminismo: “maschio tossico violento tutti stupratori”. è l’inno della mediocrità vendicativa, perfettamente calzante in una figura dedita alla religione femminista.
    a leggere alcune sue parti, risplende proprio la mancanza di figure maschili guida: lui che non riesce a fare sesso, poi trova una che gli concede l’atto, poi ancora lui succube di una fidanzata oppressiva (ma no) e lui che tratta male colei che gli ha donato l’atto sessuale, ormai incastonato in un altare di santitudine. è tutto un travaglio di percorso interiore per affondarsi in turbinio di angosce masochiste ed auto celebrative.
    ovviamente… tutto quello che lui ha vissuto, è per tutti così. non vede altro se non quel che ha vissuto. un vissuto triste ed abbastanza merdoso, in franchezza. per cui lui come lo digerisce? colpa dei maschi macho! colpa del patriarcatooh!

    a me il sig.salvini può anche starmi antipatico e posso anche trovarlo di una ottusità ed ipocrisia unica. ma è il sig.salvini, non attribuisco le sue non qualità al resto della popolazione italiana. maschile, oltretutto.
    ma vabbè… è femminista, è automaticamente giusto per la società.

    • plarchitetto permalink
      17 agosto 2019 22:33

      Sembra l’identikit del cojone jaro…ahhhh ahh ah ah ah.
      .
      Ma pure dell’ineffabile Paolo Littleboxes…e di tutta quella manica di maschi-pentiti a cui auguro di finire nella merda antimaschile a cui entusiasti contribuiscono.
      Feccia della peggior specie.

  8. Jaro permalink
    28 agosto 2019 17:02

    eh Andrea, lo so che vuoi pestarmi 🙂
    Ti linko qui qualche informazione utile presa dal sito “piuvivi” che ti fa capire a cosa andrai incontro verso i 50.
    Ora nei hai 48, dai, che tra qualche anno… ci siamo 😉

    L’invecchiamento porta inevitabilmente a diversi cambiamenti fisici, uno dei più evidenti è proprio la perdita della massa muscolare e della forza. Tale processo di decadimento viene indicato con il termine sarcopenia, che in greco significa “perdita di carne”. La sarcopenia è strettamente legata non soltanto a una detrimento dei muscoli, ma anche a una diminuzione della vitalità, perdita dell’equilibrio, andatura lenta, facilità nel cadere e nel procurarsi fratture.
    La massa muscolare cresce a partire dall’infanzia e si sviluppa durante tutta l’adolescenza con picchi che vengono raggiunti in tarda adolescenza, fino anche ai 30 anni. Dopodiché, i muscoli cominciano a consumarsi lentamente. Di solito, dai 25 a 50 anni il calo della massa muscolare è mediamente di circa il 10 per cento. Dai 50 anni il tasso di declino inizia leggermente ad accelerarsi, ma il vero declino comincia a 60 anni. Quando si raggiungono gli 80 anni la massa muscolare tende a essere poco più della metà di quella che era a 20 anni, a meno che si prendano delle misure per contrastare il decadimento muscolare.
    Le cause della sarcopenia
    Uno dei problemi chiave alla base della sarcopenia è che, con l’età, le cellule muscolari perdono la loro capacità di rispondere alle sostanze che promuovono la crescita, in particolare all’insulina e ai fattori di crescita insulino-simili (IGF). L’insulinoresistenza è anche la causa principale della maggior parte dei casi di obesità e di diabete di tipo 2. Un altro fattore alla base dello sviluppo della sarcopenia è l’infiammazione, diversa da quella che si verifica quando si ha una distorsione alla caviglia o ci si sbuccia il ginocchio. L’infiammazione di cui bisogna preoccuparsi è conosciuta anche come “infiammazione silente” o “infiammazione silenziosa”, uno dei problemi alla base di quasi tutte le malattie cronico-degenerative tra cui: malattie cardiache, cancro, ictus, diabete e morbo di Alzheimer. Tali infiammazioni vengono contrastate innanzitutto con una dieta sana ed equilibrata, e con la diminuzione del consumo di cibi infiammatori.

    Capito, cosa ti succederà, vigoressico troglodita? 🙂 altro che fare minacce velate di pestaggi

  9. Andrea permalink
    28 agosto 2019 20:03

    Ma ti rendi conto di quanto sei ridicolA, Jaruccia “cara” ?
    Tu vieni a parlare a me di sarcopenia ?
    Ehi, bambina, quando io iniziai a praticare il judo, tu non eri ancora nata… perciò cosa credi di potermi spiegare ?

    Tutto ha un inizio e una fine, ragion per cui, se alla vecchiaia ci arriverò, per forza di cose non sarò più quello che ero un tempo, e che in buona parte sono ancora oggi.
    Perché, vedi, a parte i periodi estivi, io seguito ad allenarmi…

    La c.d. sarcopenia ha un impatto maggiore nei soggetti sedentari e in chi ha un’alimentazione inadeguata alla salute dei muscoli. In altre parole, la sarcopenia ha ripercussioni più profonde se è abbinata alla sedentarietà e alla cattiva alimentazione.
    E questo non è il mio caso.
    Piuttosto parlami di te… quanto sei alta ? Quanto pesi ? Fai sport ? Quanto… sollevi alla panca ? Dieci chili…? E come credi sarai da vecchia, se ci arriverai ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: