Vai al contenuto

Sette anni fa

20 aprile 2019

Fabrizio Marchi ha  postato questa  foto su facebook

57395837_1135763999947263_7910419569762631680_n

La  prima  riunione  a  Roma  del movimento degli uomini beta

Sette anni e  di strada e  di strada  ne  abbiamo fatta  ,ma  c’è ancora l’ Everest da  fare

Questi maschilisti brutti ,sporchi e  cattivi (come  ha  scritto lo stesso Marchi) avevano la  presunzione  che, essere  nati maschi ,non sia  poi cosi sbagliato

Avevano poi la  presunzione di credere  che  esistono uomini in difficoltà ,uomini che  lavorano e  uomini che  muoiono sul posto di lavoro e, addirittura,uomini che  subiscono violenza  (incredibile questa  cosa)

Non si applaudiva  ne  ai vari potenti della  terra  perchè erano uomini (come  sembra  che  facciano le  femministe  che  “basta  che sia  donna” ) ne  ai violenti (come  fanno le  femministe con frasi tipo “grande  donna”, quando è lei a compiere  il delitto ), ma  si voleva  far  credere che  un netturbino, un operaio e/o un precario o ,peggio ancora, un disoccupato,  non fossero dei privilegiati perchè maschi ,bianchi ed etero

Il quadro dietro alla  foto non è stato scelto per  caso

 

62 commenti leave one →
  1. Paolo permalink
    20 aprile 2019 20:37

    mi fai almeno un nome di una femminista dichiarata (non una tizia qualsiasi sconosciuta che commenta su facebook) che abbia esultato quando una donna uccide un uomo?

    • plarchitetto permalink
      21 aprile 2019 12:19

      Paol*..cos’è una femminista dichiarata?…quelle iscritte alla federazione?
      Ti rammento che per il femminismo ogni donna è femminista nel momento in cui lo mette “in pratica”…anche solo enunciandolo.
      Le fantomatiche “pratiche” son ‘sta roba qua.
      La vera e dirompente forza del femminismo risiede in quel ben congeniato concetto che arruola a se uno sterminato esercito di riserva.
      Tu, ad esempio, sei a buon titolo un femminista.
      Io no.
      Mauro nemmeno.
      E certamente non lo sono buona parte di quelli che scrivono qui.
      Ergo: chi posta quegli evviva “antimaschili” è femminista al pari di te che non lo fai.
      Fine del discorso.
      Il resto sono supercazzole, buone per gli allocchi.

      *pure io mi devo far carico di chi, tra gli attivisti antifem, magari spinto dalla rabbia…la fa fuori dal vaso.
      E lo faccio senza problemi, perché è fisiologico dentro un movimento eterogeneo come il nostro.
      Quindi vedi di non fare il fenomeno coi tuoi inutili, patetici e ipocriti distinguo.

      • 21 aprile 2019 19:20

        Niente da aggiungere, forse c’era da aggiungere una lista di frasi celebri delle femministe più in voga ,ma basta veramente questo

      • Paolo permalink
        21 aprile 2019 20:38

        su molte pagine facebook femministe mi trovano sessista perchè dissento da loro su temi come oggettificazione sessuale e standrd di bellezza e ho perso il conto delle volte in cui mi hanno accusato di “mansplaining” quindi se lo chiedi a loro io non sono femminista. E infatti io mi considero un progresista, considero il femminismo come il movimento operaio: qualcosa che ha ragione nella siostanza pur avendo fatto inevitabili sbagli e avendo estremismi discutibili. L’anti-femminismo è il contrario esatto: un movimento che ha torto nella sostanza anche se raramente e incidentalmente può dirne una giusta

        per femminista dichiarata intendo una dpnna che ha scritto articoli e libri femministi, limitandoci all’italia (sul resto del mondo non ho altrettate sicuezze) non mi risulta che Luisa Muraro, Giulia Blasi, Dacia Maraini, Michela Murgia, Alessandra Bocchetti, Loredana Lipperini, Lea Melandri, Lorella Zanardo (per fare i nomi più importanti di attiviste e intellettuali femministe viventi peraltro di idee diverse tra loro) abbiano mai esultato alla morte di un uomo ucciso da una donna

      • plarchitetto permalink
        21 aprile 2019 20:46

        Bene Paol*…ora sappiamo cosa “tu” pensi sia essere femminista.
        Peccato che le cose NON stiano in quei termini.
        Grazie comunque per averci fatto conoscere il tuo parere.
        A presto (…ma pure no).

      • plarchitetto permalink
        22 aprile 2019 07:31

        Mauro…siccome di citazioni ne sono già state postate a centinaia qui dentro, voglio riportare questa perla pronunciata da una “femminista dichiarata” nonché autorevole editrice (con un catalogo femminista da far paura).
        La cito poiché a mio giudizio sintetizza perfettamente la vera anima del femminismo (il femdominismo) e fotografa il clima in cui siamo immersi…che ormai lo ha da tempo ampiamente e sfacciatamente sdoganato.
        .
        Elisabetta Sgarbi “Sicura della superiorità femminile, ma non amo la ferocia di certe donne”.
        Intervista a la Stampa del 24-11-2018

        Ecco a voi il progressismo miei cari: disumanità…ma senza ferocia.
        .
        p.s. – non riporto il link poiché si tratta di un articolo a pagamento per gli abbonati. Ma basta fare una ricerca sulla rete ed appare.

      • Paolo permalink
        22 aprile 2019 15:36

        Recher ha parlato di femministe che esultano quando una donna uccide un uomo. Io ho fatto un elenco di note intellettuali femministe italiane che non mi risulta abbiano mai esultato e neanche elisabetta sgarbi ha esultato (semmai ha detto una cosa discutibile)

      • plarchitetto permalink
        22 aprile 2019 16:32

        Paol* datti pace…perché io non ho nessun obbligo di seguire il tuo filo logico.
        Conseguentemente scrivo ciò che più mi aggrada e che ritengo utile alle mie argomentazioni.
        Come ho fatto con l’articolo della Sgarbi (tra l’altro in dialogo con Mauro e non con te) di cui ho chiarito il significato della citazione.
        Troppo difficile da cogliere per le tue capacita cognitive?

  2. Paolo permalink
    20 aprile 2019 20:42

    i casi di uccisione per difesa da un’aggressione fisica non valgono

    • plarchitetto permalink
      21 aprile 2019 12:26

      …ecco a voi l’essenza dell’ipocrisia femminista.

  3. pier luigi permalink
    21 aprile 2019 00:45

    Mauro, puoi cortesemente pubblicare i nomi di questi sovversivi?
    A parte te…mi pare di riconoscere:
    Luigi Corvaglia primo a sinistra
    Rino della Vecchio subito dietro
    Marchi ultimo in fondo.
    Gli altri?

    (ci ho preso?)

    • 21 aprile 2019 19:18

      Si ci hai preso …altri, quello seduto è Diego de Matteis che viene da Napoli poi, quello più a destra è Alessandro ,scrive solo su uomini beta ,quello vicino al Marchi ora non ricordo

  4. Jaro permalink
    22 aprile 2019 04:45

    bhè dai, almeno dietro non avete messo una gigantografia di Stalin, Lenin o Mao. è già una consolazione…

    comunque dovresti saperlo che la maggior parte degli anti-femministi è di destra (fascista, nazista…) ed integralista cattolica. anche perché queste ideologie credono nell’inferiorità femminile e nella subordinazione della donna all’uomo visto come capofamiglia.
    Ovvio che un tale substrato ideologico possa piacere ai nostalgici che sognano la donna schiava….

    Il femminismo infatti è frutto del socialismo e sindacalismo ottocentesco, che per primo si interrogava della condizione degli operai e delle “mogli degli operai”… e delle donne in quanto mogli degli uomini. Visto che anche le vostre odiate “mogli dei borghesi” erano sottomesse per legge al marito-borghese…

    e ha ragione Paolo: al netto di errori o esagerazioni marginali, che spesso si spiegano come risposte a certi atteggiamenti machisti,
    il femminismo è progressista e ha portato notevoli miglioramenti per tutti. le ideologie di estrema destra e di integralismo religioso portano solo disastri.

    che le femministe esultano se muoiono uomini è un vostro delirio (e non sapete portare un nome di una femminista nota e famosa che abbia esultato per la morte di un uomo) in compenso di uomini che quando un marito uccide l’ex moglie esultano dicendo “sarà stata un’arpia”… ce ne sono tantissimi tra le vostre fila

    • plarchitetto permalink
      22 aprile 2019 06:53

      Ed ecco ben espresso un esempio di filosofia “gretina” da parte del prof Jaro…esponente emerito del “gretinismo”.
      .
      *a Jaro…molla il fiasco!

    • 22 aprile 2019 10:33

      Va beh Jaro..ho scritto poche righe,forse (anzi sicuramente) anche male , ma non mi sembra che abbia scritto che le donne devono stare al loro posto (ho provato a rileggere ma proprio non l’ho scritto) e sai il perchè? Perchè è una cosa che non la penso assolutamente, forse sarà anche il motivo per cui non sono un simpatizzante di casapound, tu vedi il comunismo come il male del mondo e sia chiaro che,come ho scritto in precedenza, di sbagli ne ha fatti non tanti ,ma tantissimi ,come io vedo nel femminismo una ideologia che ricorda molto la lega o altri ambienti di destra, questioni di punti di vista ..

    • Andrea permalink
      22 aprile 2019 14:48

      Jaro

      @@
      comunque dovresti saperlo che la maggior parte degli anti-femministi è di destra (fascista, nazista…) ed integralista cattolica. anche perché queste ideologie credono nell’inferiorità femminile e nella subordinazione della donna all’uomo visto come capofamiglia.
      Ovvio che un tale substrato ideologico possa piacere ai nostalgici che sognano la donna schiava….
      @@

      Son sicuro che se in questo blog scrivessero dei musulmani neppure fiateresti.
      Anzi, ti genufletteresti esattamente come farebbe l’anti-italiana autorazzista Boldrini, per il timore di passare per razzista.
      Detto questo – e parlando a titolo personale – io son stato un uomo di centro-destra (non voto più da anni), che niente ha a che fare col fascismo o il nazismo (tu hai forse qualcosa a che fare con Stalin e Pol Pot…?), ma della “donna schiava” (ridicolo…) non so e non saprei proprio cosa farmene.
      Anzi, sarebbe bello potercisi rapportare in maniera utopisticamente “paritaria”.
      Peccato, però, che tale tesi sia solo un’idea che cozza fortemente contro la realtà, perché, piaccia o meno ai femministi politicamente corretti come te, quelli tra i due sessi sono anzitutto rapporti di forza (sia fisica che psicologica) e non d’amore.

      Parli di cattolici: si, ci sono anche quelli, ma io sono ateo (come sono atei o agnostici quei pochissimi uomini dediti alla questione maschile che conosco personalmente) e non ho nulla a che spartire con qualsiasi religione del mondo.

      Fai riferimento alle “ideologie di destra che credono nell’inferiorità femminile”.
      Beh, dal punto di vista fisico è una realtà (parlando in generale, poiché i rapporti non si possono fare tra una Kayla Harrison e un impiegato di banca mingherlino, che in tutta la vita ha tenuto in mano una penna e i libri)) e non una teoria; e comunque, per quanto riguarda coloro che credono alla tesi dell’inferiorità intellettiva femminile, c’è da dire che oggigiorno son meno di due gatti (non quattro ma due…) rispetto alla massa, per non parlare del fatto che anche a destra si tende ad esaltare la figura femminile.
      Tanto è vero che i suddetti ancora sono ancorati alla figura del “cavaliere” (senza principesse, però…) che deve sempre e comunque proteggere “le povere donne indifese”.

      Tralasciamo poi il discorso relativo alla fortissima convinzione femminile di avere una marcia in più rispetto agli uomini, nonché di possedere un fantomatico “sesto senso”, che però fa soventemente cilecca…
      E di quelli come te, invece, cosa mi dici?
      Cosa mi dici di tutti quei maschietti odierni (la quasi totalità) che propagandano la “superiorità femminile” ?
      Tutto a posto ?

      Ah, dimenticavo: sempre parlando a titolo personale – giacché io rappresento solo me stesso – di fare il capofamiglia non ci penso neppure e non solo perché non sono sposato né devo sposarmi, ma proprio perché non è questa l’epoca per fare “il capofamiglia”.

      Per concludere, tu scrivi:
      @@
      il femminismo è progressista e ha portato notevoli miglioramenti per tutti.
      @@

      Mi porti alcuni esempi concreti ?
      Puoi dirmi quali progressi reali ha portato il femminismo a me uomo qualunque ?
      Inoltre sei consapevole del fatto che il femminismo può esistere solo in un ben preciso contesto moderno e “democratico” (vabbe’… chiamiamolo un po’ così…) e che senza il progresso medico e tecnologico portato avanti quasi esclusivamente da uomini, tale movimento sarebbe rimasto confinato in una nicchia ?

      @@

      PS: noto che pure tu scrivi in orari in cui i comuni mortali si riposano…
      Esattamente come Paol* ed altre tizie che ogni tanto sbarcano in questo blog…
      Siete forse un “gruppo organizzato”…?

      • Paolo permalink
        22 aprile 2019 15:46

        io non faccio parte di nessun gruppo.

        quato al progresso medico e tecnologico che ha reso possibie il femminismo, è come dire che senza il progresso industriale e capitalistico borghese non sarebbe mai stato possibile il marxismo e il socialismo. Vero ma che vuol dire? Che gli operai devono dire grazie ai capitalisti? Non credo

      • Andrea permalink
        22 aprile 2019 15:49

        Paol* è gia la seconda volta che fai quel paragone del menga con il marxismo e il socialismo.
        Taci ché è meglio.

      • Paolo permalink
        22 aprile 2019 19:01

        che il femminismo e il movimento operaio siano una conseguenza (imprevista) dello sviluppo industriale, sociale e tecnologico indotto dal capitalismo, dell’innalzamento del livello di istruzione, dello sviluppo di un ceto medio-borghese, oltre che di una classe operaia, è una ovvietà. Ma non capisco cosa vorrebbe dire. I capitalisti certo non volevano la nascita del movimento operaio nè gli uomini volevano la nascita del femminismo anche se di fatto hanno posto le condizioni socio-econimiche nelle quali questi movimenti sono nati. Mai sentito parlare di eterogenesi dei fini?

      • Andrea permalink
        22 aprile 2019 19:25

        Paol*

        @@
        Mai sentito parlare di eterogenesi dei fini?
        @@

        Sei diventato anche filosofo ?

      • Jaro permalink
        23 aprile 2019 04:31

        Andrea, ripeti sempre le solite idiozie, praticamente a chiunque commenti qui e non sia un vostro affiliato “carbonaro”, eh, parola che ti piace molto, vero?: credi che tutti, nel femminismo, siano pro-islam. Io non lo sono, e tante donne sono orripilate dall’islam.

        a parte che l’islam non è una razza, ma un’ideologia religiosa (quindi, anche un italiano “purosangue” tipo te può “convertirsi all’islam”, anche un irlandese può diventare islamico, anche un tedesco, anche un francese, anche un olandese) NON è UNA RAZZA, è UNA RELIGIONE.

        altrove, avevo già scritto al tuo amico prete P.L, che sono ATEO.

        Critico tutte queste idiozie religiose anacronistiche di credenti e creduloni con i loro amichetti invisibili lassù in cielo, diavoli e diavoletti all’inferno, fantasmini vari che aleggiano in purgatorio, madonnine piangenti, moschee dove si predica in arabo incitando alla jihad, mutilazioni varie femminili e maschili alle parti intime di bebè e bambine, matrimoni combinati e qualsiasi altra schifezza risalente a contesti arretrati mediorientali di secoli fa, con patriarchi, mosè, aronne, maometti vari, bibbie corani talmud torah buddha zen pincopallo.

        Adesso non farmelo ripetere un seconda, terza, quarta, quinta, millesima volta.

        Sono ateo, e i vostri amiconi cattolici integralisti che linkano in giro articoli da papa boy e da congresso delle famiglie fanno veramente ridere, e non rido solo io a leggere certa roba.

        Quanto al gruppo, ovvio che seguo delle blogger femministe e vengo anche qui a leggere quanto fate voi (e voi fate lo stesso). Non le apprezzo tutte, mi pare ovvio.

        La Boldrini io non la reggo, quindi non citarmela come “pietra miliare del femminismo tutto”. Non è la papessa del femminismo. e donne che si vergognano di lei, che ha messo il velo islamico quando era in visita a moschee e non so dove altro, ce ne sono.

        superiorità femminile? né io né Paolo ne abbiamo mai parlato. ma ce fai a non appiopparci i tuoi deliri che forse riflettono le tue personali ossessioni?
        in altri commenti criticavo la Meloni, non esiste la superiorità femminile, e neppure maschile, esistono individui detentori di pari diritti e doveri. Resta il fatto, che voi negate, che nei secoli scorsi le donne non erano detentrici di pari diritti e doveri, sullo stesso piano degli uomini. questa situazione c’è anche in contesti islamici, asiatici, non occidentali.
        Il ruolo della donna era di fare figli e fare la moglie. Questo è uno dei motivi per cui nella Storia di donne che potevano fare letteratura, politica ecc. ce ne sono sempre state pochissime, prima dell’Ottocento.
        In certe zone del mondo, le bambine non vengono neanche mandate a scuole, vengono fatte sposare a 9, 12 anni. e fatte morire a forza di partorire.

        e il progresso medico-scientifico c’è stato quasi esclusivamente al maschile perché alle donne era vietato farsi una cultura e proseguire gli studi. a 14 anni si sposavano (che lo volessero o no) e giù a far figli. altrimenti, il convento.
        Non si poteva scegliere se “andare all’università a fare medicina, chimica, letteratura, filosofia”… questi lussi culturali spettavano agli uomini, ed esclusivamente a quelli nobili o ricchi. non certamente il povero pezzente contadino (neanche loro hanno contribuito al progresso medico-scientifico)… però non ne deducete che “eh, il contadino era inferiore mentalmente… era giusto che fosse il nobile e il ricco a dominarlo, a guidarlo, e a migliorare la sua condizione inventando il trattore e i pesticidi”.

        se non credi all’amore, è affare tuo. Ci sono innamoramenti, alcuni durano parecchi anni, altri sono un fuoco di paglia.
        i rapporti di forza con le donne li avrai tu, non li ho di certo io o Paolo.

        Un merito del femminismo? tanto per iniziare, aver demolito l’idea bigotta che si fa sesso solo da sposati e solo per fare figli (ovviamente, con moglie vergine e con sigillo di garanzia… con relativo lenzuolo gocciolante sangue da esporre il giorno dopo all’intero vicinato, sennò “non sei masculo abbastanza… mii, sei un cornuto!”)

        va bhè, già lo sappiamo che voi antifemministi avete qualche “piccolissimo problema” nel trovarvi “la partner”…

        ah no, anzi, secondo l’ideologia incel.. le donne non vi cagano perché… avete i polsi piccoli, o non avete la mascella quadrata. 😀
        non è che non vi cagano perché siete retrogradi, bigotti, egoisti, presuntuosi, volgari… no, non ve la danno perché avete i polsi piccoli, l’unghia del piede leggermente scheggiata e la mascella non quadrata.

      • Paolo permalink
        23 aprile 2019 13:52

        Jaro, ancora una volta sei ineccepibile. Voglio vedere come si arrampicheranno sugli specchi per risponderti (sempre che ne abbiano il coraggio) o se rocorreranno a beceri insulti senza argomentare

      • 23 aprile 2019 15:05

        Ecco a voi l’ennesimo pastone del “gretino” Jaro.
        Tutta roba sua eh!…tutti concetti elaborati uno ad uno da lui stesso medesimo in persona e affastellati in ordine d’intelligenza per la serie…”ora vi spiego il femminismo” (a noi!)
        Poteva mancare il mischione “analisi di classe/analisi di genere”?…un classico dei fulminati progessivo-femministi.
        Sembra l’omelia d’un curato di campagna.
        E poi dice d’essere ateo: e te credo!…lui è sacerdote della fede femminista.
        Lui “crede” al femminismo.
        Lui è “devoto”…”discepolo”…”adepto”.
        Che se ne fa “Don Jaro” d’una religione quando ha ha già il “credo” femminista con la sua catechesi e la liturgia a cui sottostare?
        Che la pace sia con te Sorello Jaro.
        .
        *per Paolo: dammi una ragione per cui bisogna sprecare tempo ad argomentare alle fesserie sesquipedali d’un “gretino” femministo?
        E’ già tempo sprecato farlo con le tue…figuriamoci col tuo replicante.
        Siete solo dei buffi indottrinati da sbertucciare.
        L’unica dialettica da dedicarvi è quella.
        (e siete pure d’una noia mortale)

      • Paolo permalink
        23 aprile 2019 17:16

        Jaro ha portato argomenti, tu potevi scegliere tra confutarli con delle contro-argomentazioni o irridere l’interlocutore. Hai scelto la seconda strada, niente di male, a volte lo faccio anch’io l’importante è esserne consapevoli

      • Andrea permalink
        23 aprile 2019 18:28

        @@
        Andrea, ripeti sempre le solite idiozie, praticamente a chiunque commenti qui
        @@

        Ehi, giovanotto, con me modera i termini e vola basso, perché se c’è qualcuno che scrive un mare di idiozie sei proprio tu, insieme a Paol* e alle tue amichette di merende.
        Chiaro?

      • 23 aprile 2019 18:28

        Il tempo va avanti .non siamo fermi nel 1800 dove sembra che gli uomini facevano i gran dottori al posto delle donne, lo studio ,come detto da jaro, era una cosa da “nobili” cioè una minima parte della popolazione , ti faccio un esempio ,io sono affetto da reni policistici e vengo seguito in reparto proprio da una donna, ovviamente quando la vedo chiedo che venga un uomo. perchè io le donne proprio non le sopporto, anche se questa donna (o altre donne) trovano una cura ,io la rinnego perchè vengono da donne un buon maschilista deve far cosi ..Jaro, Jaro che ci siano state difficoltà per le donne nei tempi addietro mi sembra la scoperta dell’acqua calda, ovviamente non si vede mai il lato maschile che, anche per loro, la vita non era rose e fiori, il problema dei giorni nostri è che il femminismo (che tu chiami progressista) criminalizza il genere maschile che va da Donald Trump al povero padre separato che vive in auto, perchè sono uomini ,io combatto questo e non perchè “non me la danno” (problema veramente di poco conto ) ,ma basta vedere le liste anche del M5S hanno messo 5 donne capolista che ,se fosse per merito, fottesega, ma le hanno messe in quanto donne perchè essere donne ha quel qualcosa in più,

      • Andrea permalink
        23 aprile 2019 18:44

        Jaro
        @@
        e il progresso medico-scientifico c’è stato quasi esclusivamente al maschile perché alle donne era vietato farsi una cultura e proseguire gli studi. a 14 anni si sposavano (che lo volessero o no) e giù a far figli. altrimenti, il convento.
        Non si poteva scegliere se “andare all’università a fare medicina, chimica, letteratura, filosofia”… questi lussi culturali spettavano agli uomini, ed esclusivamente a quelli nobili o ricchi. non certamente il povero pezzente contadino (neanche loro hanno contribuito al progresso medico-scientifico)… però non ne deducete che “eh, il contadino era inferiore mentalmente… era giusto che fosse il nobile e il ricco a dominarlo, a guidarlo, e a migliorare la sua condizione inventando il trattore e i pesticidi”.
        @@

        Premessa: non credo affatto che tu sia maschio.
        Alcuni tuoi passaggi sono più da “femminuccia femminista mascherata” che da omuncolo femminista, ma non avendo la controprova seguiterò a fingere di “dialogare” con un omuncolo.

        Dunque, tu dici che alle donne era negato questo e quell’altro, bla bla bla, etc etc…
        Bene, ma è proprio qui che cascano gli asini femministi come te, perché essendo le donne intellettivamente superiori agli uomini (è un mantra che recitano quotidianamente), come è possibile che siano state sottomesse per millenni?
        In merito la risposta degli asini (o asine…) come te è la seguente:
        “Perché gli uomini le sottomisero con la forza”.
        Eccezionale, quindi in base a tale logica il mondo dovrebbe essere dominato dai gorilla e dai leoni…
        Ehi, somaro, qualora non ne fossi al corrente, alla lunga un cervello superiore prevale sempre sulla forza bruta…
        Perciò delle due l’una.

        [][][][][][][][][]

        @@
        va bhè, già lo sappiamo che voi antifemministi avete qualche “piccolissimo problema” nel trovarvi “la partner”…

        ah no, anzi, secondo l’ideologia incel.. le donne non vi cagano perché… avete i polsi piccoli, o non avete la mascella quadrata. 😀
        non è che non vi cagano perché siete retrogradi, bigotti, egoisti, presuntuosi, volgari… no, non ve la danno perché avete i polsi piccoli, l’unghia del piede leggermente scheggiata e la mascella non quadrata.
        @@

        Questo passaggio conferma che sei un…”maschio per finta”.
        Ovvero sei una femmina.
        Comunque sia, ti faccio notare che hai sbagliato proprio il tipo a cui fare certi discorsi…, perché io ho i polsi, gli avambracci e i bicipiti grossi, ed anche la mascella quadrata…
        Oltre ad essere alto 1,90 x 96 kg…

        Statti bene, ragazzotta.
        E cerca di ragionare col tuo cervello.
        Se ci riesci, ovvio.

      • Paolo permalink
        23 aprile 2019 19:07

        nè io nè jaro abbiamo mai sostenuto che le donne hanno un cervello superiore. Io sostengo che donne e uomini sono pari come intelletto, quindi ci èossono essere donne intelligenti e donne stupide come ci sono uomini. Ho sempre sostenuto questo e non ho mai cambiato idea. se ci sono femministe che sostengono che le donne sono più intelligenti in quanto donne sbagliano. Che io sappia nessuna femminista italiana vivente ha mai sostenuto che le donne hanno un cervello superiore (per femminista intendo una intellettuale che scrive libri e articoli non una tizia qualsiasi che chatta su facebook nè tantomeno leader politici tipo Di Maio che tentano pateticamente di recuperare voti a sinistra dopo l’alleanza con Salvini). semmai ci sono le femministe della differenza come Luisa Muraro che sostengono che l’intelligenza femminile sarebbe diversa da quella maschile ma non è la posizione di tutto il femminismo e “diverso” non vuol dire superiore o inferiore

      • 23 aprile 2019 21:55

        Jaro ha portato argomenti, tu potevi scegliere tra confutarli con delle contro-argomentazioni o irridere l’interlocutore. Hai scelto la seconda strada, niente di male, a volte lo faccio anch’io l’importante è esserne consapevoli

        Paolo…non hai risposto alla mia domanda: perché io dovrei controargomentare alle cazzate di questo personaggio che si firma Jaro?
        Per alimentare una disputa infinita?
        Lo stesso discorso, s’intende, vale anche per te.
        Ai miei occhi siete nient’altro che due fulminati femministi, che frequentano questo spazio per sfogare le loro frustrazioni esistenziali.
        Il mio punto di vista è ben chiaro. Il vostro pure.
        Quindi?
        Cosa ci dovremmo vicendevolmente replicare scusa?
        Tu poi addirittura sei un caso da manuale.
        Passi le tue giornate in giro per la rete ad attaccar briga a destra e manca in interminabili e sfiancanti duelli….e per questo vieni perculato in stereo.
        M’appari come un frustrato che cerca relazioni, altrimenti impossibili nella vita reale.
        Ma un lavoro non ce l’hai? un* fidanzat* con cui limonare…un hobby…un cane da portare a spasso…leggere l’opera omnia di Dostoïevski.
        Magari scrivere le tue memorie da lasciare ai posteri.
        Ripeto: cosa dovrebbe spingere una persona a fare bagarre con uno come te o con quell’altro sonnambulo che viene qui a dare lezioni di sociologia e storia per ripetenti delle scuole medie?….e col piglio di chi la sa.
        Mistero!

    • Paolo permalink
      22 aprile 2019 15:40

      jaro, hai perfettamente ragione

      • Andrea permalink
        22 aprile 2019 16:01

        Paol*, ve le cantate e ve le suonate.
        Fatti un giro sul web e poi vedi se non trovi un mare di post in cui delle femmine esultano ogni volta che un uomo viene ucciso.
        Non parliamo poi di quello che le suddette dicono e scrivono quando un uomo viene evirato da una donna.
        Peraltro anche molti uomini trovano “divertentissima” l’evirazione di un altro uomo, mentre è quasi impossibile ascoltarne uno che esulta quando un uomo uccide una donna.
        Anzi, gli uomini son soventemente favorevoli alla pena di morte per quegli uomini che uccidono o violentano le donne, così come tutte (o quasi) le donne sono parimenti favorevoli a pena di morte, castrazione e quant’altro verso i criminali di sesso maschile (ma NON di sesso femminile).
        Ad esempio: nessuna donna chiede mai la pena di morte per una madre infanticida.
        Anzi, le succitate giustificano regolarmente tali crimini femminili e al tempo stesso accusano di tutto ciò i mariti, i fratelli, i padri, il patriarcato, il maschilismo, etc etc…
        Mentre a situazione invertita accade l’esatto contrario.

        @@

        PS. la donna media E’ FEMMINISTA, anche se non fa parte di alcun movimento femminista.
        Perciò basta scemenze.

      • Paolo permalink
        22 aprile 2019 18:52

        l’uomo italiiano medio è favorevole a pena di morte, castrazione ecc. solo se lo strupratore ha la pelle scura; se invece è italiano bianco dice che la vittima “se l’è cercata” o “ha mentito” e cose del genere e purtroppo lo dicono anche alcune donne.

      • Andrea permalink
        22 aprile 2019 19:23

        Sì, buonanotte ai suonatori.

        @@
        purtroppo lo dicono anche alcune donne.
        @@

        “Alcune” ?
        Ma fammi il piacere.

      • Jaro permalink
        23 aprile 2019 04:36

        🙂

  5. Andrea permalink
    22 aprile 2019 14:53

    Dimenticavo:
    @@
    Tanto è vero che i suddetti ancora sono ancorati alla figura del “cavaliere” (senza principesse, però…) che deve sempre e comunque proteggere “le povere donne indifese”.
    @@

    Uomini di destra che fanno i “cavalieri” ma che al tempo stesso considerano le donne molto più furbe e intelligenti degli uomini (quindi pure di se stessi).
    In merito potrei citare una caterva di uomini che ho avuto modo di conoscere personalmente nel corso dei miei 48 anni di vita, fra i quali anche degli imprenditori di successo.

  6. Jaro permalink
    24 aprile 2019 01:58

    e difatti, come volevasi dimostrare, i maschilisti non hanno saputo riportare nessuna argomentazione né dimostrare che io e Paolo abbiamo torto 🙂

    @ Andrea: ma guarda che puoi vantarti quanto vuoi di essere Mr Muscolo 🙂 resta il fatto che non sei capace di dimostrare che le cose che ho riportato io sono false
    Avere più muscoli di una donna non ti rende superiore… Altrimenti ne dovremmo dedurre che un gorilla, che pesa più di te e ha più stazza di te, è superiore a te 🙂

    Anche se, dato il maschilismo che trapela dai tuoi moltissimi commenti (qui e altrove) mi sa che il gorilla è più gentile con le sue gorillesse… tu invece le donne le odi e le disprezzi proprio… anche quelle dell’est 😉 che del resto vi considerano solo perché sono delle morte di fame provenienti da ex paesi comunisti e quindi sopportarsi voialtri è un modo per fare grana 😉

    e qui concludo, ritornando ai miei commenti iniziali, dove dicevo che il comunismo ha portato la fame.

    Io comunque sono gender fluid, lo avevo già scritto. Ma potrei anche essere un alieno asessuato, questo non toglie che io ho fatto commenti che voi non sapete demolire.

    che poi voi maschilisti odiate omosessuali, trans, asex, intersex, trav, lesbiche, lo sappiamo già 🙂

    • Andrea permalink
      26 aprile 2019 00:28

      Sì, buonanotte ai suonatori.
      Se c’è qualcuno che ha scritto una mare di vaginate (e ripeto vaginate anziché cazzate, perché tu sei una femmina che finge di essere maschio) sei proprio tu, cara complessata che non sei altro.

      @@
      anche quelle dell’est 😉 che del resto vi considerano solo perché sono delle morte di fame provenienti da ex paesi comunisti e quindi sopportarsi voialtri è un modo per fare grana 😉
      @@

      Ennesimo commento idiota.
      Il motivo ? Io non sono un uomo ricco né benestante, per cui le tipe dell’est ci guadagnarono ben poco nel frequentarmi…
      Ed inoltre non è che le italiane siano meno esose, cara decerebrata.
      Tu stessa hai un prezzo.
      Altro “piccolo particolare” da evidenziare: hai definito le tipe dell’est (che definisci “quelle dell’est”…)* delle “morte di fame”…
      Oh cazzo!, ma non sei una anti-razzista politicamente corretta ?
      E allora perché usi tali termini nei confronti di altre femmine ?
      Te lo dico io il perché…
      Perché, in media, le suddette son più fiche delle italiane, così come – in media – gli uomini dell’est son più prestanti degli italiani.
      Gran brutta bestia l’invidia, eh ?

      @@

      * Anche quella parola evidenzia che sei femmina.
      Un maschio “politicamente corretto” non userebbe mai simili termini…
      Ed infatti il femministO Paol* non li usa….

  7. Andrea permalink
    26 aprile 2019 00:44

    Comunque, alla fine della fiera, in questo blog abbiamo un femministo che non fa una sega tutto il giorno – tranne impestare il web con le sue cazzate – e che vive con mamma e papà, ed una femminista che finge di essere un maschio, per far credere a chi legge che “i veri uomini” non ragionano come quei “bruti maschilisti che disprezzano le donne”, bla bla bla etc etc…
    Femminista che al pari del femministo Paol* vive con i genitori, che sicuramente provvederanno a lavarle anche il deretano e a mantenerla, perché leiovviamente, è impegnata a combattere quegli sporchi maschilisti che affollano il web… (bianchi, etero e occidentali, però… col kaiser che fa altrettanto con i musulmani…).
    A questi personaggi aggiungiamo altre “personagge” che ogni tanto bazzicano il blog di Mauro e che al pari dei suddetti complessati, non hanno da pensare ad una mazza tutto il giorno.
    Proprio vero che il web è stato una grande invenzione (maschile, ovvio), ma che al tempo stesso ha permesso ad una generazione di femminucce e maschietti disturbate/i e con un quoziente intellettivo in caduta libera, di ammorbare il web con un oceano di vaginate e di cazzate.

    • Jaro permalink
      26 aprile 2019 03:36

      senti, Andrea carbonaro, tu stesso sei qui e altrove a sparare stronzate sui tuoi muscoli, il tuo lavoro, le tipe dell’est che frequentavi, gli albanesi e i romeni, e molto altro… 😉 quindi è inutile che dai del mantenuto fancazzista a me o a Paolo, tu stesso sei qui – e altrove – a scrivere cazzate. Ma vale pure per tutti gli altri, dagli Eric ai Plarchitetto. Siete 4 gatti voi maschilisti e ormai siete ben noti. 🙂

      quanto al “femministo non contro gli islamici”, sarà la terza o quarta volta che scrivo che io non difendo musulmani e terzomondisti. le femministe che tanto ti ossessionano e che amano mettersi il velo islamico manco le seguo. Ma sarà la terza o quarta volta che te lo scrivo e tu ancora mi dai del “amico dei musulmani”.

      Fatti meno piegamenti e cyclette, e impara a leggere meglio i miei commenti.
      ci perdi un po’ di massa muscolare, ma almeno capisci finalmente il concetto, senza che te lo devo scrivere altre 5, 10, 100 volte 🙂

      • Andrea permalink
        26 aprile 2019 11:28

        Sparisci, cretinA, che peraltro hai nuovamente scritto in un orario assurdo, confermando così che non hai una beneamata fava da fare tutto il giorno.

  8. 26 aprile 2019 11:40

    Qualche volta mi chiedono come mai non censuro nessuno, non censuro perchè voglio che sia evidente che non ci inventiamo nulla , che dobbiamo sorbire tutti i giorni quello che il femminismo ormai produce ,cioè odio anti maschile ,d’altronde ho aperto questo blog perchè dalle altre parte (nei gruppi femministi) mi censuravano ,se voglio essere coerente ed essere diverso da loro ( e lo voglio essere) qui non ci sarà mai la censura , quindi i vari Paolo e jaro (e ovviamente altri e altre) continueranno a scrivere,che ,ripeto , rappresentano che non ci inventiamo niente

    • Jaro permalink
      2 maggio 2019 03:53

      E dov’è che io avrei scritto “odio anti maschile”? Ho parlato di crimini fatti da dittature comuniste che hanno ammazzato uomini e donne.
      Lo sai\sapete dimostrare che non è stato così? parlo dei crimini del comunismo, e tu mi dici che “faccio odio anti maschile”?

      Ma li hai letti i commenti del tuo fedelissimo Andrea (o Sandro e simili)? Nell’altro commento parlava della morte dei genitori di Paolo.
      e tutti gli insulti che gli rivolgete? “zerbino, femminuccia, castrato, leccavulve”? eh?
      sarei io a spargere odio anti maschile?
      Umiliate Paolo con atti di vero e proprio cyberbullismo.

      Che “sparge odio anti maschile” vallo a dire ai tuoi commentatori che denigrano Paolo solo perché non si esprime come uno scimmione rimasto al paleolitico, parlando di donne.
      Solo per questo motivo, lo avete preso di mira, trattandolo in questo modo indegno e da cafoni.

      Non mi pare neanche che tu lo difendi o dici agli altri di darsi una calmata con certi termini. anzi, te ne stai in silenzio e ti limiti ad osservazioni generiche.

      Certo, questo blog, con i suoi commenti dei tuoi commentatori lo dimostra eccome cosa alberga nella mente degli “attivisti per i diritti maschili” (forma estesa che si condensa in una parola sola: “MASCHILISTI”)

      • 2 maggio 2019 17:55

        Niente da dire, ci hai scoperto, siamo dei perfetti maschilisti ,mi sembra che non ci sia nulla da aggiungere

      • plarchitetto permalink
        2 maggio 2019 23:43

        Jaro…fai una cosa, portati via il bel Paol* da questo luogo di tortura dove lui è obbligato da noi “maschilisti” a far visita e scrivere.
        E già che ci sei, puoi tranquillamente levarti dai piedi pure tu…assieme a lui, così la finiamo di cyberbullizzarvi.
        Come vedi la soluzione è d’una facilità estrema: vi levate dalle palle e tutto si risolve.
        Adieux!

      • Bad Blues permalink
        3 maggio 2019 00:33

        Per chi non lo avesse capito: “Jaro” e “Simo” sono la stessa persona. Le (non) argomentazioni sono le stesse: maskilismoooh!! Cyberbullismooohh!!

      • 3 maggio 2019 12:51

        Per curiosità ,sono andato a vedere gli IP, non è la verità assoluta, ma gli Ip sono diversi,quindi simo e jaro ,molto probabilmente ,sono due persone diverse, non cambia il succo del discorso

  9. Er Bresaola permalink
    19 giugno 2019 13:29

    Vabbè, qua l’analisi è semplicissima : siete palesemente fuori dal mercato sessuale in quanto anziani e pesantemente sotto la media estetica. Ecco perchè vi interessate di questi argomenti, se fosse state uomini appetibili sareste stati a trombare. Nella vita conta solo e soltanto l’aspetto fisico, le femministe sono quattro disagiate con problemi di gestione della rabbia o con palesi deficit cognitivi, e mi stupisco di voi che sprecate pure tempo a ribattere alle loro cazzate.

    • Andrea permalink
      19 giugno 2019 18:20

      Sparisci, analfabeta funzionale.

      @@
      Nella vita conta solo e soltanto l’aspetto fisico, le femministe sono quattro disagiate con problemi di gestione della rabbia o con palesi deficit cognitivi, e mi stupisco di voi che sprecate pure tempo a ribattere alle loro cazzate.
      @@

      Ehi, idiota, l’aspetto fisico conta soprattutto in gioventù, ma poi, con lo scorrere del tempo conta altro.
      Il denaro in primis, senza il quale non si campa, caro giovanotto dotato di QI inferiore a quello di un orango.
      Tra l’altro tu sarai il classico giovanotto moderno, con due braccini così e due manine simili a quelle di una femmina…

      @@
      e mi stupisco di voi che sprecate pure tempo a ribattere alle loro cazzate.
      @@

      Al massimo diranno delle vaginate e non delle cazzate, caro analfabeta funzionale.

      • Er Bresaola permalink
        19 giugno 2019 18:37

        stavo per risponderti, ma visto il livello di rosicamento che scade nell’insulto ad personam, lascio stare. Ah, sono un over 30.

      • Andrea permalink
        19 giugno 2019 19:23

        er bresaola (pure il nick in romanesco…), non avevo dubbi che fossi giovane.

        E in tutti i sensi.

      • Er Bresaola permalink
        19 giugno 2019 19:34

        Per essere del 71 sei parecchio infantile. Adesso pure la discriminazione territoriale. Il prossimo passo quale sarà? che mi minacci di picchiarmi per strada? Vai a fare volontariato in qualche reparto di oncologia infantile, sia mai che ti accorgi dello schifo che fai come persona, vigliacco.

      • Andrea permalink
        19 giugno 2019 19:38

        E già, “son parecchio infantile”, dice l’analfabeta funzionale, che si è offeso perché un uomo lo ha trattato… da uomo e non da delicata femminuccia.
        Ehi, giovanotto, il tuo problema è quello di far parte del prima generazione (italiana) cresciuta senza i calci in culo.
        Viceversa non te la prenderesti tanto per una risposta… d’altri tempi.

      • Er Bresaola permalink
        19 giugno 2019 19:49

        Le risposte di altri tempi non sono augurare disgrazie, io ero rimasto che quelle che si lasciavano andare ad attacchi isterici se qualcuno le definiva anziane erano le donnicciole. Tu da come reagisci sei il classico passivo aggressivo che nella vita subisce da tutti, poi va sul web e fa il gradasso. Tutta questa boria sfogala in modi costruttivi, che sennò ti fai solo del male da solo.

      • Andrea permalink
        19 giugno 2019 19:54

        @@
        da come reagisci sei il classico passivo aggressivo che nella vita subisce da tutti, poi va sul web e fa il gradasso.
        @@

        Stai parlando di te, vero ?
        Sparisci, giovanotto ridicolo e corto di cervello.

      • Andrea permalink
        19 giugno 2019 20:00

        @@
        Tutta questa boria sfogala in modi costruttivi, che sennò ti fai solo del male da solo.
        @@

        Per tua informazione faccio corsa e pesi e il prossimo settembre tornerò ad allenarmi in un Dojo (son cintura nera di judo).
        E tu invece, cosa fai?
        Danza ?

  10. Andrea permalink
    19 giugno 2019 18:26

    Ah, dimenticavo: io sono del gennaio del ’71, per cui i 48 anni li ho passati.
    Mentre tu, che di strada ne hai ancora da fare, non è detto che ci arriverai…
    Vedi, l’unica certezza che si ha in vita è la morte, per cui non si sa mai cosa potrebbe accadere “strada facendo”… un incidente, un male incurabile… chi lo sa?

    • 19 giugno 2019 18:36

      Andrea, dire che è un analfabeta funzionale ci sta, ma non auguriamo a nessuno del male,

      • Er Bresaola permalink
        19 giugno 2019 18:39

        Caro andrea, devi essere una persona molto sola e molto frustrata per arrivare a certi livelli di squallore. Sei allo stesso livello delle femminare che vorrebbero sterminare gli uomini, hai solo la maglietta di un altro colore.

      • Andrea permalink
        19 giugno 2019 19:24

        Romano, taci ché fai più bella figura.
        E ricordati che hai sbagliato proprio soggetto.

      • Andrea permalink
        19 giugno 2019 19:52

        Mauro, il tipo in questione non è la prima volta che sfotte gli utenti di questo blog.
        Devo dirti che a livello personale i suoi discorsi mi fanno veramente sorridere, perché se solo lo volessi potrei postare alcune mie vecchie foto che ho ancora sul mio profilo facebook, ormai inattivo da oltre un anno, dove potrei… “dimostrare” (mi vien da ridere…) che esteticamente parlando ero anche un… “bel figo”.
        Ma siccome non sono qui per mettermi in mostra, tantomeno per “spiegare” chissà cosa a dei puntini sul web, me ne frego.
        Resta però il fatto che il tipo continua a prendere per i fondelli te, pier luigi, Rino e altri uomini in merito all’età e all’aspetto fisico (lui, che sarà magro come un grissino, senza un muscolo e con due manine da femminuccia delicata…) e siccome questi tipi credono di poter scrivere quello che gli pare solo perché c’è una tastiera che li protegge, allora è necessario che qualcuno gli metta dei paletti, ricordandogli che non è il caso di farsi beffe di uomini più adulti, perché la vita è bastarda, per cui oggi ci sei, ma domani potresti essertene andato.
        E il discorso vale per chiunque, quindi anche per me.
        Questo non è augurare del male, bensì essere realisti.

      • Er Bresaola permalink
        19 giugno 2019 19:59

        andrea fatti vedere da uno bravo, magari specializzato nel controllo e nella gestione della rabbia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: