Vai al contenuto

Per gli uomini nessuna scusa

19 Maggio 2018

Per chi segue  le  questioni di genere  ha  fatto certamente  discutere la  questione  di Trento e  dell’adunata  degli Alpini che (cosi iniziano tutte le  testimonianze) dopo aver  alzato troppo il gomito, si sono spinti in “avance” poco gradite (anzi per  nulla)  con vittime  povere  fanciulle indifese

Non una  di meno (sezione  Trento) ha  raccolto le  testimonianze  di queste  molestie, e dopo che sembrava  che  gli Alpini avessero minacciato querela, e tanto di “pensiamoci un attimo” da  parte  di telefono rosa cercando un compromesso e del “vogliamoci tutti bene”,la  stessa  ANA (associazione nazionale  alpini) ha  scritto una  lettera  di scuse  per  le  vicende, insomma  (sembra  spinti anche  dal ministero della difesa) hanno fatto un passo indietro e si sono scusati per  l’accaduto

In questi giorni è uscito il libro “gli uomini sono bastardi” inutile  dire  che  l’autore  è stato invitato in ogni dove  (sopratutto mediaset) a  parlare  del libro che  non è altro un altro tassello per  dividere  i generi in buoni e  cattivi dove , tanto per  cambiare, il cattivo è sempre  l’uomo, li non si sbaglia  mai

Nella  sua  pagina  facebook le  critiche  sono state  tantissime, e detta  da  lui (io non ne  lette,ma  i commenti erano davvero molti ,forse  gli sono arrivati in maniera privata)molti erano sotto forma  di vere  e  proprie  minacce, inutile  dire  che  è sempre  la  strada  sbagliata  per  le  critiche  ed anzi lo si trasforma  in martire ,quello che  lui, sotto sotto ,spera, perchè si vende  di più

Certo, poi ha  detto che è ovvio che gli uomini non sono tutti bastardi, ma  tutti gli uomini si comportano in certa  maniera  davanti ad una  notizia di stupro o violenze (più o meno il discorso era  quello)

Comunque  sia  di una  cosa  sono abbastanza  sicuro,che  l’autore  del libro non chiederà mai scusa  per  un titolo cosi generico come  ha fatto l’associazione  degli alpini,questione  di forze  in campo ,quando si toccano gli uomini va  bene  qualsiasi titolo ,per  le  donne invece,se  uno gli tocca  il sedere  (magari sotto l’effetto del vino ) allora  tutti gli alpini sono colpevoli

P.s  A proposito di vino,sembra  che  per le  femministe  non sia  un motivo valido per  cui una  persona  possa commettere violenza ,strano allora  che  i vigili controllino il tasso alcolico se  l’alcool  cosi “inoffensivo ” , non dovrebbe  essere  un pericolo per  la  guida

trasferimento

 

 

 

 

4 commenti leave one →
  1. 23 Maggio 2018 21:10

    Ovviamente costui pensa, crede, è convinto di andare contro corrente. Essere femministi oggi è …controcorrente. Ci vuole coraggio. Roba che io e te, ad es., non abbiamo.
    In questa convinzione il Carmelo viene confermato dalle minacce ricevute.
    Ora, poiché voglio che egli sia certissimo di andare contro corrente, gli garantisco che io invece, in 20 anni di antifemminismo radicale, pubblico, aperto, non ho mai ricevuto alcuna minaccia. Ed è la verità.
    .
    Ciò indica che io e te, caro Mauro, seguiamo la corrente perché siamo manipolati da un burattinaio (che ci paga) e indica pure che essere antifemministi è di moda.

    • 24 Maggio 2018 18:16

      Eh Caro Rino, ti rispondo in un post apposito se hai anche la pazienza di vedere un video che dura 20 minuti (capirai dopo il perchè)

  2. plarchitetto permalink
    23 Maggio 2018 23:08

    Riporto un mio commento sulla bacheca FB dell’eroico giornalista, scritto in risposta ad un bel commento sarcastico di Mauro (che mi perdonerà l’autocitazione):
    .
    Abbate è un giornalista come tanti, senza lode e senza infamia (almeno fino a questo libro).
    Ma nel suo mondo per avere visibilità e far carriera è necessario farsi notare.
    E dunque…cosa c’è di meglio nella femministissima Mediaset di Piersilvio, che infierire su un corpo ferito ed esangue come il maschile di questi tempi?
    Così il buon Carmelo s’è messo all’opera con lo zelo che contraddistingue i carrieristi come lui.
    E con un coraggio da far invidia ad uno scoiattolo ha piazzato questo abnorme sputo in faccia a tutto il maschile sapendo di non rischiare assolutamente nulla.
    Nulla di nulla.
    Talmente nulla che non gl’é parso vero di pararsi dietro a tre rimbambiti e dipingerli come pericolosi gangster contro cui battersi per il trionfo del bene e della verità.
    E’ un vecchio trucco che però funziona sempre, soprattutto quando si dispone di megafono e clacque.
    Carmelo è l’uomo giusto al posto giusto.
    Farà carriera, stiamone certi…

    p.s. – vi ricordate il caso Nuzzi-Fittipaldi/Vatileaks?…ecco.
    Il canovaccio è lo stesso.
    Drammatizzazione del “rischio zero”…così poi al termine si appare eroi.
    Questo il titanico giornalismo del cortile Italia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: