Skip to content

Il potere della schiava

10 agosto 2017

Oggi una  utente  di facebook che  segue  un gruppo insieme a medi movimenti maschili (la  quale  ringrazio)  mi ha  fatto conoscere  questa canzone  di Fabrizio De  Andrè

 

Un uomo onesto, un uomo probo, tralalalalla tralallaleru s’innamorò perdutamente d’una che non lo amava niente. Gli disse portami domani, tralalalalla tralallaleru gli disse portami domani il cuore di tua madre per i miei cani. Lui dalla madre andò e l’uccise, tralalalalla tralallaleru dal petto il cuore le strappò e dal suo amore ritornò. Non era il cuore, non era il cuore, tralalalalla tralallaleru non le bastava quell’orrore, voleva un’altra prova del suo cieco amore. Gli disse amor se mi vuoi bene, tralalalalla tralallaleru gli disse amor se mi vuoi bene, tagliati dei polsi le quattro vene. Le vene ai polsi lui si tagliò, tralalalalla tralallaleru e come il sangue ne sgorgò correndo come un matto da lei tornò. Gli disse lei ridendo forte,tralalalalla tralallalerugli disse lei ridendo forte,l’ultima tua prova sarà la morte. E mentre il sangue lento usciva,e ormai cambiava il suo colore,la vanità fredda gioiva,un uomo s’era ucciso per il suo amore. Fuori soffiava dolce il vento tralalalalla tralallaleru ma lei fu presa da sgomento quando lo vide morir contento. Morir contento e innamorato quando a lei nulla era restato non il suo amore non il suo bene ma solo il sangue secco delle sue vene.

Adesso io mi chiedo ,quando mai i padroni si sono uccisi per  gli schiavi ?

Questa  canzone,secondo il femminismo, doveva  venire  a sessi inversi, eppure  le  storie, anche  questa  canzone  dicono che  sono spesso gli uomini non corrisposti a  fare  una  brutta fine , nel romanticismo le  storie  finivano spesso con il suicidio da  parte  degli uomini

Come  etichetta il femminismo questa  situazione ?

Con il poco carino (a scapito del nome)  nomignolo di “Nice  guy”

Ma  a  parte  nomignoli vari, resta il fatto che , il patriarcato ,quello che  da  forza  agli uomini, quello che  fa  comandare  gli uomini, funziona  male  o addirittura non funziona affatto, lapalissiano da  questa  canzone  e  da  altri fatti

Vero, e sarebbe ipocriti non notarlo, che  alcune  canzoni adesso seguono la  moda  del femminicidio , bella , a  mio modo di vedere, quella  di Ermas Meta, molto meno quella  di Carmen Consoli ma  è dovuto al lavaggio dei media

Resta  il fatto che  i padroni si inginocchiano e si uccidono per far piacere agli  schiavi(mai visto nella  storia)

Fabrizio De  Andrè comunque  finisce  la  canzone  in un modo sarcastico verso la  donna, “Adesso non hai più nulla ,solo il sangue secco delle  vene”

Scommettiamo invece un pensiero cinico ,  che  alcune  donne (non tutte ovvio) si sentono quasi lusingate se un ragazzo si suicida  per  loro

 

Annunci
6 commenti leave one →
  1. Paolo permalink
    10 agosto 2017 17:31

    mi sai dire quanti uomini vengono ammazzati dalla donna che hanno deciso di lasciare e quante donne vengono uccise dall’uomo che hanno deciso di lasciare? Non nelle canzoni, ma nella realtà

    • 10 agosto 2017 18:56

      Da quello che ne so io ,dal 2010 al 2014 compresi (quindi 5 anni) in ambiti familiari uomini che uccidono donne sono 570 ,il contrario 345

      • Paolo permalink
        11 agosto 2017 01:40

        quello che conta è il movente: quanti uomini ammazzano la donna intenzionata a lasciarli (o che ha fatto l’errore di rimproverali per le briciole sul tavolo) e quante donne ammmazzano l’uomo per lo stesso motivo?

      • Daniele permalink
        11 agosto 2017 12:27

        Quel che conta è il movente? Ma stiamo scherzando? Oh, ma quante arrampicate sui vetri pur di non mettere in discussione i propri pregiudizi… Comunque sono tante a farlo, leggi il libro di Fabio Nestola, o quello di Glenda Mancini, e troverai numeri precisi. Se sei disposto ad ascoltarla, la verità.

  2. michele permalink
    11 agosto 2017 12:01

    Bellissima canzone, mi riporta indietro con i ricordi è dura avere una certa età.
    Probabilmente nell’antichità dividersi i ruoli era il migliore modo per evolversi e sopravvivere.
    Oggi invece abbiamo quella struttura ideologica per cui un omicidio di donna non è un semplice reato ma il mantenimento di una teorica cultura dell’oppressione millenaria, stranamente però questi reati vengono puniti più duramente, hanno leggi esclusive, esistono centri di accoglienza solo per le donne.
    Ma chissà forse è vero che esistono gli oppressori, per curiosità in questo mondo civile una violenza in una coppia di soli uomini come verrebbe trattata? E se fosse di sole donne? Chi sarebbe l’oppressore e chi la vittima?

  3. Daniele permalink
    11 agosto 2017 12:27

    Ha ucciso la madre? Femminicidah!!!11!!undici!!1!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: