Skip to content

Maschio bianco ed eterosessuale

10 maggio 2017

Ringrazio Francesco Vittorino che, grazie  a  questo video, mi ha  dato lo spunto

 

Su netflix  sto guardando una serie  che  si intitola  “Dear  white people” ,dove  una  ragazza  di pelle  nera indica  i privilegi dei bianchi ,  fa  abbastanza  sorridere  che  sia  una  ragazza  che  frequenta  una  altolocata università e non una  che  vive  nel quartiere  di Harlem o nelle  varie  periferie  di una  città sia  europea  o asiatica .

Ho visto ancora  non tutte  le  puntate,  ma  un passaggio mi è piaciuto ,dove  uno dei pochi protagonisti bianchi ha  pensato ( non l’ha  detto ) “Avere  la  pelle  bianca  non fa di me  uno stronzo ”

Nell’immaginario politicamente  corretto e  femminista,  ci si  immagina  una  piramide  con la  punta  occupata  dal maschio, bianco ed eterosessuale

Certo ,se  vediamo il famoso tetto di cristallo , nella  maggior  parte  i posti di potere  sono appunto occupati da  persone  che  hanno queste  caratteristiche, poche  donne e poche  persone  di etnia  differente  dalla  caucasica  (parlo del mondo europeo occidentale)

Però in questa  gara dove  io sono più oppresso di te  ,ci si è dimenticato di un valore  fondamentale  che , per  il momento nemmeno  in “dear  white  people” ,non è venuto a  galla,  cioè LA COSCIENZA  DI CLASSE

Coscienza  di classe ben spiegata  nel video ,dove  il povero prendeva  mazzate  al posto del ricco

Eppure  erano tutte  e  due  maschi e  bianchi ( sul eterosessuale, essendo bambini, glisso)

Coscienza  di classe  che  io reputo fondamentale  per  capire  chi ha  il privilegi e  chi no

Ovvio che  ,studiando un pochino di storia,  la  schiavitù , i campi di sterminio dovuti solo perchè avevi delle  caratteristiche  diverse sono degli orrori che  purtroppo resteranno indelebili

Ma  questo non vuol dire  che  un uomo che  vive  in auto solo perchè bianco lo si possa  considerare  addirittura  PRIVILEGIATO

Eppure per  le femministe …

 

 

 

 

 

 

Annunci
9 commenti leave one →
  1. Paolo permalink
    11 maggio 2017 16:19

    è abbastanza ovvio che tra ricchi e poveri i ricchi sono privilegiati anche quando sono donne o neri o gay. Sicuramente il divo di hollywood afro-americano Denzel Washington è privilegiato rispetto all’operaio bianco del Michigan, ma il confronto va fatto tra bianchi e neri della stessa classe sociale, e vedrai che i neri qualche svantaggio lo hanno rispetto ai bianchi della medesima classe, nonostante i passi avanti fatti
    Il maschio eterosessuale povero in canna sta sicuramente peggio di Elton John, ma i gay non sono tutti artisti ricchi. E un gay povero che vive nelle campagne forse qualche dfficoltà ce l’ha rispetto al povero etero, sopratutto se ha una famiglia omofoba e non ha i soldi per trasferirsi in una metropoli più “tollerante”
    l’operaio maschio sta peggio di Emma Marcegaglia o della signora Trump ma il confronto va fatto con una operaia

    • 11 maggio 2017 17:45

      Paolo ,certo a parità di classe sociale avrebbe anche un senso, solo che non lo scrivono mai

      • Lucy permalink
        2 giugno 2017 04:05

        Signor Mauro, ma Le (vi) risulta che anche i miliardari e le bellissime dive si suicidano, vanno in depressione, finiscono alcolizzati? No, sa, disagi psichici e morte sono cose molto, molto, democratiche e non fanno distinzioni di sesso, ma neanche di ceti.
        Marilyn Monroe era bellissima e ricchissima, è finita come uno straccio usato e buttato via. Eppure avrebbe dovuto essere felicissima e perfettissima, se il suo sofisma, signor Mauro, avesse un minimo di fondatezza nella realtà. E non ce l’ha. perché i meccanismi che regolano la felicità qui sulla terra non dipendono solo dai soldi, e neanche dalla bellezza. ci sono donne povere e bruttine che hanno vissuto una vita più ricca di soddisfazioni di Marilyn Monroe, che pure, partiva già avvantaggiata.

        Ma mi rendo conto che per dare un senso alla sua vita da non-benestante, piuttosto che fare autocritica o accontentarsi di ciò che ha,
        Lei deve dare la colpa a un mucchio indistinto di “femministe” (?!) che sarebbero tutte più ricche e privilegiate di Lei. mah. mi sembra un atteggiamento un po’ paranoide.

        p.s divertente questo vostro fare di un movimento che ha tanti sottogeneri (femminismo marxista, femminismo borghese, femminismo cristiano, femminismo islamico, femminismo radicale/separatista, femminismo pro-sex e pro-prostituzione, femminismo asessuale, cyberfemminismo, femminismo della differenza, femminismo inclusivo di gay e trans…) spesso l’uno avverso all’altro, un mucchio indistinto, quasi fosse un’unica donna con miliardi di teste… 😀

      • 2 giugno 2017 11:38

        C’era un detto che il denaro non da la felicità, sotto c’era scritto “figurarsi la miseria” Sulla Monroe poi , tutto avvenuto in circostanze poco chiare ,chi parla di suicidio e chi invece di omicidio ,sulla mia autocritica , figurarsi la faccio ogni giorno ,e da disoccupato che ero ,adesso che lavoro da 20 anni sto sicuramente meglio

      • Paolo permalink
        2 giugno 2017 11:57

        che sia stato suicidio o omicidio, devi ammettere che l’esempio di Lucy è calzante: una persona che secondo il tuo schema mentale aveva tutto per essere felice è finita male. Ma anche l’attore Robin Williams, ricco e privilegiato (e mediamente belloccio da giovane), è morto suicida e depresso. Dopodichè per una vota ti dò ragione: essere ricchi e belli è più desiderabile dell’essere brutti e poveri e vale per uomini e donne, poichè se è vero che i soldi e la bellezza non garantiscono la felicità (perchè nulla la garantisce, esiste il diritto alla ricerca della felicità, trovarla invece non è un diritto) è sempre meglio piangere in una villa e con un bel corpo che piangere vivendo in un tugurio

  2. michele permalink
    13 maggio 2017 10:15

    Scusatemi se permetto ma trovo inteteressante il discorso e volevo chiedere su quale base morale ci si arroga il diritto di definire il privilegio? Se il privilegio è dato dalla situazione posso definire una donna privilegiata perche va in pensione prima rispetto all’operaio della fonderia? Se invece è dato dal colore della pelle farei distinzioni di razza. Un conto è la differenza di classe un altra è pretendere che tutti abbiano gli stessi risultati senza le stesse capacità, trovo giusto che partiamo tutti dal via, ma se lavoro di più guadagno di più

    • 13 maggio 2017 11:32

      Ovviamente Michele ,per me le femministe non sono diverse dai leghisti o da quelli di destra ,perchè ragionano come loro ,dividono le persone in “gruppi” una sinistra seria invece dovrebbe dividere le persone in classi sociali perchè ,se è giusto che tutti partiamo dal via, non mi puoi però dopo definire un maschio bianco ed eterosessuale che magari è un senza tetto , come un privilegiato

      • Paolo permalink
        13 maggio 2017 14:21

        il confronto va fatto tra l’uomo senzatetto e la donna senzatetto, tra il bianco senzatetto e il nero senzatetto in una società governata dai bianchi. Voi fate il confronto tra l’uomo senzatetto e Emma Marcegaglia, o tra il bianco senzatetto e Denzel Washington ma questo è truccare le carte.

      • michele permalink
        13 maggio 2017 17:24

        Non capisco, che significa fare un confronto tra due senzatetto? Quale privilegio avrebbe uno piuttosto che l’altro? Un bianco senzatetto è privilegiato perche la società è governata dai bianchi?
        Dubito esista una solidarietà di classe esclusiva tra bianchi.
        Per compattare un gruppo ci vuole un nemico comune, reinventando la storia se neccessario, in questo il femminismo è stato maestro, la lega non è stata cosi brava, cosa che per me il maschile difficilmente sarà in grado di fare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: