Skip to content

Come da copione

12 ottobre 2015

Quando si parla della  donna “Della  porta accanto” di solito si tende  a  nominare  una  donna  vicina  a te, ma allo stesso tempo irraggiungibile anzi, quasi una  dea di quel vorrei ,ma  non posso.. e  perchè no? Anche  frutto di fantasie  erotiche  (l’eros in fondo fa parte della  vita) ma  ,in sostanza, quando si parla della  donna  della  porta  accanto si ha  una  visione  positiva …

Non succede  la  stessa  cosa  con l’uomo della  porta  accanto come  ci descrive questo articolo

https://lunanuvola.wordpress.com/2015/10/12/luomo-della-porta-accanto/

In questo caso l’uomo della  pota  accanto è visto come  uno da  starci lontano peggio della  peste  e  fa  l’esempio di quell’uomo che, in modo sadico e  violento, ha  ucciso alcune  prostitute  e seviziate  altrettante …

Il suo modo di agire era sadico e  terribile, poco ha a  che  fare  con il BDSM dove, come  regola  basilare  ci dev’essere  la  sicurezza e  la  consensualità

Eppure  quest’uomo ha  detto che  non voleva uccidere  nessuno, che  voleva  solo sfogare  una  sua  fantasia, mentre per l’autrice  dell’articolo non ci sono dubbi ,quest’uomo odiava  le  donne  e come  lui ,ci sono innumerevoli ragazzi della  porta  accanto uguali a  questo sadico …

C’è comunque  da  precisare che, essendo appassionato di BDSM e leggendo i vari siti e  forum, non sono rari casi di ragazze  che  amano la  sottomissione,  anche  in modo pericoloso ,tra  queste  tecniche  molto pericolose  c’è il controllo del respiro (ha anche  un termine  inglese  che  adesso mi sfugge)  in sostanza questa  tecnica  è un pericoloso confine  tra la  vita  e la  morte altre,  in modo più banale  amavano essere  legate e/o picchiate  nel sedere  e chi amava sentire  le  mollette  nei capezzoli, vi assicuro che  si legge di tutto ,eppure  mai e  poi mai veniva  fuori il termine  misoginia

Certo l’uomo in questione  non si poteva  certo dire  un amante  del BDSM , visto che  è anche  un gioco di ruolo e,  ripeto , ci vuole  la  consensualità e  questa  non si ottiene  certo pagando .

Eppure  per l’autrice  dell’articolo non ci sono dubbi ,il tipo in questione  e  solo uno dei tanti uomini della  porta  accanto, solo che  ha avuto il coraggio di usare  la  forza

Adesso mi si accuserà di citare  sempre  Salvini ,ma  un pensiero simile  lo si trova anche  nelle  pagine  dei leghisti, solo che  li si usa  il termine  immigrati al posto di uomini

Poi, la  stessa autrice  fa  una  carrellata  di crimini con le  donne  come  vittime  allo stesso uso del blog ” Tutti i crimini degli immigrati ”

Ovviamente  non sia  mai che  le  colpe  siano individuali , in sostanza se  un uomo uccide  la colpa  è un pochino anche  nostra  ,cioè di essere  nati uomini e, come  una  buona  psicologa trova anche  la  soluzione

La  colpa  è di una tetta vista  in televisione (che  io trovo una  colpa  al limite  del demenziale)

Siamo comunque alle  solite, demonizzazione  del genere  maschile  e la  donna  oggetto , come  cita  il copione del più becero femminismo

Se  bussate alla  porta  e  vi apre  un uomo state  attente  ,potrebbe essere  munito di nastro adesivo e  infilarvi un bastone  nella  vagina

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: