Skip to content

Trovato il colpevole !!!

8 aprile 2015

Non sarebbe bello vivere  in un mondo senza  violenze ,in un mondo che, ai giorni d’oggi si può definire  utopistico ?

Una sorta di valle dell’eden?

La  possibilità oggi c’è e c’è lo spiega la signora Lea  Melandri con questa  articolo, corto ma  molto schietto ( poteva essere  ancora  più corto, a dire  il vero )

Stragi ,violenze e guerre hanno un comune denominatore, il genere  maschile

http://comune-info.net/2015/04/la-violenza-ha-un-sesso/

Trovato il colpevole di questo mondo infame, la soluzione  più ovvia e la  soppressione  del genere  maschile,  non è una  novità in per se, altre  femministe  hanno questa idea “rivoluzionaria” (ma guai a dirle che  sono nazi femministe  ) ,vediamo più in dettaglio questo articolo “progressista”

Prima che l’assuefazione, il senso di impotenza e una rassegnata apatia prendano il sopravvento di fronte agli orrori di ogni specie a cui assistiamo quotidianamente,vale la pena porsi qualche domanda.

Facciamola  pure 🙂

È vero che non tutti gli uomini uccidono, che la cultura maschile dominante da secoli non ha seminato solo morte, ma dato vita anche a opere sublimi di civiltà; è vero che l’amore, la solidarietà, il pacifismo non le sono estranei.

L’inizio sembra di quelli “Non sono razzista ma… ”

Mi chiedo se è per questo che esitiamo a nominare alcune verità evidenti:

Vediamole  queste  verità , abbastanza scontate, visto la premessa

che la violenza, in tutte le forme manifeste che conosciamo, dalle guerre tra Stati alle guerre civili dovute al fanatismo o a problemi sociali, alla persecuzione delle minoranze, è stata praticata finora dal sesso maschile, sia pure con l’aiuto e la complicità delle donne;

In questo periodo le  donne  sono descritte come  delle  complici “costrette” dagli uomini a commettere  violenze, non volevano sia  chiaro, non sia  mai che  il sesso femminile  si macchi di tali atrocità ,ma la violenza ha  una matrice  maschile, questa matrice  ha  portato uomini dichiarare guerra e ,nella stragrande  maggioranza  morivano sempre  altri uomini , secondo il pensiero della Melandri ,questo è un bene  ,meno uomini ci sono più la pace nel mondo (che  fa tanto miss Italia) vedrà l’alba

Come è possibile che ancora oggi, dopo tanto parlare di patriarcato e di maschilismo, non si riesca a scalfire la maschera di ‘neutralità’ che impedisce di riconoscere ai responsabili di tanti orrori l’appartenenza a un sesso?

Vero è cosi evidente che il male  è maschile….

Che cosa impedisce agli uomini sinceramente convinti di dover operare per la pace nel mondo di interrogarsi sulla matrice ‘virile’ della violenza?

Perché, a loro volta, le donne sono così poco inclini a chiedersi quando e come un figlio, un marito, un amante passano dalla tenerezza alla violenza?

Forse perchè odio ,rabbia e amore fanno parte del genere  umano e non solo di un genere?Che  le  persone  possano amare, incavolarsi e  arrabbiarsi anche  in un periodo breve  ,è una cosa  normale ? Non mi sembra che  le donne  siano immuni da questo

Può darsi che il rapporto di potere tra i sessi e le inevitabili complicità che ne hanno permesso una così lunga durata non siano, come sono portata a pensare, il maggiore ostacolo materiale e psicologico a una convivenza più umana, più giusta e solidale. Ma finché non vengono portati alla coscienza e fatti oggetto della riflessione che meritano, non sapremo mai se dobbiamo rassegnarci a una “naturale” violenza maschile, o sperare nella possibilità di un cambiamento che non riguarderebbe solo il sessismo, ma tutte le forme di distruzione e di morte che gli uomini hanno agìto contro i loro simili.

Anche qui, il punto in comune  è cambiare  gli uomini ,come  per  il gioco del rispetto e di altre amenità gender, che  vogliano fare esperimenti di cambiare  le persone  ,che  riguardano la  cultura nazista  ,cioè cambiare  tutto in una  “meravigliosa” razza  ariana , chi non era  puro veniva sterminato, ed il libro che  ho letto le  FURIE  DI HITLER anche  le donne  avevano il loro compito di portare avanti tale  progetto …

Chiaro che,anche queste teorie, come questi articoli vogliono portare  avanti il progetto ,cioè che  donna  è meglio e quindi cambiare  l’uomo verso quell’obbiettivo

Tanto per  mettere  le cose  in chiaro, non faccio certamente  il tifo di ritornare  alla posizione  stereotipata di un uomo che  rutta sul divano , ma  che  il femminismo (o questi progetti) mi voglia cambiare non per  quello che  faccio ,ma  per  quello che sono ,  mi sembra di tornare  indietro nel tempo e  non sicuramente  avanti ,ma  sopratutto è una  teoria razzista e reazionaria,o diventi come  noi ,o ti eliminiamo

Il discorso della  violenza  punta esclusivamente a questo obbiettivo ,l’uomo è violento quindi va cambiato

in conclusione è uno degli articoli più misandrici che  ho letto ( ed ne  ho letti parecchi) il colpevole c’è ed è maschile

Inutile  fargli ricordare  che  ci sono state donne che  hanno dichiarato guerra,che  hanno ucciso e fatto violenza , rivoltare  il discorso mi sembra anche  inutile,  anche  perchè lo sa  perfettamente,  ma  le  ha  giustificate come  complici, e no come  mandanti di tali atrocità

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: