Skip to content

Edge of a revolution

26 settembre 2014

Ho sentito questa canzone degli  Nickelback

A bordo di una rivoluzione  …

Allo stesso tempo Mao Tze Tung ha cosi detto

La rivoluzione non è un pranzo di gala, non è una festa letteraria, non è un disegno o un ricamo, non si può fare con tanta eleganza, con tanta serenità e delicatezza, con tanta grazia o cortesia, la rivoluzione è un atto di violenza.

è un atto di violenza con il quale una classe ne rovescia un’altra

Nei due casi ,della canzone e dell’ aforisma  anche  se in contesti molto diversi, non si è mai parlato di genere che  sopraffa un altro ..semplicemente perchè è una cavolata di livelli colossali

Eppure , ancora una volta viene definito il genere maschile  (ma sia chiaro come  contesto sociale) dal contadino dell’africa  arso dal sole ,dall’ immigrato che trova la morte nel mediterraneo ,all’ operaio schiacciato da una gru ,dal ricco proprietario terriero o industriale  ,al capo di stato come  privilegiati da un sistema patriarcale …mi  ripeto ma  eppure mi tocca ancora leggere di queste scemenze

No ma vorrei capire capire una cosa.

Gli uomini (come gruppo sociale, prima che qualcuno scassi le ovaie con ‘notallmen’) fino ad ora non hanno lottato a fianco delle donne contro il patriarcato perché non hanno ricevuto un “invito formale”?
Non perché chiaramente difendono dei privilegi che permettono di subordinare a loro le donne?

Da “il maschilista di merda” va beh che  la pagina  non meriterebbe di essere considerata ma che  volete farci è più forte di me  …

Ma  non è finita mica cosi , altri commenti dell’admin

Non tutti gli uomini sono maschilisti, ma tutti godono dei privilegi del maschilismo in quanto uomini. Ed è ora di rendersene conto. Non si può sempre saltare su ogni volta che non si specifica che ci sono anche i bravi uomini, perdio

Sì, tu hai comunque dei privilegi in quanto uomo, perché ti capiterà di meno rispetto a me di essere stuprato, discriminato sul lavoro, venduto come schiavo sessuale, picchiato dal tuo partner, non ti viene chiesto se vuoi figli o sei single ad un colloquio di lavoro, non ti chiedono la bella presenza, né vieni pagato di meno rispetto all’altro sesso. Quelli che tu hai detto sono discriminazioni date dal patriarcato, ma tu dei privilegi li hai comunque. Semmai sei penalizzato per essere gay

Quindi ,mi viene da pensare ,in maniera maliziosa, che  i gay  non sono uomini ? Visto che  sono penalizzati ? E’ una domanda legittima

Quindi praticamente stai dicendo che io nutro risentimento verso tutti gli uomini. Sorvolo, e ti dico: non hai ‘colpe’, ciò che puoi fare è smetterla per esempio di sentirti attaccato in quanto maschio solo perché qui si è criticato un gruppo sociale che da 4000 anni agisce con violenza nei nostri confronti. E poi puoi informarti, leggere, fare autocoscienza, discutere con altri uomini (ci sono quelli di maschile plurale che lo fanno). Ci sono tante cose che si possono fare, non c’è nemmeno bisogno che venga a dirtelo io.

Vero ci sono tante cose da fare  ,io mi chiedo ,essere uomo che vantaggi mi da ?

Non mi ha salvato dalla cassa integrazione  ,non mi ha salvato di avere una malattia ereditaria,  non mi ha salvato da essere offeso …

Scusa eh, ma anche il più sfigato degli uomini non ha paura di essere stuprato mentre passeggia o di essere licenziato al lavoro perché è diventato padre. È così PALESE il fatto che il patriarcato avvantaggi gli uomini. E li avvantaggia tutti, perché altrimenti non si spiega il senso dell’aver costruito il patriarcato se alcuni uomini non ricevono da loro privilegi. Non penso sia necessario ripetere che parlare di vendetta è fuorviante, non mi avete MAI sentito dire su questa pagina che gli uomini devono essere stuprati o uccisi come loro fanno con le donne.

Ah no ,abbiamo la memoria  corta allora mi ricordo di certi commenti che  ,in sostanza ,diceva che l’uomo buono è l’uomo morto …non facciamo le santarelline  si che  non ne siete in grado …

Poi ,finisco, visto che in 4000 anni gli uomini hanno solo goduto di privilegi facendo vedere queste immagini

image9

minatori-4

Se qualcuno mi spiega i privilegi del patriarcato ,veramente sono qui a leggere i commenti ….

Aspettate ,siccome sono sempre positivo ,finisco con un commento di una  ragazza….

bepa

Ecco, parole davvero sante, forse la rivoluzione  che  intende la canzone  e  l’ aforisma di Mao tende a far cambiare qualcosa di più sostanzioso che  un panzone che  fischia (magari al cane) ,e a due  veline  oppresse dal patriarcato ( 🙂 ) ,ma loro sono troppo prese a cambiare  lo spot televisivo

 

 

 

Annunci
2 commenti leave one →
  1. Alex Red permalink
    26 settembre 2014 23:04

    siamo in aperta misandria qui XD

  2. 27 settembre 2014 13:36

    Ma che dici alex ,la misandria non esiste , non esistono donne che odiano gli uomini …i commenti sopra sono la prova di questo 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: