Skip to content

wrong turn

15 agosto 2014

Chi ama un pochino l’horror ,anche se di filone di serie B , si ricorderà sicuramente di questa “serie” ,nemmeno a farlo apposta ,proprio qualche giorno fa ,ho visto wrong turn 5, simile agli altri 4 , non cambiava di una virgola  il motivo principale  ,uomini sporchi ,brutti e cattivi che facevano a pezzi ,con un pizzico di cannibalismo , le loro vittime … in questo episodio avevano come capo un criminale assassino senza scrupoli …

Va beh ,storielle d’ estate ,quando anche su Italia 1 ,andava in onda notte horror ,però questi “filoni” come “le colline hanno gli occhi (mi sembra che si siano fermati al 2) ” hanno che ,in comune che sono brutti ,sporchi e cattivi ,e quasi  tutti di sesso maschile  ….forse in wrong turn 3 (ma vado a memoria ) c’era una famiglia con tanto di mamma e figlia , ma è un caso molto raro …

Sto leggendo un libro “Innocente – una storia vera” dove ,degli uomini sono accusati ingiustamente di omicidio e stupro , c’è un passaggio che cita ” Le foto segnaletiche hanno sempre il potere di rendere brutta la persona che viene raffigurata” ed è verissimo ..

Prendiamo ad esempio il sito in quanto donna  http://www.inquantodonna.it/argomenti/donne/

Ci sono le foto delle vittime  ,quasi sempre radiose e sorridenti , al contrario ,gli uomini vengono raffigurati come nelle foto segnaletiche  degli arresti … ,quindi si può benissimo dire che c’è un mix di bruttezza e cattiveria  nel più vecchio degli stereotipi cioè di uomini brutti ,sporchi e cattivi ..

Quanto sia vero questo ,viene a galla quando è stato arrestato un uomo “carino” in quel caso non è stato fatto scherno di insulti e/o di frasi da mettere alla gogna ,anzi ,qualcuna sperava che  andasse a casa sua a rubare e se ci scappava anche lo stupro ,non era poi male …(letto davvero)

Adesso ,cosa succede se invece che un uomo a commettere un delitto, è una donna affermata e diciamolo pure, anche abbastanza carina ?

http://bari.repubblica.it/cronaca/2014/08/14/news/telegiornalista-93773821/?ref=fbpr

La scrittrice Glenda Mancini ha fatto un mix  di commenti che si trova  nella bacheca facebook del sito di repubblica

 

1-Andrea : Una donna non attacca mai un uomo con un coltello. Le donne lanciano gli oggetti ( scientificamente provato, lo dice Andrea)
2-Franca Finalmente. Una donna ( …non ho capito la relazione coltello donna)
3-Mimma : evidentemente se lo meritava ,finalmente una donna con le palle ( ………la fantasia comincia a venir meno)
4-Nietta: SI SARA’DIFESA .SE È COSI HA FATTO BENE. DIFENDETEVI DONNE BASTA!
5-Loredana :Finalmente una donna che non finisce vittima nelle mani di un mostro ( un mostro? non sappiamo neanche se fosse lui la vittima)
6-Lorenzo: Molto bene… Finalmente una donna che reagisce ( da cosa non si sa)
7-Daniela :Finalmente….. Un po’ di giustizia!!! ( ?.?)
8-Franca :sapete che c’è?…………non è certo una bella cosa …. ma almeno è diversa…. ( e che diamine!)
9-Carlo :finalmente una che accoltella il compagno e non viceversa ( il finalmente è bellissimo)
10-Roscon :Avrà avuto i suoi buoni e validi motivi!!! ( al decimo posto per la banalità, sono a decine e decine i commenti così,identici)

Le parentesi sono della scrittrice 

in questo caso la differenza di trattamento ,per lo stesso caso di violenza è davvero abissale  ,altro che cultura da cambiare solo dalla parte maschile , se c’è una cultura da cambiare  sarebbe ,caso mai, quella femminile che giustifica tali gesti …. che ci siano anche uomini nei commenti, non mi sorprende affatto ,  uomini e donne ,ormai sono intrisi nella cultura che giustifica una violenza di questo tipo ,solo se a farlo è una donna , non per niente ci sono uomini che si vergognano di essere nati di sesso maschile  ,non ho mai letto l’inverso … non è una cosa da poco.

Questo è dovuto sia dalla cinematografia che  dalla scrittura che dal quotidiano, dove viene vista la donna sempre come angelica al contrario l’uomo come  carnefice …

Lo stesso che si vede nei telefilm polizieschi americani ,dove per la stragrande maggioranza dei casi , il colpevole  è l’uomo, meglio se brutto ,sporco e ,naturalmente, cattivo

Come vedete ,non si scappa da una regola ferrea ,quasi come una formula matematica ….

 

Annunci
7 commenti leave one →
  1. Daniele permalink
    15 agosto 2014 09:02

    Mauro, secondo me non è solo colpa della cultura…
    Ascolta, mi rendo conto che le mie possono sembrare posizioni forti ed estreme, ma credo sia giunta l’ora di prendere atto del fatto che la femmina media è un essere moralmente inferiore. Non è certamente una novità il fatto che le femmine trovino divertente la violenza femminile nei confronti degli uomini, mentre al contrario sbraitano come ossesse, richiedendo catrazioni, pena di morte e quant’altro.
    Loro sono così: infide, sleali, basse, sostanzialmente stupide.

    Per esempio, quante volte ti è capitato di ascoltare una femmina che chiedeva la pena di morte per una madre che aveva ammazzato il proprio figlio? Sicuramente mai. Anzi, le suddette sono solite attribuire le responsabilità di certi gesti ai compagni delle assassine, che le avrebbero “trascurate e lasciate sole”. Prendiamone atto: in tal senso le femmine non valgono niente.

    >>>>>>>>>>

    PS: viceversa gli uomini sono feroci nei confronti di quegli uomini che si macchiano di certi delitti.

    • sasa permalink
      18 agosto 2014 12:38

      “La femmina media e’ un essere inferiore”. By uomo molto al di sotto della media

  2. Daniele permalink
    15 agosto 2014 09:22

    >>>>>>>
    non per niente ci sono uomini che si vergognano di essere nati di sesso maschile ,non ho mai letto l’inverso …
    >>>>>>>

    Vero, anzi verissimo, perché nessuna femmina dice mai di vergognarsi di essere nata femmina.

  3. Daniele permalink
    15 agosto 2014 11:19

    Anni fa aprii questa provocatoria discussione.
    http://questionemaschile.forumfree.it/?t=10773111

  4. sasa permalink
    18 agosto 2014 12:43

    Questo articolo mostra solo la stupidita’ di certi commenti, che ascoltiamo spesso anche da parte opposta, quando donne e uomini accusano una vittima donna di essersela cercata. Scientificamente il processo e’ noto come colpevolizzazione della vittima a seguito di errore fondamentale di attribuzione, nel quadro di una teoria del mondo giusto. Un paio di consigli: studiate ed imparate ad utilizzare la punteggiatura al posto del senso comune;)

    • 18 agosto 2014 15:43

      Sarà fatto ,d’altronde siamo qui per imparare 🙂 … Mi dispiace deluderti ,ma questo articolo (post dai , non sono di certo un giornalista) dimostra invece la differenza di posizione che c’è a scapito se la vittima è un uomo o una donna … se è una donna si accendono i ceri alla madonna ,se è un uomo in fondo è quasi una rivalsa da applaudire, è quello io l’ho letto SEMPRE ..

  5. Paolo permalink
    23 agosto 2014 21:10

    non capisco perchè prendersela coi film dell’orrore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: