Skip to content

I spit your grave (non violentate jennifer)

1 maggio 2014

Proprio ieri ,prima di andare al lavoro ,su telenuovo padova hanno fatto vedere questo film

Film crudo, con scene di splatter e molto violento

La storia in maniera telegrafica parla di una ragazza stuprata dal “branco” e che poi si vendica, seguendo la “legge del taglione” , tu fai una cosa a me e io ti faccio la stessa cosa identica ….cosi è quello che succede nel film

https://www.youtube.com/watch?v=w1TIL4oT-rE  questo è il trailer del film

Chiaro che la ragazza in questione ha subito delle pesanti violenze che andavano anche oltre lo stupro ,violenze fisiche e sadiche  con la voglia di farle veramente male , dovrei vedere tutto il film ma credo che ,a grosso modo , il succo sia quello ..quello che non mi ha convinto è stata la reazione ,anch’essa molto  violenta cioè il famoso “mi faccio giustizia da sola”, andando ben oltre lo stupro ,visto che nel video gli stupratori morivano ,praticamente sentenziava la “pena di morte” ,nel film e anche nei minuti che ho visto , si vedevano evirazioni e violenze di ogni tipo fatta dalla stessa Jennifer ,però se prima e giustamente la violenza non era giustificata ,in questo caso la reazione  è giustificata …non so , a mente fredda , non mi sembra che la ragazza ne venga fuori come la paladina della giustizia  come forse vorrebbe fare il regista del film ….

Per curiosità mi sono andato a leggere i commenti

Questa donna si è comportata in modo splendido w la ammiro molto, se tutte fossimo come lei, non dovremmo più temere la violenza

Quando Jennifer si vendica,io ho provato una soddisfazione immensa e mi sono messa a ridere

Concordo pienamente con te. Io ho scaricato la vecchia versione di questo film, ti basti sapere che tra poco girerò con un coltello per le strade. Quanto mi fanno schifo gli uomini così, seriamente! Si meriterebbero questo e di più! Dovrebbero soffrire come fanno soffrire gli altri. E sì, dovrebbero esserci più donne così.

Questi sono commenti fatte da donne

Invece gli uomini sono certamente più contenuti

giustizia è fatta…????? Ma sì, fomentiamo pure la violenza… ce nè così poca in qst porco mondo, diamo a tutte le massaie infarcite di beceri programmi televisivi di esprimere tutto il loro rancore vs “il maschio dominante” facendole evirare chiunque decidano loro così da poter appagare il sogno più nascosto di ogni donna e sentirsi finalmente realizzate!!! Daniela Santanchè e A.Mussolini DOCET…

Ma il commento ,forse principale , è questo

Ho solo postato un video che dimostra come la giustizia privata possa “consolarti” dall’ingiustizia pubblica. E io come donna ci credo, perchè ultimamente la violenza su noi donne è aumentata a crescita esponenziale. Come quella sui bambini, e anche in questo caso ce ne sarebbero di cose da dire. Ovvio che a stupratori, pedofili e simili taglierei l’uccello! E voglio vedere chi è contrario o dice che esagero.

Questo è il punto focale  ,le trasmissioni fanno credere che la violenza sulle donne sia in vertiginoso aumento (cosa non vera) e quindi tagliare l’uccello ad un uomo colpevole è cosa buona e giusta

Cosa ne penso ? Che , tagliare l’uccello e farsi giustizia da soli (uomo o donna che sia) sa tanto di squadrista fascista che andava giù di manganello e olio di ricino e siccome qualche persona con tante luce e (bisogna dirlo) anche qualche ombra ,ci hanno liberato ( in quel momento era una vera liberazione) da questi loschi personaggi , facendo cosi si ritorna indietro nel tempo ,ma poi ,una considerazione  tra chi la stupra e lei che fa giustizia  in modo cosi violento ci vedete della differenze ?

Io non ne vedo nessuna

 

Annunci
8 commenti leave one →
  1. Andrea M. permalink
    1 maggio 2014 18:54

    Mauro, ma perché ogni occasione è buona per ficcarci dentro il fascismo? La violenza è umana non fascista, se no, volendo, si potrebbero pure riesumare Pol Pot, Stalin, ecc.
    Ma a parte questo, ritengo che fra una persona abusata – uomo o donna che sia – e una abusante, esista comunque una netta differenza. Ossia, la persona che abusa gratuitamente è su un piano ben peggiore di quella che poi decide di vendicarsi, non fosse altro per il fatto che se quest’ultima non venisse abusata non esisterebbe alcuna reazione violenta. Ad esempio, io non avrei problemi a spaccare la testa a chiunque di permettesse di farmi una violenza gratuita. E sicuramente tu faresti altrettanto.
    Altra questione poi è quella di certi film (specie se americani) in cui questo o quel regista (generalmente un uomo) si inventano improbabilissime “eroine” che ammazzano, staccano teste e genitali, picchiano qualsiasi uomo a colpi di karate, ecc. Quelle son solo cagate, anche perché senza degli uomini pronti a difenderle da certi uomini, le donne non son capaci di combinare nulla.

    @@
    Come quella sui bambini, e anche in questo caso ce ne sarebbero di cose da dire. Ovvio che a stupratori, pedofili e simili taglierei l’uccello! E voglio vedere chi è contrario o dice che esagero.
    @@

    Nello specifico credo sia pure il caso di prendere atto del fatto che la donna media ha un senso della giustizia molto “sessista”, nel senso che costoro non taglierebbero mai le tette o il clitoride a delle pedofile, tantomeno condannerebbero a morte un’ assassina (un assassino sì, invece). Le donne son così, caro Mauro, per cui non c’è nulla da aspettarsi salvo piagnistei, accuse e starnazzamenti vari.

    • 1 maggio 2014 20:23

      Vedi Andrea (che intanto lo ringrazio per la visita) parlo di fascismo perchè in italia, come dittatura, abbiamo avuto quella , poi se mi parli di Pol Pot di Stalin ,anch’esse dittature e che hanno fatto schifo entrambe ,non posso che darti ragione ,sul resto quelli che scrivi è anche vero ,che da una azione corrisponde una reazione ed è vero che ,a parti invertite a nessuno gli verrebbe in mente di tagliare il clitoride ,invece l’uccello (simbolo del maschio ) tagliarlo è simbolo di potere ,ovviamente questa è una visione sessista molto in voga …ma io credo che ,in un paese che si voglia definire civile farsi giustizia da soli non debba mai essere preso in considerazione ed uccidere brutalmente i tuoi stupratori non ti fa passare dalla parte della ragione ,adesso sia chiaro che non giustifico sicuramente gli uomini che hanno ,nel film ,commesso quelle inaudite violenze ma ,e mi ripeto ,in uno starto di diritto per loro c’è la galera ,con pene sicure e anche la galera dura ,ma prova ad immaginare ad uno scambio di persona (cosa che è anche successo) questa qui non ammazza un innocente ?

      • Lucy permalink
        24 novembre 2016 07:13

        Signor Mauro, mi fa un esempio di stupro femminile? perché se non definiamo cos’è uno stupro al contrario, non si va da nessuna parte nella discussione.
        Per cui propongo io le cose che mi vengono in mente. Mi dica lei, che è un uomo, che cosa si avvicina più all’idea di stupro all’invertita, (lo vede, che fatica, non c’è manco un termine!), così decidiamo anche quale sia la punizione:

        1) un uomo stuprato dalla donna è quando la donna lo tramortisce (prima facendogli bere un sonnifero?!) lo lega (necessariamente deve essere legato per subire qualcosa) e poi gli ficca un qualcosa in sedere? dove sarebbe l’orgasmo della donna, però, in tale azione?
        lo stupratore gode infilando il pene, ma la femmina stupratrice può godere? o si masturba lei direttamente, o la vedo dura godere mentre ficca un bastone in culo a un uomo, non fosse altro che tale bastone non è un pene attaccato a lei, e quindi non le procura orgasmo.
        D’altraparte, la vedo dura stuprare un maschio infilandogli il clitoride…

        2) un uomo stuprato dalla donna è quando la donna lo obbliga ad avere un’erezione (?) del tipo “fattelo venire duro sennò ti uccido”?

        3) altra forma di stupro: obbligare l’uomo a leccarle la vagina?

        Non mi vengono in mente altre forme di violenza sessuale che una donna può fare.

        Ora, il punto è capire come un uomo nella media reagirebbe a questi tre comportamenti:

        nel primo caso, c’è sicuramente un trauma e un dolore fisico.
        nel secondo caso, se l’uomo ha l’erezione, vuol dire che è eccitato
        nel terzo caso non so, l’uomo vivrebbe un cunnilingus (o una donna che gli si ficca su con la vagina aperta sul pene?!) come una violenza?
        se la donna è brutta e deforme, forse sì (ma so che ci sono maschi a cui neanche interessa l’aspetto estetico della tizia, per copulare)
        se è bella, invece?!

        Ecco, signor Mauro, lo vede com’è difficile ipotizzare uno stupro fatto da una stupratrice? per il semplice fatto che la sessualità maschile è diversa da quella femminile, e quello che alla donna sembra una violenza, ad occhi maschili non lo è.
        ma prima di parlare di donne stupratrici (per inciso, magari suffraghi quello che dice con qualche link), cerchiamo di stabilire anche cos’è, questo ipotetico stupro femminile e i danni (fisici e psicologici) che comporterebbe nel maschio.

        Perché una ragazzina violentata dal branco di coetanei (e non) reagisce traumatizzata a vita, ma un ragazzino giovane, con gli ormoni a mille, a cui si facesse incontro un branco di donne vogliose di lui che iniziassero a dirgli “dacci il cazzo!”, sarebbe considerato uno stuprato abusato?!

        Mi illumini, signor Mauro.

      • 24 novembre 2016 17:37

        Sia nel commento ,che nel post intendevo dire altro ,comunque per soddisfare m la sua curiosità c’è questo video https://www.youtube.com/watch?v=mxMWB9EZxYc

  2. Rita permalink
    2 maggio 2014 20:57

    Credo che Andrea abbia colto un punto fondamentale. Il film l’avevo visto (se ne può trovare una copia su Youtube intera). Appartiene al filone rape&revenge (stupro e vendetta) di antica data. E’ ovviamente un’americanata e ovviamente nel “reale” odierno (o se vuoi in democrazia o in uno stato di diritto) non esiste che ti faccia giustizia da solo. Ma un film è un film. A mio parere la cosa più interessante (o curiosa) è che questo filone si è andato via via modificando. Il capostipite di questi film è “La Fontana della vergine” dove il padre vendicava la ragazza stuprata uccidendo tutti i suoi stupratori. In epoca più recente chi non ricorda Charles Bronson, il giustiziere della notte. Ecco in questo genere di film fino all’epoca odierna, c’è sempre stato un padre, un marito, un fratello o qualcun’altro che vendicava lo stupro e l’abuso. Qui invece è lei che si fa “giustizia” (lo metto ovviamente tra virgolette) vendicandosi da sola con le sue mani (in maniera decisamente improbabile e rocambolesca). Ci vedo un simbolismo. Ecco volendo se proprio volessi vedere un simbolismo ci vedrei questo. La totale eliminazione del personaggio maschile “buono” (o se vuoi positivo), del “tutore” per dirla come le femministe. Questo film fu avversato all’epoca dalle femministe perchè, a loro dire, avrebbe incitato allo stupro. In realtà quando venne proiettato nelle sale, gli stessi uomini tifavano per la ragazza. C’è un altro film della metà degli anni ’70 (uscito poco prima di questo e italiano) “L’ultimo treno della notte”, in cui i personaggi sono equamente distribuiti fra i generi e fra la positività e la negatività. C’è il padre della ragazzina violentata sul treno che alla fine vendicherà la figlia uccidendo gli stupratori ma c’è anche una donna che incita gli stupratori e che è sicuramente il personaggio peggiore.

  3. Paolo permalink
    24 novembre 2016 19:35

    Mauro è impossibile che una donna stupri un uomo adulto che non è nè drogato nè addormentato a meno che l’uomo non sia esile e la donna robusta

  4. Lucy permalink
    5 dicembre 2016 09:54

    Sì, signor Mauro, che fonte attendibile il video fatto dalla youtuber…
    Ma linkare libri seri, saggi, conferenze fatti da studiosi seri, e non video di youtuber illustri sconosciuti saltati fuori dall’oggi al domani, o le smemorande delle 14enni che scrivono i pensierini su facebook… vabbè.

    • 5 dicembre 2016 18:22

      Si fa quello che si può 🙂 la youtuber in questione affronta le tematiche di parità di genere anzi ,se la vogliamo dire tutta, giocavo anche fuori casa , visto che tale youtuber si dice femminista ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: