Skip to content

Allarme femminicidio : le donne sono sceme

13 febbraio 2014

Questa volta il titolo è volutamente provocatorio

Ovvio che è una cosa che non penso minimamente, come detto tante volte esistono donne sceme e altre sicuramente di meno , ma perchè allora un titolo cosi ?

Allarme femminicidio , donna uccisa in quanto donna, colpa della cultura maschilista ,patriarcale che arma la mano degli uomini (chi arma le mani delle donne?) ecc ecc cose che ormai sappiamo a memoria , eppure c’è una considerazione da fare …

Ammettiamo che ci sia questa cultura patriarcale e maschilista  che ,come in 1984 di Orwell, fa il lavaggio del cervello degli uomini ,la famosa “o mia o di nessuno ” come mai allora le donne continuano a frequentare gli uomini ?

Sarebbe come per esempio , se scopro una tana di una tarantola ,sappiamo tutti che la tarantola è molto velenosa  ,se lo so , non ci vado ad infilare una mano nella tana, e  se lo faccio non sono di certo molto sveglio …

Lo stesso vale per le donne, l’uomo,  sporco  brutto e cattivo,  mi uccide e io cosa faccio ? Ci vivo insieme ? Non mi sembra un azione molto intelligente …

In natura certo esiste casi analoghi penso all’ ape regina e al fuco , o la mantide religiosa ,ma li andiamo nel campo della natura e non è di certo la natura dell essere umano uccidere la compagna  ….

Mi viene in aiuto un articolo di panorama scritto da Annalisa Chirico

Come abbiamo spiegato più volte , esistono gli uomini violenti , esistono gli uomini che uccidono , ma non c’è questa “emergenza” che i giornalisti ,la politica e le femministe vogliono fare credere …

Ma allora mi viene quasi spontanea una domanda , perchè le femministe i politici e i giornalisti vogliono far passare le donne per sceme  ?

Se avete una risposta , fatemela sapere

Annunci
6 commenti leave one →
  1. Vince permalink
    15 febbraio 2014 20:07

    Perché come dice il detto popolare : “La mamma delle cretine (o cretini che siano) è sempre incinta”

  2. Lucy permalink
    2 luglio 2016 04:08

    perché una donna abusata da piccola, da grande, tenderà a ricercare lo stesso abusatore. è per questo motivo che donne picchiate da piccole, si legheranno a uomini violenti, uguali al padre/zio/nonno abusatore.

    guardi signor Mauro, che ‘ste cose sono cose risapute, in ambito psichiatrico. direi, uhm, ormai da una cinquantina di anni. si chiama “ripetere il trauma, coazione a ripetere, transfert, libido deviata”.

    la cosa curiosa, è che il violento in genere è anche un megalomane/egocentrico, che pensa di avere il diritto di tiranneggiare gli altri, mettendosi al centro del cosmo. proprio perché da piccolo la sua famiglia l’ha cresciuto così, o viceversa, perché sono mancate attenzioni, e quindi il senso di inferiorità maschile che viene risolto, nella stragrande maggioranza dei casi, con fantasie di dominio e di potere.
    viceversa, la bambina abusata/picchiata, tenderà a sentirsi sempre in colpa, a reprimersi, andando a legarsi proprio a quel tizio che la umilia/sottomette, per ricreare le condizioni del trauma iniziale, rimosso ovviamente, quasi sempre, (meccanismi di difesa dell’Io) per tentare, in modo inconscio, di “guarire” sapendo affrontare il trauma (è ovvio, è una guarigione illusoria).

    sono entrambi ego malati e distorti, ma la differenza è questa: che l’ego maschile che soffre di un complesso di inferiorità, “lo guarisce” (all’apparenza) mettendosi in una posizione di dominio ed egocentrismo; è quindi “esplosivo”: si proietta sottomettendo gli altri e prevaricando, e dalla loro resa trova conferma della sua potenza.
    l’ego femminile che soffre di inferiorità è “implosivo”: maltratta se stessa, scaricando la rabbia (che provi verso l’abusatore) su di te, e, per darti valore, e dimostrare a te stessa che “non hai paura” vai a ricercare l’uomo che più somiglia a chi ti ha abusato, esattamente come da piccola il tuo valore di bambina dipendeva dal contesto paterno.

    ora ha la risposta ai suoi quesiti, signor Mauro. ci rifletta, quando raccatterà la sua prossima “slave”.

      • Lucy permalink
        3 luglio 2016 02:08

        credo di darle una delusione, signor Mauro. quel blog (gestito da donne) mi fa pena. Avevo anche lasciato commenti su alcuni post estremamente deliranti, ma non avevano lasciato passare le critiche. e comunque, come post, condito da turpiloquio, mi fa ancora più pena.
        piuttosto di cercare questo squallore internettiano (cosa che del resto fanno anche i suoi colleghi mascolinisti, perché rimbalzate da facebook in facebook) si legga qualche libro, di quelli scritti prima che il web diventasse la spazzatura che è oggi, e che analizza bene la “traumatica” al femminile. magari gioverebbe anche alla vostra causa.

    • nico permalink
      11 febbraio 2017 17:28

      Mi scusi signorina, non per volerle dare contro per forza, ma non capisco molto bene
      come lega questi fatti tutti giusti e noti con il concetto dell’articolo in se, ovvero come si passa da un problema che come dice lei è specifico di alcune persone che hanno subito traumi e che poi si “accoppiano” per motivi psicologici a un termine generico e vasto come femminicidio, creato per creare disparita invece che ugualianza tra i sessi e mettere le donne su un gradino superiore e gli uomini brutti e violenti su quello inferiore, e il tutto non partorito dalla mente contorta di qualche malata di potere ma tutto bellamente sulla bocca di tutti i telegiornali e di tutte le donne quasi fosse una cosa normale…

      Come dovremmo reagire noi uomini, dovremmo tutti accettare la verità di essere degli esseri inferiori e impuri al confronto con una donna e farci tagliare mani e altri attrezzi altrimenti rischiamo che alcuni possano nuocere all’eterno patrimonio naturale del genere femminile?
      Sinceramente non capisco il suo/vostro discorso dove voglia andare a parare…
      Non capisco il senso di predicare ugualianza e seminare disugualianza, dire che tutti siamo uguali ma se muore una donna bisogna fare distinzione, mi sembra piuttosto che si voglia per forza sminuire una parte per rafforzare l’altra. Mi sembra semplicemente una mera dimostrazione del potere della donna, che ora non è al pari dell’uomo ma talmente superiore dal riservarsi il diritto di coniare nuovi termini per distinguere i suoi problemi “più meritevoli di attenzione” da quelli di tutti gli altri.
      Poi mi dica lei, se avere un secondo termine per definire omicidio di una donna dal marito le sembra così utile al nostro diritto e che non leda l’ugualianza uomo/donna sono contento per lei altrimenti quando un marito uccide una donna lo chiami come tutti, omicidio, è già una cosa grave, non c’è bisogno di mettere l’accento sul fatto che è stata uccisa una donna da un marito, perchè tutti gli altri uomini non ne hanno nessuna colpa e non amano venir messi tutti nella minestra e avere un termine che li denigra, come ha detto lei è un caso specifico e come tale non merita un termine a se, men che meno così discriminatorio e femminista(e ci tengo a precisare che se il maschilismo è uno spregio, nonostante le donne come al solito si debbano mettere un gradino sopra, anche il femminismo per dualità lo è, nel momento in cui entrambi hanno gli stessi diritti questi due termini non dovrebbero esistere, quando una donna si definisce femminista in realtà spesso e volentieri è solo una egocentrica prepotente )

      • 12 febbraio 2017 18:25

        Completamente d’accordo, anch’io non capisco il bisogno di definire l’omicidio in un modo differente perchè cosi c’è la “parità”,non è un controsenso? Invece, si vuole trovare un termine nuovo per dargli maggiore importanza e “massacrare” un genere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: