Skip to content

Tutti gli uomini del presidente

31 marzo 2013

Parafrasando un titolo di un film ….

I 10 “saggi” scelti da Napolitano per uscire da questa crisi politica, sono tutti uomini e vecchi *

Valerio Onida, Mario Mauro, Gaetano Quagliariello e Luciano Violante (per il capitolo politico-istituzionale)

Enzo Moavero Milanesi (

Giancarlo Giorgetti e Filippo Bubbico

Enrico Giovannini

Giovanni Pitruzzella

Salvatore Rossi

Questi sono i 10 uomini scelti ,strano che la lista non sia stata attaccata per la scelta delle persone in quanto a capacità, ma la critica è stata fatta in base al sesso di appartenenza , come detto in precedenza tutti uomini e vecchi come ha fatto notare il gruppo “il corpo delle donne ” ma non solo

Criticare una persona perchè è uomo ,per me è MISANDRIA 

Sono partite subito le famose mail bombing al quirinale per chiedere a gran voce il famoso 50/50 che sembrerebbe la soluzione di tutti i mali ….e se si dovesse accettare questo, la persona non sarebbe sostituita in base non alla competenza ,ma in base al sesso di appartenenza ,in definitiva ,verrebbe sostituito perchè ha la colpa di essere nato uomo, ripeto MISANDRIA ALLO STATO PURO

In contro replica è stato fatto anche una lista di 10 donne

1 Emma Bonino
2 Gabriella Stramaccioni (coordinatrice nazionale e cofondatrice di Libera)
3 Miuccia Prada ( imprenditrice, cavaliere del lavoro)
4 Chiara Saraceno (docente universitaria e sociologa)
5 Irene Tinagli (docente universitaria ed economista)
6 Barbara Spinelli (avvocata e membro dell’ass.ne Giuristi Democratici)
7 Maria Gabriella Luccioli (prima donna Presidente di sezione della Corte Cassazione)
8 Clementina Forleo (magistrato)
9 Alessandra Bocchetti (cofondatrice del centro culturale Virginia Wolf, femminista)
10 Lorella Zanardo (autrice de ”Il Corpo delle donne”)

Notare che essere femminista da quel valore aggiunto in più , nella lista sdegli uomini non c’era scritto da nessuna parte “maschilista” ….e che a forza di parlare male degli uomini si possono ottenere posti di privilegio ….non mi sembra che i 10 uomini in questione non abbiano fondato pagine e movimenti per parlare male degli uomini …..

Ma è proprio cosi importante giudicare una persona in base al sesso di appartenenza ,le critiche le si fanno in base ai risultati raggiunti ,e non perchè “sono uomini” ,che siano donne gay,uomini ,trans  con i pallini rossi e blu , bianchi ,gialli e neri ,ma se fanno bene il loro operato ,quanto importa da dove vengono e di che sesso sono ,mi sembra dire cose elementari ,ma si vede che ,per qualcuno , non è cosi

Annunci
4 commenti leave one →
  1. Caparexa permalink
    31 marzo 2013 11:53

    Ma Napolitano non era lo stesso a farci la predica sulla condizione femminile? 😀
    Ma lasciamo perdere…
    naturalmente, quale sarebbe stata la reazione delle finte comuniste se fossero state tutte donne? Nessuna, anzi felicità.
    Ed a me non avrebbe fatto ne caldo ne freddo, l’importante è che svolgano bene il loro lavoro.
    La cosa che mi fa incazzare è che si pretende sempre una quota di genere (sbagliata a prescindere, secondo me), ma solo se gli uomini sono in maggioranza (e rigorosamente in postazioni prestigiose, ricordiamo che i lavori a maggior appannaggio maschile in assoluto non sono gli impieghi a potere ma i lavori faticosi e pericolosi, ma non ho mai sentito parlare di “50/50 in cantieri/miniere/fonderie etc.”).
    E queste sarebbero di sinistra?
    Sono solo borghesucce interclassiste affamate di poltrone.
    L’importante è far sedere molte donne (possibilmente femministe) nel Parlamento.
    Il resto può rimanere così com’è.
    Con i muratori che cascano dalle impalcature e, talvolta, anche operaie che si feriscono con i telai.
    E le “comuniste” di questi non ne hanno mai parlato!

  2. 31 marzo 2013 12:53

    Questa ennesima lamentela sulla porcata escogitata da Napolitano, per me è un ennesima conferma di quello che penso personalmente e di quanto diciamo alla fin fine come UominiBeta.
    Tutto quel variegato mondo che va sotto il nome di “movimento femminista” (con le dovute eccezioni certo, ma ahimè quest’ultime non influenti nei media e nelle sedi in cui si formano le decisioni) nel suo contemporaneo divenire lungi dal rappresentare un elemento di cambiamento in meglio, diciamo progressista, della società ne rappresentano invece il cambiamento in peggio. E non un elemento di conservazione, opzione con altrettanta dignità di quella progressista. No. Rappresentano invece un elemento di reazione . In parole povere sono delle reazionarie.
    Sto esagerando. Non penso proprio.
    Però vista l’ora ed il giorno il perché lo spiegherò in prossimo commento.
    Buona Pasqua a tutti e tutte. 🙂

  3. Vajassa Faldocci permalink
    31 marzo 2013 17:15

    Apprezzo molto l’acollega Barbara Spinelli, ma se cercare su google “avvocata femminista più nota” trovate me, Vajassa Faldocci, specialista in false accuse di violenza domestica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: