Skip to content

le figlie di papà la fanno fuori dal vaso

23 marzo 2013

Era da un pochino di tempo che non trattavo del blog delle figlie di papà ,sarà che ne ho trovato altri di misandrici uguali ..ma questa volta hanno superato loro stesse nelle loro misandria , come ? Semplicemente volevano essere politicamente corrette e parlare anche degli omicidi degli uomini che , tanto per cambiare, hanno ideato un nuovo termine  ANDROCIDIO 

http://comunicazionedigenere.wordpress.com/2013/03/21/il-patriarcato-nuoce-anche-agli-uomini/

Come vedete il titolo è diverso dall’iniziale che è IN QUANTO UOMINI .ANDROCIDIO 

Il titolo è stato criticato da alcuni utenti e quindi ,il colpo di genio…il titolo è fuorviante  😀 (forse nella loro testa dove non girano molti neuroni, perchè  se mi spiegano dove fuorvia questo titolo)

D’altronde, credo che dovrebbero scrivere un nuovo dizionario, perchè si inventano sempre termini nuovi ,  ricapitoliamo

In quanto donne  …femminicidio non è fuorviante

In quanto uomini ..androcidio è fuorviante, incredibile davvero 😀

Ma, ritorniamo allora al cosiddetto patriarcato che nuoce anche agli uomini… di cosa parleranno di morti sul lavoro ,dei padri separati ,di uomini in difficoltà ? No nientE di tutto questo parlano degli omicidi degli uomini (che lo ricordiamo sono sempre del rapporto di 3 a 1) ma che sono commessi sempre da UOMINI ,COME IL FEMMINICIDIO  

MA LE DONNE NON COMMETTONO REATI? 

Non si scappa, che si tratti di femminicidio di androcidio ,della neve ad agosto, dello tsunami , dei terremoti ecc ecc LA COLPA E’ SEMPRE DEGLI UOMINI

Un commento? Eccolo, fa parte di una persona che ,anch’essa detiene un blog, misandrico senza eguali, si intitola “il ricciocorno schiattoso”

Quindi con androcidio si intenderebbero sia quegli omicidi commessi contro chi non si uniforma allo stereotipo-maschio dominante (quindi l’omicidio dei gay) e il cosiddetto “delitto d’onore”, ovvero l’omicidio di chi cerca di usurpare il ruolo alpha di un altro maschio? Non lo so, mi sembra stiracchiata come definizione.
L’omicidio di un soggetto omosessuale rientra nel fenomeno dell’omofobia, “un insieme di emozioni e sentimenti quali ansia, disgusto, avversione, rabbia, paura e disagio che gli eterosessuali provano, consapevolmente o inconsapevolmente, nei confronti di gay e lesbiche“(Hudson e Rickets, 1980), sul quale l’agenzia UE per i diritti fondamentali dice: “L’omofobia si manifesta nella sfera pubblica e privata sotto forme diverse, quali discorsi intrisi di odio e istigazioni alla discriminazione, dileggio, violenza verbale, psicologica e fisica, persecuzioni e omicidio, discriminazioni in violazione del principio di uguaglianza, limitazioni arbitrarie e irragionevoli dei diritti, spesso giustificate con motivi di ordine pubblico, libertà religiosa e diritto all’obiezione di coscienza“.
C’è poi il fenomeno del bullismo: il bullismo è anche definito mobbing dell’età evolutiva, un termine di nuova generazione per indicare atti di violenza a scuola generalmente nel periodo adolescenziale e pre – adolescenziale. Il bullismo è una forma di comportamento aggressivo con caratteristiche peculiari e distintive quali a) l’intenzionalità, b) la sistematicità, c) l’asimmetria di potere.
Il bullismo può assumere svariate forme, (fisico/verbale/indiretto) alcune evidenti ed esplicite, altre sottili e sfuggenti all’osservazione degli adulti.
Per chiarire, con il termine mobbing, nell’accezione più comune del termine, identifica un insieme di comportamenti violenti (abusi psicologici, angherie, vessazioni, demansionamento, emarginazione, umiliazioni, maldicenze, ostracizzazione, etc.) perpetrati da parte di uno o più individui nei confronti di un altro individuo, prolungato nel tempo e lesivo della dignità personale e professionale nonché della salute psicofisica dello stesso, comportamenti che trovano terreno fertile nella degenerazione del modo di competere nella società, di soddisfare gli interessi di gruppo e di interagire tra gli individui.
Rimane il “delitto d’onore”, che assumerebbe l’aspetto di un duello per conquistare la donzella (è interessante sapere che I reati “cavallereschi” – duello, sfida a duello, ecc.- sono stati depenalizzati nel 1999, dimodoché il reato non consiste più nella sfida in quanto tale, ma esclusivamente nelle eventuali lesioni personali procurate, naturalmente con le attenuanti dovute all’offesa subita: insomma,il duello in cui i contendenti non riportino lesioni personali in Italia è diventato LEGALE).
Se propri vogliamo metterci anche l’androcidio, affinché gli uomini possano dire “ecco ce l’abbiamo anche noi”, non so che dirvi…

http://ilricciocornoschiattoso.wordpress.com/

La prossima volta, ve lo chiedo con favore ,cercate di non difendere gli uomini o di cercare di essere politicamente corretti , perchè , come diceva un detto ,se questi sono i miei amici ,cosa me ne faccio dei nemici ?

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: