Skip to content

Bacchettate :)

26 novembre 2012

Proprio oggi dal gruppo facebook delle figlie di papà

Negare che esista la violenza sulle donne è violenza.

Mai negato che esista la violenza sulle donne  ,anzi ho riportato pure i numeri

Giustificare l’omicidio di una donna, con un : “Chissà cosa avrà combinato” è violenza!

Mai detto una cosa del genere ,anzi ho sempre pensato alle vittime e alle famiglie delle vittime e ,sopratutto ,non uso questi numeri per chiedere le quote rosa

Negare i dati legati alla violenza sulle donne è violenza

Come detto in precedenza ho pure riportato i dati ,se volete li riporto ancora

Perseguitare chi non si conosce solo perchè parla di realtà “scomode” è violenza

Non so se scrivere un post ,nel loro blog una volta al mese sia “stalking”  🙂 (censurato ,come sempre,tra l’altro)  loro scrivono le sue verità e io riporto le mie di verità , dove sta la violenza ?

Paragonare il femminismo al maschilismo è demenza e malafede!

Sarà anche in malafede ,però che strano ,quando si è trattato di violenza sugli uomini (tanto siamo tutti uguali ,lo dite pure voi dopo) il sito in questione l’ha quasi presa sul ridere e quasi al limite dello sberleffo , figlie di papà ,lasciatevelo dire voi ,rispetto a femminismo a sud (con tutte le eccezioni del caso,siete lontane anni luce …il femminismo non è il maschilismo rovesciato ,dimostratelo con i fatti e non con le parole ,perchè ,se prendo in considerazione solo le parole il femminismo è uguale al maschilismo senza se e senza ma  ….

 

Paragonare i dati di mortalità legati a fenomeni come incidenti,mafia, criminalità ai numeri delle vittime di femminicidio è malafede e meschinità!

Certo ,ecco dove il femminismo e uguale al maschilismo ,paragonate le morti in serie A e morti di serie B ,come sapete benissimo che ,in quelle categorie ,sono sopratutto uomini a morire ,ma quelli numeri non valgono ,visto che non si tratta di donne  e quindi non consoni alla “dea vulva” e sopratutto non avete parlato di morti sul lavoro (se non li mettete sotto gli incidenti e qui dimostra tutta la vostra meschinità ) ,perchè a morire sono uomini e quindi vanno a finire sotto la Serie B delle morti

Noi siamo fiere di definirci femministe, noi siamo fiere di considerare gli uomini essere umani e non trogloditi alla stregua di animali guidati dall’istinto, siamo fiere di considerare gli uomini e le donne uguali, siamo fiere di volere gli stessi diritti e gli stessi doveri degli uomini, ma non sentirete mai un maschilista ammettere i suoi ideali, ci sarà un perchè 😉

Buono a sapersi ,ma perchè allora nei vostri post dite spesso il contrario ,d’altronde io ho sempre letto di diritti ,ma di doveri ?

I miei ideali ? Vorrei essere considerato per quello che dico ,e non per quello che ho in mezzo alle gambe ,sta a vedere che ,in fondo in fondo non siamo poi tanto diversi 🙂 ?

Annunci
3 commenti leave one →
  1. Caparexa permalink
    26 novembre 2012 17:53

    E ci risiamo… per la millesima volta dicono che si nega la violenza sulle donne, e per la millesima volta ci tocca dire che non l’abbiamo mai negata. Francamente…. io mi sto un po’ scocciando.
    Certo comunque che negare la violenza sulle donne (noi non lo facciamo, come già detto, ma magari può esserci qualcuno che lo fa. Io non ne ho mai visti ne sentiti ma non si sa mai…) può “contribuire”… ma negare quella sugli uomini (come loro hanno fatto spudoratamente e continuano a fare)? Non significa fare violenza? Ah, già… loro sono uomini quindi va tutto bene 😀
    Io (e credo noi tutti) mai abbiamo giustificato un omicidio contro una donna. L’omicidio è sempre omicidio e va punito senza giustificazioni, non mi pare di aver sentito qualcuno “giustificare” la violenza sulle donne (o meglio…. su Internet qualcuno l’ha fatto, ed ha sbagliato in modo gravissimo, ma sono mosche bianche). Ma se è un uomo ad essere ucciso da una donna che succede? “Magari lui la maltrattava” “Magari ha fatto bene” “Magari se l’è meritato” (ne ho avuto conferma non solo sul web, ma anche ieri a casa mia. Tutte e volte che si tratta di “violenza sulle donne” mia madre si arrabbia e dice: “gli uomini ci odiano” “siete dei violenti” “ci volete sotto” ed altre cazzate simili (per quanto tenti di farla ragionare non c’è verso di farle cambiare idea), ma se una donna uccide un uomo (come quando le ho parlato del delitto di Sorso o quando mio padre ha citato la donna belga che ha affettato e congelato tre mariti) subito:”Magari erano sottomesse” “han fatto bene” “avevano problemi”…). Scusate… quella non è violenza? Noooo… in fondo un uomo morto non stupra o sbaglio?
    Io non nego ci siano donne maltrattate, diffido dei dati ultragonfiati (tipo che la prima causa di morte per le donne è la violenza) anche alla luce di istituti di statistica tipo ‘ISTAT.
    Certo… ma il “perseguitare” dovrebbe riguardare più loro che noi. Noi scriviamo loro ogni tanto esponendo semplicemente le nostre idee, loro si mettono a darci dei “fascisti” “maschilisti” “stupratori” “pedofili”… traetene le conclusioni.
    Credo che per l’affermazione successiva tu abbia dato una risposta più che completa.
    Certo… malafede e meschinità… ma vorrei vedere se a morire in percentuali così alte (come il lavoro) fossero donne se parlerebbero di “meschinità”.
    E poi… neanche loro si fanno scrupoli a paragonare gli uomini violenti (che esistono) con cose che non centrano nulla solo per demonizzare gli uomini. Ricordo il tuo vecchio post sui piromani…
    ma la chicca sta alla fine:

    “Noi siamo fiere di definirci femministe, noi siamo fiere di considerare gli uomini essere umani e non trogloditi alla stregua di animali guidati dall’istinto, siamo fiere di considerare gli uomini e le donne uguali, siamo fiere di volere gli stessi diritti e gli stessi doveri degli uomini, ma non sentirete mai un maschilista ammettere i suoi ideali, ci sarà un perchè ”

    Strano… io ricordo bene che si parlava di “donne ufficialmente più intelligenti” di “cromosomi difettosi”, ricordo anche qualcuna che disse “come si fa a non odiare gli uomini???” o “chi ci andrebbe a letto con questi animali??”.
    E dunque, volete gli stessi diritti? Bene: togliete quote rosa, agevolazioni fiscali per l’imprenditoria femminile, test fisici semplificati per accedere all’esercito o alle forze dell’ordine, combattere il fatto che a parità di reato un uomo sconti pene superiori, le corsie preferenziali, il male-bashing, e in nome dell’uguaglianza prendete in considerazione anche le vittime maschili di violenza, assieme a quelle femminili. PARI DIRITTI=PARI DOVERI.

    Oppure, come si suol dire, “predicate bene, razzolate male”?

    Sipario

  2. war pigs permalink
    27 novembre 2012 09:56

    “Giustificare l’omicidio di una donna, con un : “Chissà cosa avrà combinato” è violenza!”

    Qui si vede la loro immonda ipocrisia
    Togliere tutti i motivi per la violenza sulle donne ma lasciare quelli per la violenza delle donne
    Uccide il marito? poverina la picchiava
    Evira un uomo? poverina la stuprava
    Uccide il figlio? poverina ha sofferto la maternità
    Rimane incinta con l’inganno? poverina voleva un figlio e il compagno è un egoista

    tutte giustificazioni valide perchè le possono usare solo le donne

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: