Skip to content

Le tre Marie

22 novembre 2012

Prendo questa immagine di un classico panettone (anche se manca ancora un mese)per spiegare dove sono andato ieri a Vicenza

La manifestazione o meglio l’incontro pubblico con 3 blogger del fatto quotidiano

Nadia Somma ,Chiara Volpato e Monica Lanfranco  ….

Si inizia con un breve filmato (visibile anche su youtube) dove si mostrano le pubblicità in giro per i cartelloni ,e con la scritta “che prodotto vende” ? Visto che i cartelloni mostravano corpi nudi o seminudi o “erotici” di donne che ,non avevano niente a che fare con il prodotto reclamizzato

Finisce il filmato con la scritta  C’E’ BISOGNO DEL FEMMINISMO 

Dopo ,iniziano a parlare le tre marie ,e parlano delle solite cose ,la violenza dei mass media ,20 anni di berlusconismo dei videogiochi violenti ,l’altra invece parla del linguaggio sessista , ha fatto un esempio in una scuola di Piacenza dove c’era scritto “Monti boia ,Fornero troia” e dove sempre la donna trattata da troia  (l’unico punto dove mi sono ritrovato” ,poi delle pubblicità sessiste ,e l’ultima dei centri violenza che stanno per chiudere perche mancano fondi

Tutto iniziato da un pseudo maschio-pentito che ha letto alcuni commenti dei cattivoni maschilisti (non il mio ,forse non sono abbastanza cattivo 🙂 ) che sono arrivati al fatto e dalla presidente del centro anti violenza di Vicenza dove ha snocciolato numeri e che la violenza delle donne è trasversale anche sotto il punto di vista economico (cosa che ,francamente ,dubito ma ,non avendo dati ,la posso prendere per buona,bisogna vedere anche che in percentuale)

Naturalmente si è parlato anche del fatto e dei commenti “negazionisti” della violenza sulle donne ,tutto questo in un ora

nella restante ora ,si è partito delle discussioni ….il clima ? Può essere d’esempio questo passaggio

Un uomo ,ha chiesto ,visto che si parlava dei videogiochi , che ,di certo non c’erano a quel tempo (era pensionato) ma ,anche in quel modo ,si giocavano con i giochi di guerra e ,nonostante questo ,le sue idee sono pacifiste …come volesse dire che i giochi violenti ,non sempre formano il ragazzo violento …era una considerazione che però ,suonava come da “giustificazione”

Interviene subito dopo una donna ed inizia con questa frase “Ha parlato un maschio .quindi taccio ” “Bisogna finirla con queste giustificazioni ” Sotto inteso ,gli uomini sono violenti e cattivi perchè giocano ai videogiochi violenti ,perchè vedono programmi violenti ,naturalmente tutta questa violenza ,alle donne non scalfisce 🙂 perchè ,passi per i videogiochi ,ma i film ,i programmi tv ,le vedono pure loro 🙂  …

Si conclude il tutto con il “pianto ” finale della mancanza di fondi per i centri antiviolenza e che ci sono pochi esponenti donne  in politica (se poi formulano ,una proposta di legge come quella dei femminicidi ,ti raccomando )

Ieri ,eravamo in circa 60-70 persona ,pochi uomini ,non sono intervenuto ,perchè volevo solo “osservare” e questo femminismo mi ha dato ancora la conferma di MISANDRIA

Non per ultimo ,ma la Somma ha parlato di una esperienza con il suo centro anti violenza ed ha finito ,gli uomini fanno gruppo contro le donne  , il caso era di una donna straniera ,il centro violenza della Somma ,l’ha fatta praticamente fuggire dalla casa ed i lmarito ha denunciato il “sequestro di persona” e quindi i poliziotti sono stati costretti ad intervenire ed questo e”fare gruppo tra di loro ”

Finito il tutto ,ma ancora non si è parlato delle donne che si prestano a fare quei cartelloni ,quindi sono responsabili , e non si è parlato della violenza che può colpire anche gli uomini ,come fosse una cosa “astratta” …

Annunci
3 commenti leave one →
  1. 22 novembre 2012 19:29

    Certo che le donne sono delle Sante Marie in confronto con i Violenti maschietti, scherzo…! 😉

    Beh guarda… fai bene ad andarci. Io ci sono stato qualche volta, sempre come fai te, giusto per osservare, ma allora ero ancora molto giovane e pensavo che mi potesse servire per qualcosa di buono come prevenire la violenza in famiglia, ecc.., fino a che non sentii parlare una femminista proveniente da un teatro che recitava una “scena di stupro” come “preghiera” e colpevolizzava l’uomo come se facesse “propaganda” di qualcosa.

    La cosa più brutta sono proprio tutti quei maschietti che stanno dietro molte di queste organizzazioni, che sputtanano sui loro fratelli per sembrare dei principi, dei cavalieri di merda, per poi trombarsi qualche fanciulla.

    A parte tutto, informo anche te di un video molto importante per la QM, l’ho postato sul mio blog: 19 Novembre: Giornata Internazionale dell’Uomo

    Saluti! 🙂

  2. Rita permalink
    22 novembre 2012 20:07

    Monti boia, Fornero troia.. beh considerato che in molti luoghi dell’antichità la casa del boia era posta al di fuori delle mura della città insieme al bordello e all’obitorio, non mi pare che abbiano poi fatto tutto sto gran sessismo eh.. si richiamano a professioni che in tempi antichi svolgevano comunque una certa utilità sociale pur assumendo su di sè lo stigma della società. Direi che lo slogan è abbastanza paritetico.

  3. Paolo1984 permalink
    23 novembre 2012 15:24

    se può valere qualcosa anch’io come quel pensionato non credo che chi giochi alla guerra o con videogiochi “violenti” diventi necessariamente un mostro violento. Non credo siano quelle le cause

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: