Skip to content

Le morti dei “non schizzinosi”

30 ottobre 2012

L’ho detto e lo ripeto ,per fare un colpo ad effetto bisogna parlare di morti e di tragedie ,pero alcune non danno un grande impatto nella folla ….

Certamente un ragazzo ,armato di pugnale che ammazza la sorella della sua ex ,fa più “odiens” .abituati a come siamo ,dove si parla solo di amore ,con quello che ne consegue ,amanti,tradimenti ,sesso strano ,trans ,gay e via dicendo

Si cercano soluzioni (poche,per non dire nessuna) ,si cercano le cause (le solite che non sto ad elencare) e si punta il dito verso la società maschilista

E giù fiume di inchiostro (mi piace oggi che ho letto una frase ,cinica ma di effetto ) si è sparso molto più inchiostro che sangue ,trattando dei femminicidi

Al contrario delle morti che voglio parlare io ….

Di queste morti che ,praticamente non parla nessuno .il problema loro e “che non fanno notizia ” se non per piccoli spazi nei giornali locali …

Il motivo ? Semplice sono poveri e sono uomini ,inutile fare tanti giro di parole 

l’ho ripeto ancora una volta ,giusto ribadire ,nessuno qui vuole mettere sullo stesso piano femminicidi e morti sul lavoro ,perchè non avrebbe senso ,metto in risalto la differente “attenzione mediatica”

nel mio caso ,dove lavoro io ,è difficile che avvengono situazione “estreme” (facciamo alberi di motore elettrico )

Non sapevo che, la ditta dove lavoro avesse un sito http://www.rtmmec.com/ … però ,anche li ,non sono mancati gli “infortuni ” dai semplici tagli ,alla frattura di una caviglia  ….certamente se eravamo seduti su una scrivania ,era più difficile che potesse avvenire ,non per adulare la ditta ,ma abbiamo fatto corsi per la sicurezza e molte ,(per non dire tutte) le macchine sono munite di misure di sicurezza ,ed è pure giusto ,vada a lavorare per vivere ,non per morire …

Purtroppo ,invece ,in molti posti la situazione è diversa ,ed è più facile avere “tragedie” che però vengono dimenticate …

Alcuni giorni fa è apparso questo articolo su “il corpo delle donne ”

http://www.ilcorpodelledonne.net/?p=13389

Riassumendo ,questa ragazza ,seguendo quello che scrive ,grazie alla tenacia e  ai suoi studi è riuscita ad realizzarsi ,praticamente rispondeva alla ministra (o ministro ? boh) Fornero ,che rimproverava ai ragazzi di essere troppo schizzinosi (poteva dirlo in italiano ,non cambiava il senso)

A questa ragazza  è andata bene ,e quindi si dimentica di parlare di un fattore importante che è la fortuna …

Fortuna che non hanno avuto delle persone che ,alla mattina sono andate al lavoro (che magari facevano da anni ) e non sono più ritornate

Questi uomini (la stragrande maggioranza sono di sesso maschile) non hanno avuto scelta ,per mangiare e vivere ,dovevano indossare un elmetto (se c’era) dei guanti di seconda mano (se c’erano) ed andare in cima a diversi metri di altezza senza funi di sostegno

Oppure ,in una fonderia ,(adesso le cose sono migliorate) dove c’era un fumo denso ad aspettarti e gli schizzi di alluminio fuso che ti sfiorano il viso

Oppure nel mondo agricolo ,dove un trattore può essere trasformato in un arma micidiale ..ecc ecc

perchè ,se questa ragazza ha avuto il suo lavoro da sogno ,lo deve anche a chi ha costruito i musei ,chi ha messo l’impianto di illuminazione (si spera a norma) chi alla mattina lava i pavimenti  e cosi via  ..

Ma d’altronde che ,anche se io lavoro ,lo devo al minatore che mi procura le materie prime

Ogni lavoro merita rispetto ed attenzione  …d’altronde non possiamo avere tanti  avvocati e nessuno che va a lavorare i campi ,perchè possono avere le lauree che vogliono ,ma senza il cibo da mettere sotto i denti,hai voglia a fare “arringhe”

Invece le cose vanno diversamente purtroppo

Il ministro LUPI del pdl (in un raro momento di lucidità ) lo aveva detto chiaramente ” non disdegnare  i lavori manuali ”

Ma ,ai media ,questo non interessa ,interessa la morte passionale ,di parlare di uomini cattivi e di  parlare di qualche tronista e della sua nuova fiamma ,ma basta vedere su internet in un portale abbastanza importante come yahoo

Costantino (ex tronista) si confessa (all’incirca 150 commenti )

Morti su lavoro (2 commenti ,uno era il mio )

Capite bene che ,in una situazione del genere ,un uomo che muore ,facendo il suo lavoro ,non entra nell’ odiens  generale

Sesso maschile ,povero e senza un lavoro “importante” ….a chi può interessare ?  

Non sono stati “schizzinosi” ….ma ,alla morte ,questo non interessa (nemmeno alle televisioni)

Annunci
4 commenti leave one →
  1. Vajassa Faldocci(avvocata femminista) permalink
    30 ottobre 2012 18:24

    Fanculo ai maschietti.

    L’apsicanalisi cià tradite, il marzismo cià vendute, il capitalismo cià s’fruttate.

    Gli operai puzzano e l’aDonna non à voglia di lavorare in fabbrica e fare l’alotta di classe.

    L’aDonna vuole essere mantenuta. Facciamo una nuova ideologia, il FEMMINISMO.

    Riconosciamo il carattere mistificatorio di tutte le ideologie.

    Marzia diceva che operai, prolet, bambini, negri e culattoni sono vittime. D‘obbiamo fingere di sostenerli per far proclamare l’aDonna come l’avittima regina, effanculo agli altri.

    Dora in poi l’avittima non è lo peraio ke crepa in miniera.

    Dora in poi l’avittima non è il contadino ke crepa in guerra.

    Dora in poi l’aVittima è la contadina rimasta a casa, è la mamma che accudisce i figli.

    Se c’è un’aVittima ci deve essere uno ppressore: proclamiamo l’aDonna vittima del “patriarcato” ke ci impedisce di lavorare, ke ci impedisce di andare in guerra.

    Faremo l’alotta di genere. Faremo credere ke i maskietti sono violenti e pedofili.

    Faremo credere che l’8 marzo i capitalisti opprimono l’aDonna.

    Il Partito ordini ai compagni giornalisti: tutta l’astoria verrà riscritta in termini di oppressione maschile.

    La forza dell’uomo è nel suo identificarsi con la cultura, la nostra nel rifiutarla. Sputiamo su egel.

    Riconosciamo nel matrimonio li stituzione che à subordinato l’aDonna al destino maschile.

    Distruggeremo l’afamiglia.

    Distruggeremo i bambini.

    Distruggeremo la presunzione di innocenza e il giusto processo. L’alegge sullo stupro sarà la cavalla di Troia. L’aDonna denuncerà il marito per stupro, e il Partito ordini ai compagni infiltrati in magistratura davvallare le calunnie di genere senza prova.

    Vogliamo l’auto-determinazione grammaticale. La penna è mia e l’agestisco io.

    Vogliamo la borto. Lu tero è mio e l’ogestisco io.

    Vogliamo il divorzio. Il figlio è mio e l’ogestisco io.

    Vogliamo supermarket di divorzi e false accuse.

    Nel nuovo mondo femminista lo peraio maschietto verrà s’batttuto fuori da casa sua, i suoi figli serviranno a mantenere l’aDonna.

    Il Ministero dell’Amore si occuperà di tutelare il Diritto della Donna Divorziata.

    Il Ministero delle Pari Opportunità di discriminare i maschietti e favorire l’aDonna.

    Il Ministero dell’Abbondanza vigilerà che i prolet non muoiano i fame prima di pagare il Mantenimento.

    Le nostre Assistenti Sociali metteranno i bambini in comunità, perché siano allevati alla Parità.

    Tremate! Tremate! Le streghe son tornate!

    La Calunnia è Verità

    Il Femminismo è Amore.

    Il Maskio è Violento

  2. Caparexa permalink
    31 ottobre 2012 22:59

    Guarda… che schifo mi fanno le femministe. Il sesso viene sempre prima della persona in questa sessista società rosa. Tanti casini per uno che ha ammazzato l’ex (delitto grave, l’assassino deve pagare, ma non mi sembra un pretesto per dichiarare guerra all’uomo) e niente e “per i caduti sul lavoro nemmeno un cero con il santo patrono” (scrive Caparezza su “Cose che non capisco. A nessuno frega degli operai… tutti maschi e poveri, che soffrano pure! Non riesco a sopportare questa insulsa discriminazione… questo menefreghismo assoluto. Io ho molto rispetto per gli operai, mi stanno a cuore… mio padre è operaio, come suo padre prima di lui. Il babbo sta in fabbrica circa 10 ore al giorno (attualmente anche meno vista la scarsità di lavoro) in zincheria, con schizzi di zinco liquido (a volte si è pure ustionato) e fumi di vario tipo (che gli hanno provocato un bel po’ di problemi respiratori, tra cui una bella poliposi nasale e l’asma cronica). Sta lì da 36 anni ed ha cominciato a 14 anni perchè non aveva soldi per continuare, visto che mio nonno era muratore e povero (alla faccia delle femministe che parlano del fatto che le donne non potessero studiare quanto gli uomini… sì, mia madre s’è fatta pure tre anni di ragioneria e mia nonna ha continuato gli studi per più tempo rispetto al nonno). Tra l’altro, ti racconto che è successo circa due o tre mesi fa: nella fabbrica in cui lavora mia padre è stato chiuso il reparto fonderia (perchè rendeva poco) e sono stati licenziati a sangue freddo gli operai all’interno: tre uomini. Così, senza preavviso. Un’ingiustizia bella e buona. Nessuno ha fatto niente (tranne mio padre, che è anche un rappresentante sindacale CON LE PALLE, che ha fatto scioperi e inviato lettere per i tre colleghi ma il massimo che è riuscito a fare è stato far ottenere loro la cassintegrazione). E quei tre poveri cristi avevano moglie, figli e mutuo. Rovinati così. E allora, le femministe, che si dichiarano paladine della giustizia e di sinistra (pardon, comuniste :D), beh, insomma… DOVE CAZZO ERANO? Ah, già, nei salottini televisivi di Rai o Mediaset a lamentarsi di essere oppresse, del maschilismo e dello scandalo del “femminicidio” (dadadadan :D).
    E di casi così saranno a migliaia…
    Ste femministe di merda… manco si vergognassero di fare una campagna misandrica e vittimistica. No, ne van fiere!!!!
    Che schifo ragazzi… che schifo di società!

    Caparexa

    P.S: hai presente il canale di Stopmoralismotv (a cui ero iscritto)? Bene: lo hanno chiuso…
    http://www.youtube.com/user/StopMoralismoTv

    • 31 ottobre 2012 23:17

      a quel canale ero iscritto anch’io ,non mi piaceva ,o meglio ,lo trovavo inutile quando parlava di culi (anche se capivo la sua “battaglia” ) invece mi piaceva moltissimo quando parlava di temi certamente più importanti , sul resto che dire ? Ti posso quotare in toto ..
      Infatti anch’io dico che sono comuniste perche sono “di più” … 🙂
      Sembra veramente che ,per le femministe , il mondo maschile sia un mondo dorato ..invece si soffre quanto le donne in pari condizioni
      Per il femminicidio ,ma guarda ,per me il problema non si pone ,ci sono già le leggi ,uomo o donna che sia ,paga le sue giuste conseguenze ,invece ho letto di corteccia celebrale meno evoluto ,di cromosomi “difettati” e di cultura da cambiare (solo per gli uomini “ovvio”) e poi ,se dici che sono nazifemministe si incavolano pure
      Si dice che accostiamo le morti sul lavoro ai femminicidi ,chiaro che è un accostamento che non ci sta ,sono due cose completamente diverse (come se fare più morti poi ,da ragione ad uno e torto all’altra)
      Però ,a livello mediatico .quelle sono delle morti di serie B ,che trovi sono o nei TG locali o nei trafiletti di qualche giornale locale ,raramente nazionale ,e quando si parla ,non viene mai messo in risalto che sono sopratutto “uomini” ,il motivo non te lo dire (o forse si ) …
      proprio oggi ho seguito un blog ,che ne è stato citato sul fatto quotidiano “il porco al lavoro”
      In poche parole è la storia di una precaria giornalista che si lamenta delle “avance” del capo ,c’è questo post ,molto eloquente
      http://ilporcoallavoro.com/2012/10/18/oggi-penso-che-vorrei-essere-un-maschio/comment-page-1/#comment-225
      Bisogna vedere che maschio vorrebbe essere ,forse non quello che va sopra ad un traliccio ?

      • Caparexa permalink
        1 novembre 2012 11:54

        Ti quoto del tutto.
        Il problema è che le femministe sono talmente tanto ideologizzate da staccarsi dalla realtà… vivono in un mondo parallelo in cui gli uomini sono tutti (TUTTI) ricchi papponi e le donne tutte (TUTTE) povere schiave. La realtà è ben diversa. Gli operai, i morti sul lavoro, i suicidi (almeno per disoccupazione), anche i morti ammazzati (3 su 4 ), i barboni (9 su 10 ) sono uomini. Non dico che le donne non abbiano i loro problemi… ma esaltando questi fino ad esagerarli, ignorando tra l’altro i mali maschili, è assurdo e non ci porterà da nessuna parte.
        Poi… ne ho sentite a centinaia parlare di inferiorità maschile (anche nella vita reale), ma a queste naziste non viene detto niente, anzi c’è gente che le approva. Chissà perchè, si parla di sessismo SOLO quando questi comportamenti li ha un uomo, anche se la misandria e la costante presa in giro del maschile è molto, molto più diffusa (te lo garantisco non solo per sentito dire nel web, ma anche per esperienza nella mia breve vita). Tra l’altro, si fa un gran parlare di femminicidio, quasi fosse un complotto mondiale contro le donne. Io odio chiunque uccida a prescindere dal sesso dell’aggressore e della vittima, ma se il carnefice è uomo e la vittima è donna si fa un enorme can can mediatico. Ad esempio, quello che ha ucciso la sorella dell’ex a Palermo è stato mostrato a tutte le TV sempre in tema femminicidio e criminalizzazione del maschile, ma solo un giornale locale ha parlato di Giovannino Delogu, accoltellato dalla moglie qualche giorno dopo l’evento di Palermo (divisione tra vittime di serie A, le donne, e di serie B, gli uomini).
        Certo che quella lì vorrebbe rinascere uomo… ovviamente solo se ricco e pappone, non di certo operaio.
        Sarebbe ora che la gente smettesse di credere a questa farsa del femminismo, propagandata dai media.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: