Skip to content

tutto fa brodo

13 ottobre 2012

Non volevo assolutamente entrare in merito sulla vicenda tanto spettacolarizzata di Cittadella ,perchè i teatrini ne ho visti tanti e tanti spettacoli atroci che ,veramente mi sono rifiutato di vedere pure le immagini e poi ,non per ultimo ,non essendo padre ,forse non ho le conoscenze adatte ,anche se posso farmi un idea approssimativa ,ma non voglio parlare di questo …

Però i gruppi femministi si possono fermare davanti a questo ? Sicuramente no e figurarsi se è possibile sparare sugli uomini loro di certo non si tirano indietro ,ma questa è cosa già nota però ,leggendo i loro post mi sorprendo sempre ,chissà poi il perchè …

 

http://comunicazionedigenere.wordpress.com/2012/10/11/giustizia-per-leonardo/

Ieri era la 1a giornata mondiale delle bambine per ricordare gli abusi che le bambine subiscono in tutto il mondo.  Ma purtroppo a questo importante evento non è stato dato  il giusto spazio perchè  è accaduto un episodio ai danni di un bambino, che ci ha ricordato quanto la violenza possa colpire anche i maschietti.

No !!! Ma davvero ? Strano ,e che io pensavo che i maschietti stessero sotto una campana di vetro e che le violenze gli rimbalzassero

noto ,con piacere (ironico ovviamente) che c’è anche la giornata delle bambine …dalla serie le tiriamo su da piccole  peggio della pubblicità di un certo Toscani

queste qui ,cadute dal pero ,hanno scoperto che,anche i bambini subiscono violenza ,beh ,meglio tardi che mai …

Poi ,naturalmente  ,parlano pure di PAS

Dico la verità .di Pas non mi ha poi interessato molto ,forse anche sbagliando ,come ho detto in precedenza ,forse il perchè non sono padre ,ma riporto quello che hanno scritto loro

La PAS è una malattia dalle origini oscure -figlia degli studi di uno psichiatra filopedofilo suicida, Richard Gardner-  la quale stabilisce che il genitore, quasi sempre la madre, in fase di separazione nel momento dell’affido, potrebbe aver manipolato il figlio spingendolo ad odiare il padre con un “lavaggio del cervello” e  con l’intenzione di “denigrare”  l’altro  genitore, tutto ciò per giustificare la resistenza del bambino (definito “alienato”) verso l’altro genitore.

Quindi ,se ho capito bene , la PAS viene introdotta a scapito del sesso del genitore (e vorrei vedere) ma siccome spesso è la madre (ma qui si parla di casistica ) allora  è una malattia dalle origine oscure fatta da quel filopedofilo (e ci mettiamo una bella etichetta sopra ) e quindi non da prendere in considerazione ..

Sarebbe simpatico se le cose fossero rovesciate ,se questa malattia avesse valenza ,oppure no 🙂

Ma ,pur di parlare male del genere maschile, queste qui scavano del profondo e ,anche questa situazione ,davvero di un spettacolo da “pasto dei leoni ” le nostre Eroine prendono la palla al balzo e giù fango su tutto quello che e maschile …

Non so voi ,ma a queste darei una medaglia sul campo ,in fondo se lo meritano … 🙂

Annunci
4 commenti leave one →
  1. Paolo1984 permalink
    13 ottobre 2012 21:30

    sul caso del bambino di Cittadella vorrei provare a dire qualcosa: in questa storia tutti hanno la loro parte di responsabilità, il padre, la madre, le istituzioni..l’unica vittima è il bambino. io però devo dire che non so se al posto del padre avrei avallato un trattamento del genere su mio figlio..prima del mio diritto a vederlo viene il diritto di un bambino a non essere trascinato via come neanche il peggiore dei delinquenti. Sicuramente preferirei che mio figlio stesse con una madre che mi detesta piuttosto che in casa famiglia,
    Non lo so. Ho saputo che il padre ha dichiarato di aver “salvato” suo figlio..ma per considerare la casa-famiglia una “salvezza” (e lo dico con tutto il rispetto per chi ci lavora) vuol dire che con la madre questo bambino pativa le pene dell’inferno (che io sappia, in quelle case ci sono bambini senza famiglia o con genitori drogati, violenti, abusanti o comunque palesemente indegni)..e certamente ci sono casi in cui è così, ma questo è uno di quelli?

    • Paolo1984 permalink
      13 ottobre 2012 21:40

      e comunque al di là della personalità di Gardner, sulle credenziali scientifiche della PAS è lecito avere più di un dubbio. Non è impossibile che in una separazione molto conflittuale, uno dei due genitori denigri l’altro agli occhi del figlio..ma parlare di “sindrome”…”malattia” mi pare azzardato e rischioso

  2. 14 ottobre 2012 10:44

    Guarda Paolo ,tutto giusto quello che hai scritto ,anche se il mio post voleva evidenziare un altra cosa ,infatti avevo esordito che non volevo entrare in merito alla storia di Cittadella ,volevo solo far notare che le femministe non scappano occasione di denigrare il genere maschile ,basta che vai sul fatto quotidiano ,ormai è un disco rotto ,la violenza di qua e la violenza di la …
    Sulla Pas non mi pronuncio perchè davvero ne so poco ,però sembra che sia una sindrome che si può avvalere su tutti e due i genitori ,vorrei proprio vedere se fosse l’inverso ,cioè il padre al posto dei maggior casi della madre ,se le nostre eroine avessero le stesse perplessità

  3. paolo permalink
    15 ottobre 2012 09:07

    Per me questa della sindrome è una scemenza. E’ la tendenza della società moderna a dare ad ogni comportamento umano un’impronta piscologicia e patologica. In questo modo i soggetti (nel caso le donne) sono deresponsabilizzati perchè malati. Ma dai su, diciamolo chiaramente, negare ad un genitore il diritto di vedere il figlio è pura malvagità, altro che sindrome.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: