Skip to content

E’ un mio problema

5 marzo 2012

L’ 8 marzo si avvicina e ,come di consueto ,bisogna lisciare al pelo ,a questi uomini che ,ovviamente sono assassini ,stupratori e anche (questa mancava) un pochino ladri ,o meglio ,secondo la Terragni i soldi c’è li teniamo noi ,basta vedere questo post

http://blog.leiweb.it/marinaterragni/2012/03/02/lavorerai-con-dolore/

in definitiva le donne lavorano ,gli uomini si tengono i soldi ,per me questo è rubare ,cosi facciamo “triplete” non di coppe come l’Inter (p,s non sono interista) ,ma da fare invidia ad un ormai obsoleto Brutti ,sporchi e cattivi ,meglio stupratori ladri e assassini …

ma ritorniamo al “nostro ” problema che ci riguarda ,in quanto uomini …

violenza e femminicidio ,

ovviamente ,se uno stronzo bastardo ,o uno in preda ad una raptus omicida ,uccide  ,la colpa diventa anche mia ,non avendo fatto niente ,solo perchè sono portatore di pene ..non so il perchè ,ma questo pensiero di essere in colpa per far parte di un determinato gruppo ,mi riporta indietro nel tempo ,dove era peccato essere ebreo ,qui ,si è in fallo in quanto uomo ,ditemi cosa cambia  ?

ne ho parlato diverse volte  ,e non ci vorrei ritornare ancora ,ma loro ci ritornano sempre per ricordare che loro sono le buone ,noi siamo i cattivi ….ma non c’è solo questo ….

un mio problema di uomo lo sfruttamento commerciale e mediatico della bellezza femminile, che indebolisce le donne inchiodandole a stereotipi umilianti

sfruttamento ben pagato ,ma questo lo si dimentica di scrivere ,e qui andiamo sulla farfallina di Belen ,(dico quello più recente) che ha guadagnato 40000 euro per Sanremo ,e più sfruttata lei ,o io ,come operaio metalmeccanico ? Ma ,le donne ,che sembra ,siano più intelligenti degli uomini ,si fanno cosi condizionare da una farfallina sull’ inguine .ovviamente lo stereotipo dello sfigato non è umiliante per un uomo no ,anzi è divertente ,sono solo umilianti quello delle donne ,e io ,che mi prendo da sfigato ,segaiolo ,youporn ,cesso ecc ecc ,mi devo far carico di stereotipi altrui ,ho gia i miei grazie

E’ un mio problema che l’agenda politica e quella economica siano decise quasi esclusivamente da vecchi maschi che bloccano qualunque innovazione per il loro vantaggio personale

siamo d’accoro ,la classe politica va svecchiata  ,mi sembra palese che ,ormai ,uomini da 70 anni e passa ,non possono governare un paese …solo che ,ovviamente ,le donne vogliono la “forzatura” cioè le quote rose …ma non sarebbe meglio decidere   in base alla meritocrazia ,le donne sono più brave ? si candidano ,e se ricevono i voti governano ,come in una normale democrazia …

E’ un mio problema la mancanza di welfare e di servizi, freno all’occupazione femminile e allo sviluppo

beh ,dai ,ci ha pensato la Fornero a dare un aiuto ai giovani e alle donne ,lasciando gli uomini a cuocere nel loro brodo

vi faccio un esempio ,io ho 41 anni ,se la mia ditta chiude ,molto difficilmente potrò trovare un altra occupazione ,anche se vivo nel ricco nord-est ,per via della mia età ,troppo giovane per la pensione ,troppo vecchio per trovare un lavoro ,eventualmente ci sono ancora molti ponti ,ancora da abitare

E’ un mio problema l’eccesso maschile che sta danneggiando tutti, donne e uomini

quindi ,il male del mondo sono gli uomini ,anzi l’eccesso ,di solito un eccesso va eliminato ….danneggiano anche gli uomini ,peccato che ,spesso quei uomini danneggiati ,sono cessi ,sfigati ,che vedono youporn ecc ecc

per finire questa è la cifra che rubo alle donne ,con il mio lavoro 

manca la voce della lobby maschilista ,visto che sono stato incolpato anche di questo ,di fare parte di una lobby segreta 🙂

dimenticavo… il post che ho dato le risposte ,lo potete trovare in multipli blog femministi

Postato in contemporanea da – Contemporaneously posted from

Giovanna Cosenza

Ingenere

Loredana Lipperini

Manuela Mimosa Ravasio

Marina Terragni

si sono date da fare

Annunci
30 commenti leave one →
  1. Paolo1984 permalink
    5 marzo 2012 17:22

    ,”ma questo lo si dimentica di scrivere ,e qui andiamo sulla farfallina di Belen ,(dico quello più recente) che ha guadagnato 40000 euro per Sanremo ,e più sfruttata lei ,o io ,come operaio metalmeccanico ?”

    il fatto è che la controparte di Belen nel rapporto di lavoro non è l’operaio metalmeccanico, sono i dirigenti Rai che percepiscono ben più di Belen e del metalmeccanico, immagino. Poi che Belen faccia un lavoro meno faticoso del tuo, non ci piove.
    Sulla questione farfallina anch’io penso che se ne sia parlato troppo, lei ha il sacrosanto diritto di sfoggiarla quanto vuole, il problema era il contesto sanremese che ha riesumato l’accopiata conduttore vecchio-valletta decorativa..l’anno scorso non era così: belen ballava e cantava, non era “decorativa”. Sanremo è stato anche condotto da donne (Raffaella Carrà, Antonella Clerici, Simona Ventura) ma loro non avevano accanto un valletto puramente decorativo che mostrava bicipiti e pettorali statuari.

    • 5 marzo 2012 18:39

      ti ringrazio Paolo per questo commento …
      Oltre che se ne è parlato davvero troppo e ,molte volte a sproposito ,la ministro Fornero ,deve guardare altre cose che la “farfallina di Belen ” ,ma non è proprio del tutto vero ,che ,le conduttrici da te citate non avevano valletti ,forse non a Sanremo ( premetto che ,odiando la musica melodica italiana ,non lo seguo molto ) ,ma nelle sue trasmissioni si ,mi ricordo Raffaella Carra con i suoi boys (tanto che Bisio ne faceva la parodia ) ma ti consiglio di visionare questo documentario (da notare che ,le loro trasmissioni ,facevano più o meno lo stesso share di sanremo )
      http://www.metacafe.com/watch/8115388/il_corpo_degli_uomini/

  2. Paolo1984 permalink
    5 marzo 2012 17:26

    quanto alla storia dello “sfigato, cesso ecc..” ti suggerisco di fare la stessa cosa che suggerisci di fare alle donne con la farfallina di Belen: fregatene
    Pure io non sono proprio un figo (sono un po’ nerd fisicamente), ho adottato il sistema del “fregarsene” e funziona abbastanza bene

    • 5 marzo 2012 18:48

      cosa credi che faccia io 🙂 ed è vero ,funziona
      il problema è l’ipocrisia ,perchè questi stereotipi si ,e quelli femminili no

    • giovanni permalink
      6 marzo 2012 08:05

      se nn sn indiscreto, paolo, posso domandarti xkè ritieni di essere “nerd fisicamente”? cioè, come sei? (se ti va di dirlo)

      • Paolo1984 permalink
        6 marzo 2012 22:24

        sono magrolino, occhialuto e dal fisico assolutamente non atletico. Poi vabbè, sono pure timido, introverso quindi forse il mio lato nerd non è solo nel fisico

  3. giovanni permalink
    7 marzo 2012 09:31

    beh io credo che la cosa veramente importante sia il viso,, poi certo che a una fa piacere vedere un bel fisico, così come a noi uomini fa piacere vedere una donna con un bel corpo (c’è da dire cmq che le donne si scoprono di più quindi x forza di cose il fisico – bello o meno bello -di una donna si nota più di quello di un uomo), tuttavia se il viso è ok – non dico strafigo ma semplicemente non brutto – non mi pare il caso di farsi problemi, complessi ecc!
    e cmq è peggio la pancetta dei pochi muscoli!

  4. giovanni permalink
    7 marzo 2012 09:32

    non ti ho visto, qundi sul tuo aspetto nn posso dire molto, però se l’unico “problema” – se così lo vogliamo chiamare – è il fisico poco atletico, ti suggerirei di cercare di essere meno timido…

  5. Mary permalink
    7 marzo 2012 15:14

    Giusto un appunto. Non è Belen ad essere sfruttata ma le altre donne che sono costrette a vivere ancorate a stereotipi umilianti per essere prese in considerazione o addirittura per poter lavorare (che non sono però i guadagni della “fortunata” Belen).
    Dico la mia solo sulla questione dell’immagine femminile perchè è il tema che più mi occupo. Non hai capito un bel niente (così come non hanno capito nulla i movimenti “neomaschilisti” o meglio “antifemministi” chissà se per voi non è sinonimo) che la nostra NON è una guerra contro gli uomini ma contestiamo un problema sociale presente nel nostro Paese che NON è dovuto ad un singolo uomo o ad un gruppo di uomini ma da un sistema plurale, composto da uomini ma anche donne (sopratutto quelle come Belen) che contribuiscono al proliferare degli stereotipi sessisti.
    Quanto alla Fornero noi siamo decisamente contro come siamo contro per il fatto che lei si fosse preoccupata della condizione di Belen e non quella delle donne “normali” che sono più sfruttate nel mondo del lavoro e precarie. La tv però ha un evidente problema di immagine, spesso stereotipata delle donne e la Fornero si è limitata a dire “spegnetela” mettendo in evidenza la sua indifferenza a voler cambiare le cose e migliorare l’immagine femminile e offrire diverse figure femminili più meritevoli e meno legate al ruolo decorativo.

    Di problemi nel lavoro ce ne abbiamo anche noi donne e anche molti di più di quelli che subisce uno uomo perchè noi siamo licenziabili e ricattabili anche se incinte. Io sono a favore delle quote rosa ma di mettere donne meritevoli (e non le veline del nano) perchè di donne meritevoli ce ne sono a bizzeffa ma purtroppo spesso vengono messe in fondo alle liste e il cittadino vota non può esprimere la preferenza perchè c’è una legge dove sono i politici che decidono i nomi dei candidati che sono quasi tutti maschili e spesso la classe politica si è rivelata piuttosto maschilista e cattolica e tu dovresti saperlo di più perchè voti dapprima di me. Le quote rosa in questa condizione sono un male necessario.
    La tua è una presa di posizione inutile perchè noi donne femministe (io sono di estrema sinistra e penso che tu ne sia consapevole) siamo dalla parte degli operai e del ceto medio, quindi esponendo il tuo reddito sei uscito fuori tema, non sei mica un politico per rubarci i soldi suvvia!

    • 7 marzo 2012 16:11

      ma vedi mary (che intanto ringrazio per il suo post che permette alcune delucidazioni) ho notato una cosa ,degli uomini se ne parla poco e quel poco male …i 1000 post detti dalla Zanardo sul fatto quotidiano ,di uomini arrabbiati ,ne è la conferma …che poi ,la legge elettorale ,vada cambiata ,sono il primo a dirlo ,anche se mi sembra che ,nelle primarie del PD ,non è che poi abbiano trionfato le donne ,ma questo non vuol dire niente ,stà il fatto che il mio voto può andare benissimo ad una donna ,se ha idee valide …
      appunto idee ,e non forzature ,che ci siano donne meritevoli ,non lo metto in dubbio ,e sicuramente ci sono donne molto più in gamba di me ,ma il merito va anche conquistato, ,guarda ti faccio un esempio calcistico ,per i tifosi ,la loro squadra è la migliore sempre, se si perde ,quasi sempre e colpa dell’arbitraggio ,o della “sfortuna” …una volta che ero più tifoso di adesso la pensavo anch’io in questo modo ,adesso ,vedendo le partite .vedo che la mia squadra è mediocre ed ha un gioco abbastanza penoso (faccio i nomi sono romanista) sembra che le donne non vadano al potere per colpa della società maschilista che le opprime (i maschilisti ,nel mio esempio ,sarebbero gli arbitri) …ho notato invece quando si ha una squadra che gioca e corre ,non ci sono arbitri che tengono ,possono sbagliare e magari ti fanno “toppare un paio di partite” ma alla lunga IL MERITO VIENE FUORI ,QUELLO SEMPRE ..
      che poi ,le donne abbiano dei problemi al posto di lavoro mi sembra inutile discuterne ,da quanto è palese la cosa ,ma rispondimi ,se una donna in stato di gravidanza ,viene licenziata ,il datore di lavoro non compie un reato perseguibile (lo stesso dicasi dello stipendio che sembra inferiore ,ti posso dire che ,lavorando alla poste questa differenza non c’era )??
      sull’esposizione del mio reddito ,prego di leggere cosa ha scritto la signora Terragni
      “è il lavoro salariato ad essere più maschile: i soldi se li tengono loro”
      il mio è un lavoro salariato ,il salario lo si da al dipendente ,da questa frase ne deduco che ,con il mio lavoro rubo i soldi a chi lavora a gratis (si vede) ….che tu poi sia dalla parte degli operai e del ceto medio (anche se ,in alcuni post criticavi aspramente questo ceto medio ,ovviamente solo al maschile) mi può fare anche piacere ,e che non siete contro gli uomini mi viene in mente una frase che ho letto su un muro ,un pochino blasfema ,ma per capirci
      “GESU’ TI AMA …..figurarsi se gli stavi sulle scatole ”
      per fortuna che non odiate gli uomini ,posso solo immaginare che cosa scrivete se erano un pochino antipatici 🙂
      questo mondo pseudo maschilista a me non ha portato vantaggi ,strano per un mondo fatto a misura d’uomo

      • Mary permalink
        7 marzo 2012 17:47

        Io sono per il merito ma tu sembra che vuoi sottintendere che ci sono poche donne che hanno merito. Ti dico caro mio che ci sono tante donne meritevoli ma che vengono discriminate solo per il sesso. Questa è una realtà che ancora esiste in Italia. Basta che una dica al suo datore “che in futuro avrà dei figli” ed è già un motivo di esclusione.
        Spesso in politica ci sono poche donne e le poche che ci sono NON hanno nè figli e nè famiglia. Te lo sei mai chiesto perchè?
        Ancora oggi sulla donna grava il fardello della cura e spesso le donne che hanno una famiglia preferiscono non lavorare per non spostarsi di città e lasciare la famiglia ma questa non è libera scelta ma è dovuta all’assenza di servizi che aiutano a riconciliare maternità con carriera o addirittura da datori che usano le dimissioni in bianco (che è una legge, quindi è una discriminazione di genere fatta legge) per licenciarle. Berlusconi ha cancellato la legge contro le dimissioni in bianco quindi non è reato licenziare una donna incinta come non è reato licenziare un lavoratore malato, basta fagli frmare un foglio bianco.
        La frase della Terragni l’hai interpretata male mi dispiace x te.

  6. giovanni permalink
    7 marzo 2012 16:57

    sì dalla parte degli operai e del ceto medio…purchè un operaio non sia un “padre sepratato”, categoria che loro odiano disprezzano e sbeffeggiano, se un operaio fa parte di qst categoria allora nn ha diritti, ma solo il dovere di servire l’ex moglie e il figlio, poi può pure vivere in miseria, non vedere mai il figlio ecc…
    cmq mauro visto che nel loro sito c’è la censura totale proporrei di rendere pan per focaccia e censurare qui i loro commenti!

    • Mary permalink
      7 marzo 2012 17:29

      Questa è una tua interpretazione erronea, nemmeno sai come la penso quindi non puoi dedurre questo. Io stimo i padri separati quelli che sono ben contenti di tenere il bambino e aiutare le madri a nn addossarsi tuti i ruoli di cura 🙂

      • giovanni permalink
        7 marzo 2012 17:31

        ah grazie del contentino che ci dai…intanto lo leggiamo benissimo quelloche scrivi (e scrivono le tue colleghe femministe) contro di loro…

      • giovanni permalink
        7 marzo 2012 17:32

        intanto non vi degnate mai di dire una parola in favore del vero affido condiviso, o addirittura vi dite contrarie…

      • giovanni permalink
        7 marzo 2012 17:38

        non si tratta di “aiutare le madri a non addossarsi tutti i ruoli di cura” ma di avere PARI DIRITTI E DOVERI…

      • giovanni permalink
        7 marzo 2012 18:05

        si e intanto avete persino da ridire se vengono loro dati degli alloggi, persino in via temporanea!!!!che vergogna!!!poi vi stupite e vi lamentate se loro non vedono di buon occhio le femministe e non hanno simpatia x loro?? ah che strano, visto che voi siete così buone sensibili aperte verso di loro e i loro problemi!!!

      • ste65536 permalink
        15 marzo 2012 21:50

        @Mary
        Tu sei un MOS+RO di falsità e ipocrisiaaaa !!!….VEDI QUAL’E’ LA STRAGRANDISSIMA DIFFERENZA: la differenza è FONDAMENTALE, SOSTANZIALE, ed è che nonostante sarebbe facilissimo cancellare e NON PUBBLICARE i tuoi commenti, QUI i tuoi commenti vengono pubblicati, mentre i MIEI sul tuo blog sono sempre stati bloccati !!!
        La differenza si chiama DEMOCRAZIA e LIBERTA’ DI ESPRESSIONE cosa, concetto sconosciuto alla mente femminile ! ed alla TUA in particolare ! Voltaire diceva: “Non condivido la tua idea, ma darei la vita, affinchè tu la possa esprimere”. E l’essenza di tutto è che chi cancella il messaggio di risposta MOSTRA mala fede e P A U R A anzi VILTA’

      • ste65536 permalink
        15 marzo 2012 22:03

        @Mary #2
        Non sarà per caso che cancelli i mei messaggi sul tuo offensivo e provocatorio blog “Femminismo al sud” e orpelli vari collegati….perchè temi che possano “aprire la mente e gli occhi” “risvegliare” qualcuno dei maschipentiti che tanto faticosamente avete nel corso degli anni, plagiato o lobotomizzato, per autocalciarsi continuamente i maroni, e darvi sempre ragione ???
        La differenza tra NOI e VOI sta nella stesso discrimine che separa VERITA’ da MENZOGNA ….ONESTA’ da DELINQUENZA ….CORAGGIO da VILTA’ facci un pensierino e un sonno ! P.S. Acquista un po’ di originalità, studia, leggi, usa la fantasia, e smetti per favore di REPLICARE ALL’INFINITO termini come “fake” “clone” sono sempre quelli, hanno stancato ed annoiato, possibile che sia tutta lì la tua conoscenza della lingua italiana !!?? cosa fai li “scopiazzi” dal manuale di wikipedia quei termini lì ! (beh quegli admin, sarebbero dopotutto tuoi degli compari)

    • mauro recher permalink*
      7 marzo 2012 17:46

      scusami Giovanni ,ma non sono per niente d’accordo ,finche ,in modo anche duro ma educato ,esprimono le loro opinioni ,niente in contrario ..se no cosa facciamo ,ci lamentiamo che ci censurano e noi facciamo altrettanto ?
      ti dirò di più mi possono anche offendere , cosi gli altri si possono fare un idea sulla persona che esprime la sua idea

      • giovanni permalink
        7 marzo 2012 17:58

        ma se lo facciamo noi è per ripagarle con la stessa moneta!

      • giovanni permalink
        7 marzo 2012 18:00

        addirittura censurano nella loro pagina fb, pensa te a che livelli di prepotenza e arroganza e atteggiamento dittatoriale…perisno le donne “colpevoli” di difendere la bigenitorialità e l’affido condiviso, censurano…poi nn sono contro i padri separati, no, sono io che me lo sogno di notte…

  7. giovanni permalink
    7 marzo 2012 17:04

    il loro vergognoso odio verso i padri è incarnato alla perfezione da chi addirittura teorizza una superiorità naturale delle madri rispetto ai padri!!!in virtù di tale superiorità le madri avrebbero più diritti dei padri di essere genitori, di stare con i figli ecc!e poi dicono che noi vediamo le donne come inferiori e che vi sono stereotipi contro le donne…farebbero bene a cercare loro di non avere stereotipi contro gli uomini!

  8. Mary mary permalink
    7 marzo 2012 18:33

    Mary ma sei sempre in giro a dire cazzate? Non dormi mai e non ti vergogni mai, poveraccia. Ma hai mai avuto un fidanzatino tutto tuo?
    Ma questa va a delirare ovunque, è molto famosa assieme alle sue amichette ahahah
    e poi accusa tutti di essere dei troll ahahah che tipa da comica, poi è anche una diffamatrice, volete prove?

    • mauro recher permalink*
      7 marzo 2012 19:33

      per tutti
      1- censura
      trovo la censura veramente una impostazione dittatoriale ..stop , ognuno è responsabile di quello che scrive ,ed ognuno si fa un idea della persona che ha scritto quel commento …
      2- questo blog viene usato da me ,per esprimere i miei pensieri ,nulla più ,purtroppo ,come ho ripetuto ,non ho la brillantezza di uno scrittore ,
      mary mary .non c’è ne sarebbe bisogno ,l’ho incontrata più volte in blog e forum maschilisti o pseudo tali come gnocca travel …per dimostrare .ancora una volta che le donne sono buone e gli uomini cattivi

    • giovanni permalink
      7 marzo 2012 20:42

      però forse si potrebbero anche evitare questi toni…

  9. 9 marzo 2012 17:56

    “Non è Belen ad essere sfruttata ma le altre donne che sono costrette a vivere ancorate a stereotipi umilianti per essere prese in considerazione o addirittura per poter lavorare..”

    Bene, la vostra amica Mary ha scoperto che esiste la concorrenza.
    E’ incoraggiante per una che deve essere cresciuta a principi su cavalli bianchi, castelli incantati e draghi sputafuoco; quelle favole dove bastava essere buoni per vincere tutte le battaglie e realizzare tutti i desideri.
    Lì le streghe non sono solo cattive, sono pure brutte, stronze e odiano le belle.
    Poi, Mary si sveglia dall’infanzia e scopre di essere dalla parte sbagliata.
    E’ buona, sicuramente brava, volenterosa – chissà quante altre qualità nel curriculum, compresi i voti scolastici – ma Belen è meglio di lei, perché è bella.
    E i principi guardano solo Belen ignorando la povera Mary.
    Quindi, bisogna ricorrere ai ripari.
    Una volta c’erano i filtri e i sortilegi; adesso, lei ha a disposizione la propaganda e la contestazione politica.
    Così si inventa che il lavoro lo danno solo alle belle (magari nello spettacolo, ma nella vita reale è una sciocchezza inventata ad arte) e che non si dovrebbe consentire alle altre donne di essere tanto arrapanti.
    Se no che fino fanno le bruttine?
    Voilà, il filtro burocratico è pronto.
    Prima o poi qualcuno la toglierà dal disturbo di competere sul piano della bellezza; ne è convinta.
    Basta un decreto legge e tutte le donne diventano uguali.
    Ecco, la vostra amica Mary è rimasta nel castello incantato, a quanto sembra.
    O forse peggio.
    Nell’incubo del mondo pianificato.
    Io preferisco la Belen…

    P.S. – Giovanni B. non ti lamentare adesso….

  10. giovanni permalink
    9 marzo 2012 20:37

    non mi lamento di nulla!

  11. 11 marzo 2012 09:27

    Di problemi nel lavoro ce ne abbiamo anche noi donne e anche molti di più di quelli che subisce uno uomo perchè noi siamo licenziabili e ricattabili anche se incinte.
    La tua è una presa di posizione inutile perchè noi donne femministe (io sono di estrema sinistra e penso che tu ne sia consapevole) siamo dalla parte degli operai e del ceto medio, quindi esponendo il tuo reddito sei uscito fuori tema, non sei mica un politico per rubarci i soldi suvvia! (Mary)
    Ho estrapolato questi due periodi dal primo intervento di Mary perché mi sembrano paradigmatici delle contraddizioni (non è certo una novità) del pensiero femminista.
    Ma prima un’annotazione. Cara Mary ho notato spesso e volentieri in dibattiti su blog vari che tue colleghe di credo, come te adesso per quanto riguarda i padri separati, se ne escono fuori con l’allocuzione “ma io non sono contro ….. etc. etc.“, cambiando disinvoltamente il piano di discussione dal generale al personale. E’ un operazione sbagliata, ancorché, purtroppo consentita da quasi tutti i media. Se io dico che il femminismo è contro i padri separati (tanto per fare un esempio) non sto dicendo che Mary è contro i padri separati. Ma se Mary si professa femminista, come tale dovrebbe confutare la mia affermazione e non cambiare il piano di discussione planando sul personale. Se una prassi consolidata (parlo sempre del diritto di famiglia e dei padri separati) ispirata e sostenuta da un certo pensiero ha prodotto dei guasti la soluzione, se vogliamo cercarla, non consiste nell’entrare ed uscire da quel pensiero come fosse una porta girevole, a secondo della convenienza..
    Per quanto riguarda le frasi riportate. Dici di essere di sinistra, anzi di estrema sinistra, ebbene lo sono anch’io. Di sinistra. E’ basta. Figurati quindi se per me l’idea della licenziabilità delle donne solo perché possono rimanere incinte è anche solo lontanamente concepibile!! Ma anche in questo frangente, tu e le tue consorelle di pensiero trovate il modo di dividere ed indebolire chi debole è già di suo (e vi qualificate anche di sinistra …). Mi spiego. Il problema delle dimissioni in bianco non è solo un problema femminile. Colpisce maggiormente le donne ma non risparmia gli uomini
    http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/inchiesta-italiana/2012/01/19/news/assunti_con_le_dimissioni_in_tasca_cos-28430423/?inchiesta=%2Fit%2Frepubblica%2Frep-it%2Finchiesta-italiana%2F2012%2F01%2F19%2Fnews%2Fdimissioni_bianche-28426477%2Findex.html
    Un pensiero di sinistra, un vero pensiero di sinistra, di qualsiasi declinazione (liberale, socialista, comunista, etc.) la prima sintesi del problema che farebbe sarebbe unitaria, ancorché considerando anche la specificità femminile. Perché di sinistra è chi unisce i più deboli per avere maggiore capacità contrattuale nei confronti di chi del potere dispone.
    Se il femminismo fosse un pensiero connaturato alla sinistra (l’ha infestata di sicuro, ma questo è un’altro discorso), in questa maniera dovrebbe muoversi, magari partendo dalla specificità sessuale ma inglobando tutto il problema.
    Cosi non è. E non solo nel problema su descritto. Per cui cara Mary, non so te e chi come te condivide quel pensiero cosa siete, politicamente. Di sinistra, no di certo.

  12. ste65536 permalink
    16 marzo 2012 00:21

    prova

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: