Skip to content

attacchi democratici /2

20 novembre 2011

Penso che ,per un pochino di tempo ,non scriverò più di un altro genere di comunicazione ,credo di avergli dato anche troppo spazio ,ma l’ipocrisia in questo post è palese …

http://comunicazionedigenere.wordpress.com/2011/11/19/non-chiamatela-pubblicita-erotica/

 

All’evento che si terrà i giorni in cui verrà celebrata la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, un altro insulto alla dignità femminile, hanno partecipato una decina di persone e noi abbiamo pensato di dire la nostra in modo pacifico sulla pagina e dopo averci dato l’appellativo di “antiquate” ci hanno censurate cancellando tutti i nostri commenti

oltre che detta cosi ,sembra che la violenza contro gli uomini ,sia consentita (è c’è ne parecchia ) ,le poverine sono state censurate cancellando i commenti 

adesso magari ho la memoria corta ,ma questa “strategia” non è usata anche da chi ,in questo momento ,si lamenta ?? Non usano le stesse armi ??

ovviamente non finisce qui il piagnisteo (giustificato da loro ,il nostro è da sfigati e senza vita sociale, loro che continuano a scrivere editoriali evidentemente hanno una vita sociale esagerata 🙂  )

Per carità non si sa mai perchè rovinare la loro immagine? Perchè far vedere al mondo che le donne non ci stanno? Perchè far notare che il termine “pubblicità erotica” è passato di moda?

Un basso senso della democrazia e scarsa considerazione delle donne.

Eh ,proprio vero ,un basso senso democratico bloccare uno su facebook e censurare i commenti ,ma qui ,non so se mi sbaglio ,ma non c’è un certo gruppo che usa la stessa strategia ?e questo gruppo si chiama un altro genere di comunicazione  ?

Ma ,forse mi sto confondendo con altri gruppi ,non è possibile che un gruppo cosi attento alla democrazia si abbassi a questi livelli dittatoriali ,da usare metodi di gruppi misogini e fascisti ,non ci voglio credere 🙂

E’ si chiedono il perchè la sinistra sia alla frutta ,con personaggi che si reputano di sinistra (anzi di più ,COMUNISTE !!!!) non è da meravigliarsi che un nano di arcore abbia avuto il potere per cosi tanti anni …

p.s  sulla vita sociale esagerata ,mi viene in mente che ,tanti anni fa ,andava in onda un programma “OK il prezzo è giusto ” agli albori dell’era Berlusconi al governo ,o almeno in politica ,anche in quei tempi ,c’era una crisi ,se non come quella attuale ,ma sicuramente molto forte ,con una disoccupazione abbastanza alta  ,or bene chi partecipava al quel gioco erano sopratutto giovani che ,intervistati ,facevano un mucchio di cose ,da 3 lavori di media ,alla palestra ,allo studio universitario con lauree molto impegnative ecc ecc,c’era da chiedersi come facevano ,con tutto quello che avevano da fare ,a riuscire a partecipare al programma in questione ,un pochino mi sembrano queste qui ,che ,dalla vita sociale esagerata trovano il tempo di scrivere post ,io ho il tempo perchè sono sfigato ,ma loro ?? 🙂

 

Annunci
17 commenti leave one →
  1. giovanni permalink
    20 novembre 2011 19:14

    hanno fatto d i peggio…
    http://comunicazionedigenere.wordpress.com/2011/11/20/la-misoginia-di-chi-sostiene-la-pubblicita-sessista/
    direi che hanno veramente superato il limite…ora uno non è nemmeno libero di non condividere i loro deliri e le loro assurde polemiche su ogni cosa che lo accusano addirittura di essere misogino, cioè di odiare le donne!!!!se uno non vede sessismo in una pubblicità in cui appare una donna un pò scoperta, è colpevole di odiare le donne!insomma, è obbligatorio essere d’accordo con loro!poi la stessa mary poco tempo fa diceva che non era giusto criminalizzare la prostituzione volontaria…invece una che sceglie vlontariamente di posare per una pubblicità???questo è uno scandalo???ma che discorsi sono????poi diceeva che non è giusto vietare alle donne di fare le spogliarelliste perchè se lo vogliono fare sono libere di farlo…e invece una modella che vuole posare per una pubblicità non è libera di farlo???ma che discorsi sono????
    nel post addirittura quel poveruomo viene dipinto come uno che dice cose “di una misoginia inaudita”, solo xkè p colpevole di dissentire sul fatto che quella pubblicità sarebbe terribile e scandalosa!!!in realtà non ha detto nulla di lontanamente misogino, se ha rivolto delle critiche le ha rivolte alle fanatiche femministe, non certo alle donne in generale… ma evidentemente quando si raggiunge un certo livello di fanatismo, si arriva a ritenere che se uno uomo critica una donna – perchè è una fanatica femminista ad esempio – o semplicemente le sue idee, ODIA LE DONNE!!!insomma l’imperativo assoluto, l’obbligo – come in ogni dittatura che si rispetti – è non esprimere DISSENSO E CRITICHE!e meno male che loro sarebbero democratiche!!!!!
    poi nella pagina di quell’azienda la cara mary arriva ad iinsultare gli uomini (lei sì gli uomini iin generale) scrivendo “o meglio Minus habENs così rimane l’acronimo Men e diventerà Men Minus Habens (uomini decrebrati)”, in parole povere che gli uomini sono DECEREBRATI…beh non sorprende che una così insulti gli uomini, li disprezzi, si senta superiore…nel suo caso ci sarebbero davvero i presupposti per parlare di misandria…chiaramente lei direbbe che odia solo gli uomini stronzi violenti maschilisti misognini ecc ecc…peccato che per essere classificati in modo così negativo da lei è sufficiente dissentire DAL SUO INTEGRALISMO FEMMINISTA!!!!!!!

  2. giovanni permalink
    20 novembre 2011 19:16

    è sufficiente non trovare scandalosa, sessista e “offensiva veros le donne” una pubblicità in cui appare una carina un pò scoperta o una in cui appare una donna che cucina!!!!
    insomma, AL ROGO chiunque dissente dal suo estremismo femminista e dai suoi deliri femministi…poi si stupisce che si usi il termine nazifemminismo!!!!

  3. giovanni permalink
    20 novembre 2011 19:26

    altro messaggio che ha scritto nella pagina fb i quell’azienda, questo ancora più maleducato, arrogante, offensivo, pieno di cattiveria e disprezzo verso quel tipo “colpevole” di dissentire da loro e dalle loro mitiche battaglie contro il mondo “misogino”…
    ha scritto:
    Stefano: da quando ci dai la caccia? Non ti senti abbastanza ridicolo? Cloni le nostre pagine e nel tuo profilo ci sono solo post fissati con la questione maschile in chiave vittimistica. A me non sembri x nulla una vittima. Cosa ce? Hai paura di cosi tante donne agguerrite? Hai paura perche’ non c’e nessuno che ti sostiene? O perche’ nella tua pochezza intellettiva ( e diciamolo anche bruttezza estetica) non riesci a trovare donna? Perche’ sei cosi arrabbiato non si capisce ma x bacco sei dalla parte di modelle che non ti degnerebbero nemmeno di uno sguardo….e hanno ragione!
    insomma, in un colpo solo:
    – lo ha accusato di clonare le loro pagine (sarà vero che lui lo fà o è l’ennesima forma di vittimismo?)
    -lo accusa dii vittimos…ma senti un pò chi parla, una che è campionessa di vittimismo!!!!
    agli uomini è vietato lamentare e fare notare ingiustizie e soprusi, loro invece possono fare drammi per ogni pubblicità in cui appare una donna!!!!
    -chiede se ha paura di donne agguetrrite…ma se uno/a è agguerrito/a per una cosa giusta, va tutto bene, un pò diverso è essere un estremista fanatico invasato che delira e ha perso ogni senso della misura…
    -lo accusa di pochezza intellettiva, perchè “colpevole” di non essere d’accordo con la loro verità assoluta…meno male che ci sono le intellettuali femministe…
    -chiaramente lo attacca sul piano personale e estetico, ovvio, e lo insulta e disprezza accusandolo di essere brutto…questa non poteva mancare…il disprezzo per chi non si ritiene bello…fosse stato un uomo a mostrare cattibveria e disprezzo per una che ritiene brutta, costoro gli avrebbero dato del misogino!avrebbero detto che è un porco maschilista che vuole le donne per sè, donne oggetto, che guarda le tette, che pensa che le donne sono oggetti sessuali ecc!!!!a loro invece è concesso mostrare cattiveria e disprezzo…accidenti, che senso del rispetto!!!!e poi parlano di rispetto e danno lezioni di rispetto a destra e a manca!!!!usando i loro parametri – chiunque non ha rispetto assoluto per ogni donna è un misogino, chiunque non si inchina dinanzi a una donna è un misogino – quella sarebbe misandrica da morire!!!!ma no, a loro tutto è concesso!!!!tanto le donne sono oprresse per definizione, quindi insultare e disprezzare un uomo va bene!!!e meno male che loro non sono sessiste e sono contro il sessismo!!!

  4. giovanni permalink
    20 novembre 2011 19:29

    “e hanno ragione”
    quanta cattiveria e ostilità…ho la nausea!!!!e poi a vedere la foto è un tipo normalissimo, mica è brutto…evidentemente x la tizia ogni uomo non allineato al femminismo è una specie di criminale da combattere, odiare, disprezzare, da “non degnare di uno sguardo”…poi loro sono democratiche e parlano di democrazia!!!certo come no!!!!
    poi di sicuro se uno scrivesse che una donna brutta non va degnata di uno sguardo, gli darebebro del maschilista porco stronzo misogino che odia le donne le vuole ai suoi piedi pensa solo a tette e culi vede le donne come oggetti ecc ecc… che coerenza!!!!
    sono disgustato e nauseato!!!!

  5. giovanni permalink
    20 novembre 2011 19:35

    per non voler avere a che fare con una fanatica femminista delirante pazza e malata non è x nulla necessario che questa sia brutta…basta che un uomo abbia un briciolo di cervello e di dignità!!!!

  6. giovanni permalink
    20 novembre 2011 19:44

    sono sempre più schifato dalle femministe… a quelle degli uomini frega meno di zero, sono accecate dal sessismo antiuomini e dall’odio…sono razziste e sessiste da morire…non solo non gliene frega niente – già sarebbe schifoso e nausenate- di qualuneue ocsa subisca e passi un uomo, di qualunque ingiustizia torto sopruso sofferenza passi un uomo separato per colpa di tribunali ipersessisti – questo sì che è sessismo, ma loro non dicono una parola, tanto è a favore delle donne!!!! – addirittura danno contro a chi denuncia il sessismo e le ingiustizie subite da quegli uomini, attaccano e criminalizzano chi è dalal loro parte!!!!scommetto che sono così cattive e crudeli che sono contente di sapere che tanti uomini separati ne subiscono di tutti i colori, vivono drammi, tragedie, sono in condizioni disperate… così così misandriche e anti-uomini che se un uomo soffre, è disperato, subisce ingiustizie, loro saranno pure contente!!!!il massimo del delirio è quanto, se uno osa difendere i padri separati – manco fossero una categoria di criminali- arrivano a dargli – tanto per cambiare! – del maschilista!!!!come dire i maschi sono brutti sporchi cattivi stronzi misogini violenti stuprati, che fai difendi dei maschi?????guai a difenderli!!!che ti salta in mente!!!!sono maschi, saranno violenti!!!le oppresse sono le donne,, per definizione, gli uomini non vanno difesi!!!la società è sessista e maschilista, bisogna eliminare le differenze di genere contro le donne, quindi gli uomini subiscano e patiscano pure… che importa…con tutti i femminicidi, che vuoi che sia – per il loro abominevole femminismo antiuomini – se alcuni uomini sono ridotti alla disperazione per colpa di tribunali sessisti ultraschierati con le donne e di ex mogli senza scrupoli e approfittatrici????

  7. giovanni permalink
    20 novembre 2011 19:47

    fanno schifo, fanno, ci sono tanti padri separati ridotti alla disperazione, in povertà, schiavizzati dalle ex, che dormono sotto i ponti, e a quelle bon importa nulla…sono senza cuore, ciniche spietate senza umanità…sono contro il genere maschile, per loro qualunque disgrazia passi un uomo va bene, probabilmente sono anche sadicamente contente…

  8. giovanni permalink
    21 novembre 2011 13:31

    questa è bella, nei loro deliri folli di malate danno addirittura del maschilista a chi osa difendere i padri separati, cioè persone che notoriamente subiscono quasi sempre ogni sprta di sopruso ingiustizia e discriminazione…
    https://www.facebook.com/home.php?sk=group_139046259478883&ap=1
    per quelle fanatiche malate di femminismo sessista è una sorta di crimine difendere un uomo, prendere le parti di un uomo, volere che gli uomini non subiscano torti e ingiustizie e che siano trattati al pari delle donne…poi danno dei sessisti agli altri e dicono di essere contro il sessismo!!!ma per favore, quelle sono schifosamente sessiste!!!per loro esiste un solo genere, quello femminile!gli uomini le vedono come difensori delle donne, come servi delle donne (infatti il loro ideale di uomo è un separato che è sottomesso alla ex moglie e reso schiavo di quest’ultima, e vogliono che così continui a essere), in pratica vedono gli uomini come oggetti al servizio delel donne…la loro mentalità fà schifo e fà vomitare…queste non si degenerebbero mai di aiutare un uomo, di prendere le parti di un uomo, di difendere unn uomo…mica gli uomini sono degni di essere difesi…il loro sessismo è nauseante!!!!!!per loro gli uomini possono benissimo patire le peggio cose…ma che razza di gente sono???ma non si fanno schifo???nemmeno un pò???hanno il coraggio di dare del misogino a chiunque, dotato di cervello, non approva i loro deliri sessisti femministi…ma loro sono misandriche, sono misandriche di brutto!!!!da queste qua non possiamo aspettarci nulla di buono, schifosamente sessiste come sono…pensano solo al genere femminile…bisogna stare loro alla larga e smascherarle e fare vedere pubblicamente che gente sono…
    per concludere, visto che nei loro deliri folli danno del maschilista praticamente a chiunque, – solo chi non è un malato deviato femminista che sragiona come loro si salva – , persino chi osa difendere gli uomini che subiscono ingiustizie e soprusi x la loro follia sarebbe “maschilista”, allora non posso che rivendicare con orgoglio di essere MASCHILISTA!!!!e me ne vanto!!!!!

  9. giovanni permalink
    21 novembre 2011 13:32

    il colmo è che forse sono così fuori di testa e malate da non rendersi nemmeno conto di quanto sono schifosamente vergognosamente e squallidamente sessiste!!!!

  10. giovanni permalink
    21 novembre 2011 13:42

    vergognosa poi questa claudia…
    http://comunicazionedigenere.wordpress.com/2011/11/19/non-chiamatela-pubblicita-erotica/
    fa parte di una commissione pari opportunità…ecco perchè quando si parla di pari opportunità si inrende sempre e solo una difesa integralita faziosa e ottusa del genere femminile e un totale menefreghismo verso quello maschile…poi dice di difendere le donne, come fosse una missione, come se un essere umano femmina va difeso ooer principio e come se i maschi non fossero mai degni di difesa, anche questo per principio…gravissimo e vergognoso, da che mondo e mondo si difendono le persone che hanno problemi e che subiscono ingiustizie, a prescindere dal sesso, che siano uomini o donne, invece queste invasate si curano – in modo estremo e estremista – solo delle donne…

  11. giovanni permalink
    21 novembre 2011 14:19

    il fotografo ha risposto nel loro sito:
    Replica

    Cristiano Giglioli

    21 novembre 2011

    Grazie ragazze, cosa si deve fare per diventare famosi!
    grazie ragazze

    i miei colleghi e persone che non conosco mi hanno chiesto di motivare la mia posizione in quasto blog.

    Io sono contentissimo della mia vita e dei miei successi professionali, perchè non ho fotografato solo seni e sederii, ma ho visto cose che nemmeno in tutta la vostra vita potrete nemmeno immaginare. Le potrete vedere solo al calduccio su un giornale a casa vostra, perchè ci sono stronzi come me, che vanno in prima linea per farvi vedere com’è il mondo vero:
    ho fatto 2 guerre
    lavoro per le più prestigiose riviste al mondo
    mi occupo di natura e dei problemi dell’ambiente
    faccio inchieste su abusi in tutte le sue forme
    lavoro con grandi artisti di opera lirica se non teatrali

    Io faccio un lavoro che stà nel mezzo, io non prendo una posizione ma osservo, io non giudico ma osservo, io non ho fede ne politica ne religiosa, io riporto quallo che la vita è, nel bene e nel male.
    Mi fanno ridere persone che pensano cosa è bene e cosa è male… le solite persone che non hanno girato il mondo, che non conoscono il l’altra faccia delle cose, le persone che parlano per luoghi comuni, che hanno mussolini, Jim Morrison, Ernesto “Che” Guevara, e altri dogmi attaccati ai muri perchè hanno bisogno di riferimenti in quanto loro non si bastano.

    Io vivo e bene, sono contento di quello che faccio e come lo faccio, ma sopratutto sono felice di non essere come te.

    Il servizio fotografico era a porte ciuse, la ditta ha una necesstià commerciale e io la interpreto. Con la modella, si era deciso di aprirlo a fotogrfafi che volevao contemporaneamente partecipare ad una campagna pubblicitaria a tiratira nazionale, quasto per far guadagnare più soldi alla modella. Diana è una mdella molto contenta del suo corpo e fa quasto di lavoro, non è una escort ne una prostituta, ma una persona che con il suo corpo ci lavora e crede che sia bello farlo.
    Ora grazie al vostro boicottaggio il corso non si fa e alla modella gli hanno dimmezzato il compenso e vi posso garantire che sono cifre importanti.
    Diana per fare quasto lavoro fa molta palestra, esercizio fisico, dieta ecc…

    Io e Diana vi ringraziemo, credo che abbiate adottato uno strano modo per difendere le donne, senza nemmeno sentire cosa ne pensavano le stesse interesate.

    Io se fossi in voi, solo per il danno che avete fatto a due professionisti guarderei in alto verso il vostro soffitto e sputerei senza spostarmi

    con afetto e tenerezza,
    cordiali saluti a tutte,
    Cristiano

  12. Stefano Camuncoli permalink
    21 novembre 2011 19:37

    RIGUARDO ALL’OGGETTO DELLA SEQUENZA DI COMMENTI, informato ed invitato da Giovanni, e trovandomi direttamente coinvolto in questo link qui:

    http://comunicazionedigenere.wordpress.com/2011/11/20/la-misoginia-di-chi-sostiene-la-pubblicita-sessista/

    Vorrei riportare di seguito i commenti che avevo fatto sotto a quel link, ma che non sono stati pubblicati, in compenso è stata però oscurata la mia immagine, visto che in caso contrario, si configuravano i reati di ingiuria e diffamazione con il mezzo della stampa di cui agli artt. 594 e seg. del c.p.

    Prima di tutto è vostra facoltà segnalare un commento a voi sgradito, ma non potete pubblicare in un blog vostro privato senza il mio consenso, un commento da me inserito in un social network con l’intenzione mia, di inserirlo solo in quel contesto. E che è stato poi seguito da altri commenti, che in un dialogo acceso, ma democratico di risposte successive su un tema caldo ed attuale, come questo, hanno meglio definito il mio pensiero. Lo stralcio da voi pubblicato rappresenta in questo modo parzialità e manipolazione capziosa del mio pensiero. Pubblicandone solo una parte, lo stesso appare distorto e verosimile. I commenti subiti in alcuni casi, sono molto peggiori di quelli scritti da me. Ritengo che possa essere eccessivo solo l’ultimo di quella serie di commenti, ed ho provveduto a cancellarlo sulla pagina originale di FB. QUINDI: E’ un reato quello che state facendo voi: ossia la pubblicazione parziale e manipolata del mio pensiero su questo blog, e sottolineo ancora, che nella parzialità, emerge una visione non veritiera dell’intero contesto, che nei giorni successivi nella pagina FB originale da cui è stato preso, è stato arricchito ed integrato, in seguito ai commenti ricevuti, da ulteriori spiegazioni che meglio hanno definito la posizione del mio pensiero. La misogina non mi appartiene affatto, e questa è una interpretazione vostra e personale ma lesiva della mia immagine, perchè pubblicata non in un contesto di Social Network dove scrivono infiniti utenti, ma direttamente a me rivolto, ed alla mia persona unicamente riferito. Certo occorre dire che l’intero genere a cui appartengo, viene ripetutamente attaccato da almeno un ventennio e da un decennio ancora più intensamente, e da qualche parte bisogna pur cominciare a difendersi da tutto questo, la misoginia non c’entra nulla altrimenti tutto lo stesso movimento femminista ora degenerato in RADICALE ormai ovunque dovrebbe essere definito come inneggiante alla misandria e genericida, e le prove a suffragio di questo davvero non mancano. Rammento inoltre l’art. 21 della Costituzione della Repubblica Italiana e se costretto, o perseguito per quanto qui pubblicato, produrrò una infinita quantità di documenti che mostrano e dimostrano quanto la misandria (ODIO NEI CONFRONTI DEL SESSO MASCHILE IN QUANTO TALE) è molto ma molto più diffusa in tutte le sue forme: 1) MALE-BASHING pubblicitario (ne ho prove e dimostrazioni a quintali). 2) Diffusione di stereotipi anti-maschili con effetto psicologico devastante (soprattutto sui giovani) e che impediscono ad un uomo (ONESTO E RESPONSABILE) di vivere serenamente la propria sessualità come definita in lui dalla natura e dall’evoluzione umana (e mi riferisco a frasi quali: ogni erezione è uno stupro ….ma ve ne sarebbero a centinaia anche qui) 3) Gruppi di pressione e politiche tese alla femminizzazione di ragazzi e bambini con danno ACCERTATO alla loro salute a pericolosa imitazione di politiche sostenute da altri paesi che hanno avuto risultati a dir poco devastanti e non solo per il genere maschile (nei quali è stata pure accertata la presenza di sostanze chimiche ed ormonali nei cibi, tese a questi truci scopi: REATO CONTRO LA SALUTE PUBBLICA COLLETTIVA – AVVELENAMENTO DI MASSA) Tale definizione tradotta dall’inglese è pure presente in un documento del CEDAW che dice in sostanza “…..politica efficace per ridurre la discriminazione contro le donne è quella di FEMMINIZZARE gli uomini …..” E QUI OGNI COMMENTO E’ SUPERFLUO e L’ABUSO, APPARTIENE AD UN ORDINE DI GRANDEZZA MOLTO DIVERSO DA QUELLO PUBBLICITARIO, come chiunque (sano di mente), è in grado di comprendere.

  13. giovanni permalink
    21 novembre 2011 19:41

    ahahahhah le fasciste non si smentiscono mai!!!hanno cancellato il suo commento, le dittatrici!!!
    ora cmq lui ha scritto:

    Spero non ti dia fastidio. 🙂 ❤
    Replica

    Cristiano Giglioli

    21 novembre 2011

    Buona sera Emily Silvestri,
    conosco molta gente nel campo della comunicazione ma Lei no. Come mai lei conosce il mio lavoro? Sa che faccio il fotografo per le più importanti riviste d’ italia e per una quantità di aziende e che forse a lei non risponderebbero nemmeno al telefono?
    Quanto dice in pubblico, in quanto un blog a tutti gli effetti è consietato suolo pubblico, è lesivo al mio lavoro.
    chedo replica con scuse pubbliche in quanto io non mi sono mai e mai mi occuperò di fotografia porno o derivante da tale genere.
    Le ricordo che ognuno può esprimere il sio giudizio ma la difamazione è perseguita dalla legge.
    saluti,
    Cristiano Giglioli

    e poi ha scritto:

    Cristiano Giglioli

    21 novembre 2011

    Gentile RR,
    ritengo che le persone brutte esteticamente hanno più difficoltà di inserimento i una società che predilige la bellezza di forma. per la bellezza ineriore c’è chi se ne occupa, ma non è il mio lavoro.

  14. Stefano Camuncoli permalink
    21 novembre 2011 21:35

    Altro commento pubblicato sulla mia bacheca di FB ed anche nel Blog delle femministe contro la pubblicità:

    INDIRIZZATO AI LORO COMMENTI:- SCRIVETE: “C’è una bella differenza tra la libertà di svestirsi e quella di apparire come oggetto” …..DIPENDE NON E’ MICCA DETTO ! le due cose possono anche essere fuse assieme, è una NON FRASE, un NON SENSO ! come le tanto diffuse frasi quali “discriminazione” + “positiva” e molte altre usate dai movimenti femministi attuali, in cui la seconda parte della frase contraddice o svuota di significato la prima, forse appositamente per creare scompiglio, soggettività ed arbitrarietà all’interno di cui, poi, tutto ci stà a piacimento. LA DIFFERENZA IN REALTA’ NON C’E’; perchè : “chi è che vuole apparire come oggetto ??” MA IL PUNTO E’ chi decide che fare una certa cosa E’ OGGETTO ed un’altra NO, dipende dalle intenzioni e dalla volontà dell’individuo CHE DECIDE SE VUOLE FARE QUELLA CAMPAGNA PUBBLICITARIA O MENO, E CHE E’ PADRONE DEL PROPRIO CORPO. E’ l’individuo che decide, secondo la propria volontà ed il proprio modo di pensare e sentire (non uguale per tutti) se la cosa che si accinge a fare, LO FA SEMBRARE UN OGGETTO O MENO, ed essendo un individuo adulto, con questa scelta si assume di fatto la responsabilità dell’immagine che vuole dare al proprio corpo e che è LIBERO/A DI DARE, non dimentichiamocelo mai ! Non solo per l’aspetto economico, ma anche PER UN ALTRO FATTO: per l’importanza che attribuisce tale individuo, al fatto che le altre persone LO CREDANO UN OGGETTO O MENO (ed anche questa è personale e soggettiva e varia da persona a persona), e non può essere imposta DALL’ALTO o DA UN GRUPPO (legittimato da chi ??) LEDENDO LA LIBERTA’ DELL’INDIVIDUO, con uno stereotipo generale in questo caso uguale e contrario (il vestirsi è dignità – lo svestirsi non dignità, ma chi lo dice poi ? e per chi vale e per chi no ? e chi stabilisce ciò che è dignitoso o la posa che è dignitosa e quella no, c’è forse un Galateo come quello di Della Casa ? ed è stato votato democraticamente o imposto da chi e per quali fini ?) c’è un codice della pubblicità (GIURI’) e le indicazioni del CEDAW ma troppo generiche per definire puntualmente ogni posa o modo di vestirsi, ed essere in definitiva oggettive al di la della percezione variabile ed effimera di un gruppo o dell’individuo. Ogni aspetto: quanto deve essere corta la gonna o il pantaloncino dovrebbe essere definito con un criterio logico e a sommatoria di punteggi o demeriti, perchè altrimenti obiettivo non potrà mai esserlo (come di fatto: “il Galateo” di Della Casa a tavola, che definisce ogni aspetto, puntualmente, perchè solo così vi può essere oggettività e non soggettività) Comunque queste sono regole o imposizioni, da sistema totalitario come quello stalinista, che è fallito nell ’89 e la storia lo ha bocciato perchè contro la libertà, SOLO L’INDIVIDUO PUO DECIDERE E DIRE se nel gesto o nella posa che ha fatto, ritiene che sia stata lesa la propria dignità o meno, e se lo ritiene nessuno obbliga a fare la pubblicità (prima descritta e con un copione come un film badate bene) e quindi sempre rifiutabile anche all’ultimo momento o trattabile o modificabile, ma se va bene a chi la deve fare, chi può dall’esterno privarla/o della propria libertà personale ? Forse vi sono persone che non sanno essere libere e si scagliano contro chi è invece capace di esserlo, è anche questo un punto su cui occorre riflettere ! Ha vinto il mondo libero nel lontano ’89 …non lo Stalinismo ed è stato proprio voluto dai cittadini degli stati del patto di Warsavia, che hanno demolito il muro, loro stessi, dopo avere fatto di tutto per scavalcarlo in ogni modo, non dimentichiamolo MAI, e sono ancora lì le immagini a dimostrarlo !

  15. Stefano Camuncoli permalink
    21 novembre 2011 21:44

    Hanno cambiato l’immagine di tutta la pagina FB e ci hanno messo una che sembra IL PAPA FULMINATO SULLA SEDIA ELETTRICA, ma vi rendete conto ?? Assurdo e perchè poi il papa, e cosa c’entra con la pubblicità sessista, MAMMA MIA CHE ASSURDITA’ !

    IL LINK: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.163691270328454.33724.163690350328546&type=1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: