Skip to content

La teoria dei “gatti bianchi”

23 agosto 2016

DSC_0002[1]

 

Quella  che  vedete nella  foto e  la mia  gatta che  è appunto bianca …..

La  prima  volta  che  l’ho portata al veterinario ,ho visto il suddetto battere  le  mani e dice  “E’ probabile  che  i gatti bianchi siano sordi ” Cosa  che  ignoravo completamente, fortunatamente  la  mia  gatta  non ne  soffre  ma  allora  mi viene ,come  sovente , da  fare  una considerazione  ….

In una  pagina “ostinata e  contraria” https://www.facebook.com/Ostinataecontraria1/?fref=ts si è trattato della  famigerata  PAS (sindrome  di alienazione parentale ) in poche  parole , nel periodo di separazione  c’è un genitore  che  parla  male dell’altro , in modo che  il figlio tende  ad  odiare  tale  genitore  .. ovviamente  questo avviene  quando i bambini sono ancora  piccoli ,perchè se i figli sono maggiorenni o più grandicelli penso che  tale  PAS non abbia  senso di essere nominata  … sia  chiaro che  questa  è una  mia  considerazione  perchè ,come ripeto spesso ,non sono un padre separato e  di solito di questi temi mi piace  poco parlarne, non perchè non sono importanti, perchè ne so abbastanza  poco ma  ,nelle  pagine femministe  si tende  ad  escludere  questa  “sindrome” ( perchè di solito sono le  mamme  che  la esercitano? ) ma  allora  entra  in funzione  la  teoria dei gatti bianchi ,vado a  spiegarmi ….

I gatti bianchi possono essere  sordi ,ma  non è la  normalità ,può capitare ,allo stesso modo la  PAS  sicuramente  non è la  normalità delle  coppie  in crisi , ma  può capitare perchè dire  che  è la  normalità e la stessa  sciocchezza di dire  che  non esiste

Per  decidere  se  è presente  tale  sindrome,  non abbiamo vari psicologi e  i tribunali , in fondo è il loro lavoro, invece di enunciare   una legge  universale (non esiste)  ,ma  studiare  caso per caso ..

Allo stesso modo la teoria dei gatti bianchi la  possiamo usare  per altre situazione

Salto in palo in frasca, l’immigrazione

Se  si va nei siti di destra  essere  nati con la  pelle  nera  dev’essere una  disgrazia  non da  poco ,se  si va  in siti pro immigrazione  (ad  esempio SEL)  quelli con la  pelle  nera sono persone  meravigliose

Non è che, come  per i gatti bianchi dove c’è chi è sordo e  chi no , allo stesso modo c’è chi sporca  per  strada e delinque e chi cerca  un mondo migliore  ?

Anche negli uomini (in senso di maschi)  possiamo tranquillamente  adottare  la  teoria dei gatti bianchi … cioè che  ci sono uomini violenti e  che  picchiano e  uccidono e  altri invece  che  non farebbero del male  a  una  mosca (c’è chi è sordo e  chi no)

In sostanza  un gatto che nasce con il pelo bianco non vuol dire  che  sia  sordo, può esserlo come  no (infatti la  mia  gatta  non lo è)

Quindi allo stesso modo chi nasce  maschio e/o di colore non vuol dire  che  ammazza  o delinque

Allo stesso modo la  PAS non è la  normalità , ma  può succedere

Per  finire  perchè invece di mettere  le  persone  in scatoloni con tanto di etichetta non giudichiamo le  persone  dalle  loro azioni ? Questa  è la teoria  dei gatti bianchi

 

 

 

 

Ciccioni di serie A e di serie B

9 agosto 2016

Tra  i ciccioni mi ci metto anch’io (sono sovrappeso che, per  la  malattia  che  ho,non è il massimo, ma cerchiamo di migliorare)

Chi si occupa  di queste  tematiche  sa  ormai la  notizia  che  ha  fatto il giro del WEB .

Questo titolo e  questo giornale  hanno destato scandalo.

ciccione

Su praticamente tutte  le  pagine  femministe  è scoppiato il putiferio,inutile  che  ve le  elenco, praticamente  tutte  quelle  che  seguo ma alcune, le  più “ardite” hanno scritto, “Aspettiamo lo stesso resoconto al maschile ” (più o meno).

Bastava  fare  una  piccola  ricerca  sul WEB

arcieri

(Arcieri pure  loro, tra  l’altro )

higuain

Naturalmente, sulle  pagine  che  ancora  me  lo consentono ,gli ho fatto notare anche  questo ,non ho ricevuto nessuna  risposta  a  riguardo ,solo pochi like dai soliti amici (che  ovviamente  ringrazio) , volevo solo chiedere una  spiegazione su questo fatto anche  perchè , il direttore  che  ha  fatto quel titolo è stato rimosso dall’incarico, non mi sembra  che  gli altri direttori (nel caso degli arcieri) abbiano avuto la  stessa  sorte.

Il mio pensiero.

Quando si parla di sport, arte ,musica  e  politica ecc ecc, il vero valore  lo dovrebbero dare  i risultati e  non se  uno ha  qualche chilo di troppo quindi, gioco forza, intitolare  come QS è da  superficiali e  impreparati ma  tutto questo clamore  si è mosso perchè erano donne , visto che  il contrario, ci sono state poche  levate  di scudi da  parte delle “Guardiane  del corpo “( solo femminile, a  questo punto ).

Ma se  fosse  solo per  queste  inezie, ci potremmo anche  passare  sopra , purtroppo questo motivo di pensare  vale  anche  per la  vita  sociale , una  donna  uccisa  non ha  lo stesso peso specifico di un uomo ucciso , un uomo che  muore  sul lavoro è la  “normalità”.

Questa  “cultura” andrà bene   per  un politico , per  un attore , per  un pezzo “grosso” che  hanno un peso specifico ben più elevato di un disoccupato , di un precario ,di un operaio ecc ecc ….perchè ,se  prendiamo ad  esempio gli articoli, degli uomini non gli frega  niente  a  nessuno .

 

Femminicidio, il terrorismo dei radical chic

5 agosto 2016

Inutile,  la  paura  e il terrore fa scrivere e vendere, perchè sono emozioni cosi forti, una coppia  felice  (che, volenti o nolenti, sono la  maggioranza)  gli fai gli auguri ,ma  tutto dura  un paio di minuti, tutto fila  liscio.

Fa molto più clamore  quelle  coppie  che  litigano ,fanno violenza  e che si sfasciano fino ad  arrivare  alla  soluzione  estrema, cioè il femminicidio (uso questo termine  per  capirsi) si perchè c’è da  considerare  che  la  cosa  non è bipolare , cioè uomo o donna  vittima  si ha  lo stesso sdegno, la  stessa  critica feroce, gli stessi strumenti per tentare  di debellarla, no, non è cosi, solo con la  vittima  donna  si usano articoli , talk show, sdegno dalla  parte  politica, il contrario ? Una  cavolata  anzi , ha  fatto bene, e  come di conseguenza  scattano gli applausi.

Ma  perchè terrorismo? Le  pagine  e  i partiti di destra  usano questo termine  che  poi ha  nella radice  la  paura  ed appunto il terrore, paura  dello straniero e  del diverso, un pazzo( non sarà depresso,ma  pazzo sicuramente)  si fa  scoppiare  in mezzo ad una  piazza ed subito a  verificare  la  nazionalità ( indico comunque l’ISIS sempre  un nemico di classe povera e proletaria  ,visto che  colpiscono non i “padroni del vapore”, ma  sempre  la  povera  gente) come  se  di una nazionalità invece  di un’altra  lo scoppio della bomba  facesse  meno danno.

I radical chic , molto probabilmente  invidiosi( non trovo altra spiegazione) hanno trovato un altro terrorismo e  non potendo contare  sulla  nazionalità ( il razzismo è dietro l’angolo) allora hanno visto nel genere maschile il male  assoluto.

Provate  a  confrontare  due  pagine  di fazione  opposta ,sono molto simili per  non dire  uguali solo che  naturalmente  cambiano ” il target” .. se  non ci fossero questi “target” non si capirebbe se  una  pagina  è di sinistra  o di destra ( per quello che  ancora  vuol dire  questi termini).

Qualche  volta  i due  “target” si sovrappongono e  qui va  meglio sicuramente  le pagine  di destra , le  pagine di sinistra  devono vincere  le  arrampicate  sugli specchi, le  pagine  di destra  invece  si arrampicano sugli specchi per  giustificare  i fascisti e le  loro azioni …

Ma un criminale  non resta tale  a  scapito di quello che rappresenta ?

 

Suffragette (spoiler)

1 agosto 2016

suffraggette

Ho visto questo film proprio ieri ,  leggermente noioso all’inizio ma  che  poi si è rilevato interessante sotto alcuni punti di vista

Siamo a  Londra nei primi del 1900 (era  scritto 1912) ed iniziano i primi tumulti delle  cosiddette suffragette con il grido di battaglia  il voto alle  donne

La  protagonista  è una  operaia di una  stireria, ovviamente  con il padrone  maschio porco (e  come ti potevi sbagliare) , all’inizio molto titubante  se entrare  o no nel movimento fino a quando viene  presa dalla  battaglia , tanto da  diventare  una  vera e  propria  “combattente ”

Il movimento faceva  capo ad  una  signora anziana  , bella  la  scena dove  lei si espone  ad un balcone  e  richiama tutte  le  suffragette all’azione  (io mi aspettavo che  gridassero “Duce, Duce”, la  scena  era praticamente  simile  al duce  dinanzi a  piazza  Venezia)

L’azione  delle  suffragette era  fatta di attacchi sporadici , pietre  che  rompevano le  vetrine  ,pacchi bomba  nella  casella delle  poste  e  tagli del telegrafo, fino a  quando vogliono far saltare  la  casa  di un ministro (vuota)

Vengono messe  in prigione  più volte  ed la  protagonista anche torturata perchè faceva  lo sciopero della  fame ,perde la  famiglia e il figlio (che  viene  adottato) ed un marito (e  come  ti potevi sbagliare) che  non vedeva  di buon occhio questa sua  “militanza”, anche se  non diventa  violento (diamogli atto)

La  scena  “clou” è quando, nel giorno del derby, una  delle  suffragette viene investita  da  un cavallo e  perde  la  vita  e  questo da  grande  risalto alla loro battaglia  che, nel 1928, avranno il diritto di voto …

Mie considerazioni

Bisogna  naturalmente riportare  all’epoca  della  vicenda ,con la  rivoluzione  industriale e c’erano davvero donne  che  lavoravano e  faticavano parecchio (oggi vogliono le  quote rosa  ma  solo per  comode  poltrone) ed negare  il voto ad una  metà della  popolazione (solo perchè donne) era davvero ingiusto, non so la  storia dell’ Inghilterra, ma  in Italia  non è che  tutti gli uomini potessero ( come  ho scritto ancora) votare, potevano votare  solo i più ricchi , ripeto,magari in Inghilterra  era diverso , ma  il film dimentica (ancora  una  volta )  dei cosiddetti uomini beta e fa  anche un’altra dimenticanza  (voluta?)

Non c’è nessun cenno alla  famosa  piuma  bianca  che  le  suffragette davano a quelli che  non andavano a prestare servizio militare ai “disertori”, strano davvero (o forse  no),tanto che  io me  l’ aspettavo (a pensar male  si fa  peccato ma, di solito , ci si indovina)

Il film finisce con una  lista dei vari paesi e l’anno  che  hanno introdotto il suffragio universale

Timido applauso di alcuni( e alcune)  alla  fine  del film

Chissà se  gli applausi partivano se  si parlava di morti sul lavoro, di padri separati ,di problemi maschili in generale  , ho i miei seri dubbi ,comunque resta un film storico con alcune dimenticanze  ( per  non mettere  in cattiva  luce  il movimento?) e lo si può tranquillamente  vedere,  bisogna  essere  onesti, non mette  in cattiva  luce  in modo particolare  gli uomini e si battevano per  un diritto che,almeno per me, è sacrosanto

Aspettiamo fiduciosi un film sugli uomini poveri che  non potevano votare  e  morivano e/o in miniera  o in fabbrica

 

 

Il pericolo sessista

29 luglio 2016

Sulla  pagina  Facebook di Marco Furfaro si legge  questo

Aveva 66 anni. Lavorava a nero in un cantiere edile di Palermo. È precipitato da un ponteggio. I soccorsi sono stati inutili. Morire a 66 anni, in un cantiere, senza contratto, perché non hai i requisiti per andare in pensione e sei costretto ad accettare qualsiasi lavoro, a qualsiasi condizione, in attesa di arrivare all’età pensionabile. I conti, l’Europa, le ideologie malate. Niente può giustificare tutto questo. Abolire la Fornero, pensione anticipata per chi fa lavori usuranti e ferrei controlli sul lavoro, è una battaglia di civiltà.

Purtroppo sono cronache che  portano a  tematiche che  conosciamo molto bene , credo che  morire  per il lavoro che  si fa  per vivere te e la  tua  famiglia sia  qualcosa  che, una  società civile non deve permettersi, qui si parla  di abolire  la legge  Fornero (e  giustamente  aggiungo) quindi dove è il pericolo ? Da  questo commento qui ( lo metto insieme  al mio )

furfaro

Da  questo commento si evince  che  nasce  una “paura”  cioè quello di diventare  sessisti perchè si critica  una  donna  anche se, come  in questo caso, ha  fatto un madornale  errore

Questo è il pericolo delle  quote  rosa , ma  non perchè ci sono più donne  in parlamento e  noi sporchi maschilisti e  misogini schiumiamo di rabbia, perchè non si può contestare  una  legge ,una  opinione, un pensiero che  subito si pensa  al sessismo

Vi ricordate  la  vignetta  di Vauro sulla  Fornero ?

articolo 18

Le  femministe  hanno dimentica  il senso e  subito si sono buttate sul sessismo della  vignetta  ( ma  loro sono comuniste e  io sono Brad  Pitt ) criticando ferocemente  la  vignetta  di Vauro, dimenticando completamente  l’articolo 18 cioè il tema  in questione

Quindi niente  donne  in parlamento ? Che  cavolata  assurda, basta che  si possa criticare senza  essere  accusati di sessismo

Il succo del discorso è tutto qui !

 

Il razzismo “progressista” del femminismo

22 luglio 2016

Inizio con una  battuta che  ho letto quando ero ancora  alle  elementari (quindi tanto tempo fa)

“Chi fa  più rumore  di un gatto… due  gatti ”

Ovvio che  era  una  battuta  per  sorridere  e nulla  più, ma  proviamo a  cambiare  i soggetti

“Chi è peggio di un razzista …. si penserebbe  due  razzisti, invece  no, è sicuramente  peggio il razzista  progressista  come  indica  la  pagina  di antisessismo

antisessismo

Antisesssimo ha  ragione da  vendere un razzista  che, in questo caso , spara  a zero sugli uomini è sicuramente  più pericoloso di uno che  si definisce  razzista, il perchè è presto detto con un esempio “politico”

Vi ricordare la  riforma  sulle  pensioni della  Fornero ?

Immaginate per  un solo istante  se  fosse  stata  fatta  durante  il governo Berlusconi …

I sindacati sarebbero scesi ( e  giustamente) in piazza ,vi ricordate qualche  manifestazione  contro questa  riforma  che  toglie  vita  ai lavoratori ?

Questo perchè la  riforma  Fornero è stata  votata  dalla stra grande  maggioranza del parlamento che  appoggiava l’allora  governo Monti ( tra  cui la  pseudo sinistra  del PD) e i sindacati non potevano andare  contro quell’area  politica  che  dovrebbe  appoggiare, tanto che  la  signora  Terragni  ha scritto un articolo ” La  ministra  più bella  del mondo”, figurarsi era  donna, poco importava dei lavoratori ( e lavoratrici ) che  dovevano sorbire  tale  riforma

Il femminismo più o meno segue  quella  strada …

E’ scontato per la  società che  viviamo, definirsi maschilista  sia  una  cosa  orrenda ed infatti, nel 2016, secondo me  ,non avrebbe  neppure  tanto senso definirsi tali … il femminismo che  ,volente  o nolente  è il rovescio della  medaglia  del maschilismo ,ha  il suo scudo (vi ricordate  lo scudo dell’ antifascismo?)

Lo scudo del femminismo è la  dizione  che  gli da  il dizionario

Ci sarebbe  da  ridere, invece  c’è da  piangere

Perchè il femminismo ,grazie  a  questo scudo ,può permettersi tutte  le  nefandezze contro gli uomini possibili

Leggi che  discriminano gli uomini

Scritte nei parcheggi e  nei mezzi pubblici che  indicano gli uomini al pari degli animali (io non posso entrare)

Uomini visti come  violenti e, come  tali,   non possono usufruire  dei centri antiviolenza

Quando gli si fa notare  questo “Apartheid di genere” la risposta  laconica è quella  di leggere il dizionario

Questo razzismo progressista  sta  facendo molto più danni del razzismo tradizionale, perchè il razzismo tradizionale  viene  (giustamente) condannato,  il razzismo “progressista” viene applaudito ,basta  vedere le  frasi della  foto

Rieducare  gli uomini   … provate  sono a  dire rieducare  gli africani o gli asiatici o chi per  loro

Con quella  frase  anzi si fanno convegni dove  uomini “progressisti ” sparano a  zero sugli uomini ,prendendo applausi e ,bisogna  dirlo,questo è frutto della  sinistra  odierna  che  ci troviamo

“Vedete quanto sono progressista ?” dice  l’uomo “progressista” ,condanno gli uomini senza  se  e  senza  ma  e porto in palmo di una  mano le  donne  oppresse  da  questa  società maschilista, ovviamente  io che  parlo di questo ,me  ne  traggo fuori, gli uomini da  rieducare  sono altri

Non metto neppure  tutti i link dove  le  donne  commettono violenza  sia  per  problemi di tempo che  di spazio e  poi lo sappiamo benissimo che  ci sono

Quindi le  situazioni sopra  descritte non vengono condannate , invece  vengono osannate come  è successo per la  legge  Fornero

Il razzismo progressista, per fare  un altro esempio è quello che  permette  a Saverio Tommasi a  ballare  la  “macarena”  quando scopre  che  l’autore  di un crimine  è italiano che  non è poi molto diverso da  Salvini ( oddio aspetta  che  mi cospargo il capo di cenere)  quando i suoi occhi erano “brillavano” durante  gli attentati ,ma  non erano lacrime  (razzismo tradizionale)

Posso solo concludere  con una  frase  ” Ridateci la  falce e il martello “

Parodie

17 luglio 2016

Sempre  l’ utente  Lucy mi porta  davanti questo spezzone  del libro “SCUM” (lo leggete  anche  nei commenti ,ma  lo riporto anche  qui)

“Life in this society being, at best, an utter bore and no aspect of society being at all relevant to women, there remains to civic-minded, responsible, thrill-seeking females only to overthrow the government, eliminate the money system, institute complete automation and destroy the male sex. It is now technically feasible to reproduce without the aid of males (or, for that matter, females) and to produce only females. We must begin immediately to do so. Retaining the mail has not even the dubious purpose of reproduction. The male is a biological accident: the Y (male) gene is an incomplete X (female) gene, that is, it has an incomplete set of chromosomes. In other words, the male is an incomplete female, a walking abortion, aborted at the gene stage. To be male is to be deficient, emotionally limited; maleness is a deficiency disease and males are emotional cripples.The male is completely egocentric, trapped inside himself, incapable of empathizing or identifying with others, or love, friendship, affection of tenderness. He is a completely isolated unit, incapable of rapport with anyone.” (incipit di Scum)

Anche  se  in inglese  si capisce  abbastanza  bene  che  indica  nel maschio uno “scherzo della  natura”

Poi la  stessa  Lucy mi porta  davanti alla  filosofia  di Aristotele (che  non ho studiato e  quindi sono ignorante  in materia) ..praticamente, senza  farla  tanta  lunga,  pensa  che SCUM  sia  più o meno una  parodia, quindi uno scherzo, uno sfotto del pensiero di Aristotele ….

Io credo che  invece  SCUM sia  una  risposta  al pensiero di Aristotele , nel senso Aristotele  diceva  questo ?  E gli dimostriamo che  si sbagliava  in maniera  speculare

Nella  storia  poi non sarebbe  una  novità assoluta , al pensiero nazista  e  razzista , andava  contro (anche se  di questo se ne  parla  poco )  di un pensiero ebraico praticamente  speculare  al pensiero nazista,  in sostanza, un pensiero filosofico dice  che  siamo inferiori, noi dimostriamo che  gli inferiori sono loro ,  provate  a  vedere  questa  foto

 

kkk

Vedete  delle  differenze tra  questo collage  di foto? Io no

Allo stesso SCUM e  il pensiero di Aristotele non ci trovo poi questa  grande  differenza

Come  non la trovo tra  femminismo e  maschilismo

Magari fossero parodie  perchè ad esempio il femminismo porta, tra  l’altro, a  fare  leggi che discriminano   gli uomini come  succede  in India  (come  in India  paese  cosi misogino e  maschilista? ) provate  a  leggere  questo articolo

https://antisessismo.wordpress.com/2014/07/13/le-discriminazioni-contro-gli-uomini-in-india/

Apartheid  di genere  nei treni e  nei bus  come  è scritto in questo articolo

rispetta

 

RISPETTA I BIANCHI, LAVATI!
Come dite? Sembra razzista? KKK? In effetti potrebbe.

Quella allegata è la foto di un manifesto che fa bella mostra nelle metropolitane di Los Angeles.
Traduco il messaggio.

Rispetta le nostre donne passeggero.
Trattieniti dal:
– fissarle
– masturbarti
– seguirle
– toccarle senza permesso
– parlarle senza permesso
– chiedere loro ‘da dove vengono’
Queste azioni creano unno spazio ‘non sicuro’ e contribuiscono alla violenza contro le donne.
Se non riesci a trattenerti dal molestare gli altri passeggeri, allora sei pregato di cambiare posto e farlo presente all’operatore

Io non ho aggiunto nulla.
Questo è il femminismo. Puro razzismo.
Quindi, se ancora ve ne fosse qualcuno nella mia cerchia, pregherei chiunque si ascriva a tale ideologia, oppure abbia solo una leggera simpatia per essa, di togliersi di mezzo, perché la sua presenza, anche solo virtuale, è un insulto a me e alla mia razza….quella maschile intendo. ( grazie  a Fabrizio Napoleoni) 

Leggi che  ricordano le  leggi razziali, se  uccidi una  donna  è più grave che  uccidere un uomo
Questo porta  il femminismo
Sarebbe  troppo semplice  definirli solo “parodia”
Un esempio il delitto di Fermo (anche  se  ho letto di tutto e  il contrario di tutto) dove i siti di destra  hanno indicato nell’uomo fermato non un fascista, che  i fascisti sono ben altro, cioè brava  gente, ricorda  più o meno l’immagine che  ho postato tra  il KKK e L’ISIS
Per  me la  parità è sicuramente  altro  cioè non una  lotta a  dimostrare  che  ha  ucciso di più o chi è più “inferiore”,  ma essere  trattati allo stesso modo (lo so ho detto una  banalità, ma  bisogna sempre  replicarlo)

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.