Vai al contenuto

Questione di numeri

11 aprile 2021

Una premessa questo articolo non vuole essere novax e sivax ,lo scopo dell’articolo è veramente un altro

Seconda premessa, ringrazio vivamente PierLuigi che mi ha fatto il meme in questione

Questo meme è dovuto che giovedì ,dopo la dialisi (e che mi hanno fatto il richiamo del vaccino) vengo a casa e, tra i titoli del TG5 c’era questa affermazione cioè dei 84 casi di trombosi su 25000000 di dosi come numeri non pericolosi

Allora ho pensato ” Cavolo, sono praticamente i numeri del famigerato femminicidio ”

Vero anche che, i femminicidi e i suoi numeri sono molto ballerini, perchè non si sa di cosa si sta parlando e anche perchè, per fare numero, si tende ormai a mettere tutto in un unico calderone

Per dire, sono andato a vedere i vari siti femministi e, in un anno hanno messo tra i 160 casi e i 77 casi ,una forbice notevole

A parte questo, si vede invece come le due cose vengono prese in maniera praticamente opposta

Sarà per caso che la campagna vaccinale deve andare avanti senza eventuali intoppi e, dall’altra parte (i femminicidi) invece si vuole scatenare una emergenza che non c’è ?

In fondo è tutta una questione di soldi, in che modo i CAV possono richiedere soldi pubblici se non si crea una emergenza ad arte ?

Naturalmente non si vogliono di certo aiutare gli uomini vittime ,se no cadrebbe il castello di carta di vittime e carnefici

Il politicamente corretto sta rovinando il mondo ragazzi e questa è solo che una conferma

Cat -calling

4 aprile 2021

Usiamo pure questo acronimo inglese che sta per “molestie in strada”

Ne tratto qui perchè ,nelle pagine femministe, non si parla d’altro (che individua che hanno anche una buona parte di tempo da perdere, come il sottoscritto in questo momento 🙂 )

Si parla di percentuali (87 % di donne hanno subito questa molestia)e di come sia fastidioso questo comportamento che certo, lo dico anch’io, è abbastanza da cafoni ,certo una cosa è essere cafoni ,un ‘altra che sia una molestia o peggio ancora, una violenza da equiparare allo stupro ce ne passa

Poi ci sono degli meme davvero geniali che spiegano alle femministe (che le fanno rosicare di brutto cosa sia questo cat calling )

Il primo meme è dovuto all’avvenenza fisica

Il secondo invece è dovuta alla disponibilità dei portafogli

Veramente non ci sarebbe da aggiungere altro, perchè è la pura verità

In conclusione è la solita battaglia di femministe annoiate, di solito studentesse universitarie, che credono di cambiare il mondo non facendo una ceretta e di volere cambiare gli uomini perchè pochi uomini fischiano

Che poi ,a dirla tutta, ho avuto una esperienza indiretta (avevo si e no 16 anni) che a fischiare sono state proprio delle ragazze al bel figo che passava in quel momento ,vai a capire come vanno certe cose

Silenzio assordante

28 marzo 2021

Ho voluto appositamente far passare un pochino di tempo (circa una settimana che, per i social, è un secolo)se qualche sito femminista riprendeva il famoso “scandalo Boldrini ”

Credo che non sia da ricordare cosa è accaduto , chi si occupa di questi temi, sa di cosa parlo ,comunque sia, sembra che la colf della Boldrini ,oltre ad non essere pagata il dovuto sia stata pure maltrattata

Visto che si parla di donne maltrattate mi aspettavo una risposta dai siti femministi

Nulla, il zero assoluto, a parte un piccolo gruppo femminista che lo segue praticamente nessuno

Eppure le nostre “comuniste”(cosi loro si definiscono) dovrebbero essere da parte delle lavoratrici

Ma d’altronde la prima regola del flight club e di non parlare del flight club

Quindi non si parla di sua santità Laura Boldrini, paladina delle donne, ma solo di donne che mirano ad una carriera politica o che fanno il suo gioco come le vittime di violenza ,ad esempio o le calciatrici con tanto di esultanza (tremenda tra l’altro ) ad un goal azzurro (anzi delle azzurre)

Magari tutto scoppierà come una bolla di sapone e allora li si che vedremo i siti femministi esultare

Chi semina vento …

21 marzo 2021
Entry of Douro River harbor on the first big storm of the year; Wind gusts reach 140/150 Kms; photo taken on Jan. 19, 2013.

Raccoglie tempesta

Questo è stato un commento di Rino dalla vecchia su un gruppo whats’app parlando della sinistra italiana (di quello che ne resta)

Cosa è successo ?

E’ successo che la Meloni (si proprio lei, la leader di Fratelli d’ Italia) abbia fatto un paio di post molto espliciti a favore degli uomini

Contro la violenza subita dagli uomini (che nessuno parla) e un post (quello più recente) sui padri separati per l’occasione del 19 marzo (questi qui hanno più visibilità, ma sempre molto inferiore a qualsiasi “femminicidio”)

La Meloni non so se ci creda o meno, oppure che sia pura propaganda, ma ha portato molti uomini ,in condizione di povertà, ad appoggiarsi e dare like ai suoi post e non da meno ,di votare il suo partito politico

Che la Meloni abbia fiutato un bacino di voto molto vasto è abbastanza palese, il problema è il silenzio della sinistra odierna

Perchè ,i padri separati e gli uomini che subiscono violenza non sono imprenditori a doppio petto pieni di soldi che sfruttano gli operai e/o i dipendenti ,sono gli operai e i dipidenti stessi a finire nella caritas e dormire in macchina e, molto spesso, perdono pure il lavoro, non possono vedere i figli e dormono in auto

Dovrebbe essere un bacino della sinistra, ma non quella odierna che, se non hai una vagina (bisogna essere chiari) non sei degno di essere aiutato anzi, sei un privilegiato ,un oppressore perchè sei maschio (magari bianco ed etero)

Sotto questo punto e devo ancora essere più chiaro, dovrebbe svegliarsi pure Rizzo (segretario del partito comunista) che potrebbe avere anche lui un bacino di voti maggiore ma deve fare i conti anche lui (anche se in modo molto meno marcato ) di un certo femminismo che è dentro al partito (anche se il femminismo è trasversale ad ogni partito )

Fratelli d’Italia comunque si salva per via proprio della Meloni che, essendo donna, può permettersi certi post senza essere tacciata di maschilismo

Il PD si preoccupa di mettere pari uomini e donne (non per competenza, ma per quello che hanno in mezzo alle gambe, basta vedere i nomi) senza un cenno sui morti sul lavoro ,sulle multinazionali che speculano sul nostro territorio e altre “italiche” che pagano le tasse in Olanda ,ma importante non fare pagare le tasse alle studentesse (degli uomini fotte sega)

Chiaro che gli uomini ,in difficoltà, si aggrappano a chi gli da voce ,in silenzio assordante dei media e della sinistra

Come dice Rino “Chi semina vento raccoglie tempesta ”

Festival di Sanremo

7 marzo 2021

Come sapete ho iniziato la dialisi e, mentre la macchina fa il suo dovere, si vede la televisione (per fortuna che c’è )

Non sono un gran amante di Sanremo (anzi per nulla) ma avendo tempo l’ho seguito un pochino

Programma e canzoni davvero imbarazzanti (avrò altri gusti musicali diversi, ma a me sembravano canzoni senza senso e tutte uguali) ma una cosa c’è ed è come una tassa

Si è parlato dei femminicidi con tanto di scarpe rosse e bacchettate sugli uomini (degli uomini si parla solo in questo caso)

Ma non basta, manca ancora il monologo su quanto le donne siano ribelle ed emancipate

Il monologo della Palombelli, a dire il vero , è stato massacrato dalle femministe dicendo che si ritornava indietro

Però, ancora una volta, si è parlato solo di donne e veramente pochissimo (e male) degli uomini

Nessun cenno ai morti sul lavoro (90% e passa maschili), di Homeless (75 % maschile) e di quanti uomini sono di fila alla Caritas

In sostanza, se sei maschio e povero non importa niente a nessuno ,poi mi leggo questo post qui ,che voleva essere tra l’ironico e il serio

Immaginatevi due donne, sui 60 anni, con le famigerate rughe in faccia, i capelli brizzolati e magari un nasone, non proprio alla francesina.Immaginatevele in un palco importante, ammirate da milioni di persone. Poi immaginatevi che di tanto in tanto, queste donne un po’ âgée e non perfettamente rappresentanti il canone estetico imposto dalla società, invitino su quel palco dei 25enni, che quel canone estetico invece lo incarnano a meraviglia: giovani, belli, muscolosi, vestiti in abiti succinti in modo da mettere in risalto quei bicipiti e addominali perfetti.Questi bei giovincelli arrivano, cantano, ballano, magari dicono anche qualcosa di interessante, e poi escono dalla scena, per lasciare spazio al prossimo maschietto di accompagnamento, invitato sempre a piacimento delle due conduttrici donne.Poi immaginate che una di quelle donne che comandano su quel palco si sia sposata con uno di quei maschietti tanto belli, magari quando faceva da valletto sculettando davanti a lei mezzo nudo. Così lei lo sposa e, nonostante lui non abbia nessunissima capacità di condurre un programma, lo mette lo stesso a presentarne uno importante, collegato al suo.Poi immaginate che arrivi finalmente un uomo bravo, di talento, che è riuscito a farsi strada in un campo dominato solo da donne, ma quando è arrivato il momento di complimentarsi per i suoi meriti, lui dica che vuole essere chiamato DIRETTRICE d’orchestra, perché si sa, direttore essendo al maschile è meno prestigioso.Poi però un contentino a questi uomini vuoi non darlo? Ce ne sono alcuni che rompono insistentemente perché vogliono la parità sul lavoro e magari non essere ammazzati ogni 3 giorni da una donna e allora ma sì, dai, facciamo dire al cantante bravo una frasetta contro la violenza sugli uomini, portando sul palco dei mocassini rossi: 5 minuti di gloria anche ai maschilisti.E poi giusto per dargli un altro contentino, le due donne decidono di invitare un altro uomo, un giornalista, che fa un discorso non ben definito, dove blatera di aria fritta, gettando qua e là qualche parola tipo “diritti” e “uomini ribelli”, e poi diciamo che quella è una puntata dedicata tutta agli uomini, così sono contenti e non rompono più.Ecco, signore e signori, questo è il matriarcato: le donne si tengono strette il loro potere, quello vero, e danno qualche contentino agli uomini, purché siano giovani e belli, purché se li siano sposati dopo aver sculettato, purché dicano che le professioni sono valide solo se al femminile, purché facciano discorsi che non vanno da nessuna parte o che almeno siano brevissimi.E intanto le donne decidono chi fa cosa, guadagnano di più, possono permettersi di invecchiare e di essere bruttine, ché tanto è l’uomo quello che passati i 30 anni è da buttare e sia mai che abbia un kg in più o un capello bianco o una ruga… al massimo salviamo quelli che hanno una bella voce, ma solo perché il festival è seguito da tante persone anziane, altrimenti si eliminano pure quelli!

Questo post viene da una pagina chiaramente misandrica come IHAVETHEVOICE

Praticamente ha provato ad invertire i ruoli ,dimenticando una cosuccia, cioè il movente economico ,perchè gli uomini sul palco avevano il fascino , ma se quei uomini avessero fatto un altro lavoro molto meno remunerativo, non avevo certo quel potere sessuale ,anzi non lo avevano per nulla ,cosa che certo non si può dire se i sessi fossero invertiti

La verità è che invece, ancora una volta, di uomini non se ne è parlato ,dimenticati

D’altronde una donna muore fa notizia ,un uomo invece no

Maschi pentiti

24 febbraio 2021

Mi sono imbattuto in questo commento (scritto da un uomo)

Franco Mattei

Ma cosa hanno sti uomini, segatura nel cervello? La donna non e proprietà privata, SMETTTETELA, comportatevi bene, e se siete senza soldi per un periodo che gira male, la donna non lascia se gli vuole bene , e capace di mangiare solo pane, sacrificandosi, ma insomma basta!!!! Se volete suicidarvi fatelo prima, non dopo che avete reso orfani i figli,togliendovi la mamma e rimangono solo in balia di estrani, o di nonni anziani, CAPITO! Perché non e un rapitus il vostro ma e un atto premeditato, non siete malati ma assassini, capaci di intendere e volere.

Stranamente questo commento non ha preso (finora) nessun like

Comunque c’è tutto il femminismo concentrato in questo commento, soprattutto alla fine dove non è un raptus ,ma invece un gesto premeditato

Che sia un raptus invece è dovuto che la metà (circa) di chi commette questo delitto (che è sempre bene ricordarlo compiono un crimine) subito dopo si suicida

Mai visto un padrone di un campo di cotone suicidarsi per aver frustato uno schiavo (visto che si parla di possesso)

Simpatico poi che la donna ti resta al fianco anche se ti gira male, se perdi il lavoro, al 90 % perdi pure la moglie

Per curiosità sono andato a vedere il suo profilo, sembrerebbe uno che voti PD, e invece no ha simpatie per la destra, dimostrando, ancora una volta, che il femminismo è trasversale e quindi molto pericoloso

Comunicazione

11 febbraio 2021

Era da un pochino di tempo che non scrivevo su questo blog

Il perchè è presto detto, purtroppo devo iniziare a fare la dialisi già da martedì ,i mei reni non c’è la fanno più

Non abbandono di certo questo spazio ,ma sarò meno presente con i miei post

Sperando che tutto vada per il meglio

Fantozzi

26 gennaio 2021

Ho sempre trovato il personaggio di Fantozzi straordinario

Le varie scene dei film, dalla partita di biliardo, a quella di calcio, alla scena del casinò di Montecarlo, fino alla famosa corazzata Potemkin, senza dimenticare la cena nella casa della contessa

In sostanza, anche se ormai so i film a memoria, mi rende difficile che non mi scappi ancora da ridere

Certo nei film, come nella musica e in altri campi ,si va a “gusti “, però ho notato che, a molte donne, fantozzi non piace

Non è una novità comunque che lo sfigato non piace

Fantozzi comunque mi ha dato spunto per un’ altro ragionamento che, secondo una mia opinione, lo possiamo paragonare agli INCEL venuti alla ribalta per i fatti di Savona

Verso la fine del primo Fantozzi, il ragioniere aveva scoperto la vena politica e di come un certo mondo lavorativo spremeva i proletari, e come reagisce ?

Reagisce nel modo più elementare e controproducente possibile, cioè tira una pietra contro l’azienda per cui lavora

Gli incel, per me, fanno lo stesso ,capiscono il disagio che provano, ma reagiscono alla stessa maniera

Non è che scrivere “troia e/o puttana” su messager sia questa soluzione intelligente

Non è che avercela con le donne sempre e comunque sia una azione altrettanto intelligente, anche se a volte loro certo non sono tenere nei confronti degli uomini

Capisco la loro rabbia perchè ,quando ero giovane, l’avevo anch’io, però sbagliano completamente l’appoggio alla questione maschile ( almeno per quanto mi riguarda)

Pena di morte

17 gennaio 2021

Ha fatto discutere questa sentenza di morte (negli “civili” Stati uniti ) di questa donna ,per il fatto che ,in 70 anni è stata la prima donna ad essere giustiziata con una inazione letale

Allora i fari forum e pagine facebook “femministe e di tinta arcobaleno si sono scagliate contro questa sentenza , dicendo che si ,la donna ha commesso un crimine efferato, ma ha subito molte violenze prima(io sono sempre dell’idea che due torti non fanno una ragione)

Chiariamo che anch’io sono contro la pena di morte, visto che non è un deterrente, ma la vedo solo come occhio per occhio ,una specie di vendetta e, per me, lo stato ,dovrebbe essere superiore a questo ma il punto di questo articolo è che ho letto un commento di una persona abbastanza nota (la stessa che ha detto che, le morti sul lavoro a maggioranza maschile, è dovuta al loro modo di essere sbruffoni )

L’articolo quindi ,a scapito di altri, risulterà più lungo del solito, scusatemi 🙂

Credo che sia importante puntualizzare una cosa, visto che c’è molta feccia mra nei social che ha intonato il prevedibile coro “ne parlate solo perchè è una donNah e gli uOmini allorah1!11!!” e usa strumentalmente la sacrosanta lotta contro la pena di morte per parlare di fantomatiche discriminazioni sessiste contro i maschi.Posto che la pena di morte va rigettata a prescindere, ancora una volta risulta chiaro dai numeri, i semplici e indiscutibili numeri, che la violenza maschile è non solo la quasi totalità della violenza criminale più efferata, ma anche che quando una donna commette crimini così gravi, oltre ad essere praticamente una eccezione, da una semplice analisi della vita della donna, emerge che la violenza maschile subita da quelle donne (che raramente si macchiano di qualche crimine, e quando uccidono un maschio quasi sempre è solo per legittima difesa) è anche ciò che ha spezzato la loro psiche e il loro corpo, trasformandole.E tuttavia, pensate a quante donne subiscono violenza. Pensate che tutte noi passiamo per la violenza simbolica, e quasi tutte attraverso la violenza psicologica e fisica senza diventare dei mostri.Pertanto, “No alla pena di morte in generale, anche se non ci fossero attenuati, anche se non ci fossero traumi, anche se non ci fossero contesti” è una frase vera, ma dipende da chi la dice, perché va subito svelata a strumentalità di una simile affermazione in bocca ad un maschio, perché no alla pena di morte a prescindere certo, però mi spiace, i contesti vanno analizzati eccome.Non mi pare che se si va a vedere il passato dei condannati a morte maschi si trova una simile storia di violenza annichilente, se non altro perché si tratta della più bestiale violenza maschile.La maggioranza delle donne subisce questo tipo di violenza, anche se non sempre in questa misura, eppure non va riempire le carceri come invece le riempiono i maschi. Ed è del tutto gratuito dire che questo sarebbe il risultato di una discriminazione per sesso in sede di giudizio e il resto delle bufale sul fantomatico trattamento di favore per le donne.Lo so che questi fatti, questa verità brucia ai maschietti, ma il rigetto della pena di morte non può diventare l’ennesimo pretesto per nascondere il fatto che “gli orrori hanno un sesso” per dirla con le parole del bel articolo di Lea Melandri https://comune-info.net/il-genere-della-violenza/Ribadendo che la pena di morte va rigettata a prescindere, se si va ad analizzare la vita dei maschi condannati a morte invece, sfido chiunque a trovare in quei criminali, metà delle cose subite da questa donna, tenendo ben presente i crimini commessi, tra l’altro.Questa è la ragione per cui è assolutamente vergognoso che misogini e maschilisti, e la solita feccia mra, si affannino a urlare nei social che di Orlando Hall, Brandon Bernard e Alfred Bourgeois non avrebbe parlato nessuno. Semplicemente non è la stessa cosa, non si possono mettere sullo stesso piano con il caso di Lisa, e non per una mera questione di numeri. La “quantità” della violenza maschile è una conseguenza della sua “qualità”. E’ quella “qualità” che i maschi cishet si ostinano a rimuovere dalla consapevolezza sociale attraverso la loro ostinata denegazione.Qui poi l’ipocrisia della feccia mra bianca e cishet va fuori scala: un ispanico e due afroamericani, di cui non si sarebbero curati nemmeno di conoscere i nomi se non si fosse parlato di questa donna, vittima fin da bambina della più bestiale violenza patriarcale.

Ho messo solo in commento e non il nome (anche se è tutto pubblico) si dice il peccato e non il peccatore, vediamo i punti più salienti ,tralasciamo la feccia MRA che c’è già tanto di quella femminista in giro

ma anche che quando una donna commette crimini così gravi, oltre ad essere praticamente una eccezione

Una compagna, che ha sbagliato (cit)

(che raramente si macchiano di qualche crimine, e quando uccidono un maschio quasi sempre è solo per legittima difesa)

Dimenticavo che si parla del genere “ariano” quasi perfetto come quello femminile, altro che quei violenti dei maschi ,allora ricapitoliamo ,se un maschio uccide una donna non è per un raptus ,invece se lo fa una donna è legittima difesa ,come pararsi il sedere

In sostanza , invece di scrivere un commento cosi lungo ,lo poteva comprimere in maschi brutti e cattivi, femmine belle buone che fanno violenza solo perchè costrette con tanto di lacrimuccia finale

Quasi dimenticavo, questa persona ha come simbolo “qui vive un antifascista” non sapevo che l’antifascismo facesse rima con misandria che è una deriva fascista, il cane che si morde la coda

Maschio, bianco ed eterosessuale

12 gennaio 2021

Come sapete ben il femminismo immagina la società come in una piramide

All’apice di questa piramide c’è il “maschio ,bianco ed eterosessuale ” che ha molti privilegi rispetto sia al genere femminile e rispetto ad altre etnie e orientamenti sessuale ,in sostanza il maschio bianco ed eterosessuale ha le chiavi che gli aprono il mondo

Questa persona non ha neppure le chiavi di una casa, visto che vive in un camper

Francamente dire che questa persona sia un privilegiato, mi sembra una grande presa per il sedere

Mi si dirà che è un caso isolato, non è poi cosi isolato come si crede ,visto il precariato che le grandi aziende fanno

Perchè dove è che il ragionamento femminista è fallace (e ci metto pure il movimento “black lives metter”, ma tutti i movimenti “arcobaleni”)

Che non tiene conto della coscienza di classe unica che fa veramente la differenza in questo mondo